Ci siamo, è il grande giorno. Oltre 200 giorni dopo le ultime partite – giocate a porte desolatamente chiuse… – torna la National League!

È il momento che tutti noi aspettavamo. Torna l’hockey su ghiaccio.

Purtroppo noi, come molti di voi già sapranno, non saremo più parte di queste fantastiche emozioni che solamente questo sport sa regalare.

Non abbiamo mai mollato nei momenti difficili e ce ne sono stati tanti. Abbiamo sempre seguito il nostro sogno di tramutare la nostra passione in una professione. Con tanta passione. Ma è arrivato il momento di dire basta. Per svariati motivi che non stiamo ad elencarvi.

Ma… c’è un ma.

Da quando abbiamo annunciato sui social network la nostra chiusura, abbiamo ricevuto innumerevoli testimonianze di affetto. In pubblico ed in privato. A tutti, ma proprio tutti, diciamo grazie. Di cuore.

Dicevamo ad ogni modo che c’è un ma… una “ma” che non avevamo considerato ma che contro ogni aspettativa ci permette di continuare a sognare.

A volte i miracoli accadono e chissà che non toreremo un giorno. Alcune persone disposte ad aiutarci – che già ringraziamo anticipatamente – ci permettono di lasciare accesa la fiammella della speranza di un ritorno di Leading Sport in un futuro più o meno lontano.

Diciamolo, ci stiamo già lavorando e pensando. Pertanto non smettete di seguirci sui social almeno per ora. Nei prossimi mesi, che sia nel bene o nel male, vi faremo sapere se potremo tornare ad emozionarci con voi! Nel frattempo, sui nostri canali facebook e twitter, pubblicheremo di tanto in tanto alcune curiosità e commenteremo qualche partita.

Detto questo, l’hockey su ghiaccio è pronto a ripartire e come al solito a regalare emozioni senza prezzo agli spettatori.

Auguriamo a tutti i giocatori, addetti ai lavori, club e tifosi, una stagione memorabile!

In questo nostro ultimo pezzo (per ora…) vogliamo lasciarvi con il nostro pronostico per la stagione a venire…

ZSC Lions (1° – 2°)

Difficile immaginare la truppa di Rikard Grönborg sotto il secondo posto in classifica al termine della regular season. I Lions sono la squadra più completa della lega e sono pronti a ricominciare da dove avevano finito la scorsa stagione… In altre parole, sono i favoriti numero uno!

EV Zugo (1° – 4°)

Lo Zugo ricomincia l’ennesima caccia al titolo. I Tori non hanno cambiato moltissimo ma ripartono soprattutto dalle certezze… e scusate se è poco. I boys di Dan Tangnes promettono di essere nuovamente una delle squadre più spettacolari da seguire. E promettono di dare battaglia fino alla fine per conquistare il titolo.

HC Lugano (1° – 6°)

Il Lugano è forse la squadra più difficile da pronosticare. I Bianconeri, così come sono messi ora, non hanno nulla da invidiare a livello di potenziale alle migliori squadre della lega. Le incognite? I tanti cambiamenti rispetto alla scorsa stagione ed i contratti a corto termine di alcuni giocatori chiave. Ma oggi come oggi i boys di Serge Pelletier sono da considerare tra i migliori in Svizzera sulla carta!

Ginevra Servette HC (2° – 5°)

Anche le Aquile hanno cambiato molto e sono diventate addirittura più forti della scorsa stagione. Inoltre, fattore non secondario, le ottime prestazioni dell’ultima campagna hanno certamente fatto salire la fiducia. Il Ginevra Servette insomma, si presenta ai nastri di partenza con una squadra pronta a stupire.

EHC Biel-Bienne (3° – 6°)

Il Bienne viene considerato da molti come una squadra indebolita. Ed è innegabile che la mancanza di Jonas Hiller e Mathieu Tschantré – sia in termini di leadership che qualità – è un brutto colpo da digerire. I Seeländer tuttavia lavorano egregiamente da anni e siamo certi che pure questa stagione sapranno confermarsi tra le squadre più competitive.

SC Berna (2° – 7°)

Il Berna è reduce da una stagione deludente. Ha un nuovo DS ed un nuovo allenatore. Però ragazzi, il Berna è sempre il Berna. Sottovalutare gli Orsi sarebbe un peccato capitale. Alla PostFinance Arena parrebbero esserci un pò meno pressioni rispetto al solito… e forse proprio questo potrebbe essere l’asso nella manica della squadra più titolata nell’era playoff.

HC Friborgo Gottéron (3° – 8°)

Quando si parla di Friborgo Gottéron… si parla di emozioni pure. Nel bene e nel male. La truppa di Christian Dubé ha tutto per disputare un campionato di ottimo livello e può pure contare su un nuovo fantastico impianto. I Dragoni potranno essere la sorpresa positiva della stagione così come quella negativa. Come sempre, dopo tutto.

HC Davos (4° – 8°)

A Davos si vuole ripetere la fantastica cavalcata della scorsa stagione. Non sarà facile… ma gli Stambecchi sono pronti a dare battaglia. Christian Wohlwend ha dimostrato di saperci fare e la squadra ha tutto per ripetersi pur se l’età media e la solidità difensiva potrebbe essere un problema.

Losanna HC (5° – 9°)

Quanti cambiamenti a Losanna! I Leoni Vodesi hanno ambizioni da titolo ed ora hanno una squadra più equilibrata a nostro parere. Tuttavia… sarà fondamentale tornare a mettere emozioni sul ghiaccio dopo l’era Ville Peltonen. La truppa di MacTavish potrebbe sorprendere tutti e fare molta strada. Anche se a nostro modesto parere avrà una stagione piuttosto difficile.

SC Rapperswil-Jona Lakers (8° – 12°)

Il Rappi la scorsa stagione ha stupito molti nonostante l’ultimo posto in classifica. Ed ora la squadra ha pure l’esperienza di due stagioni di National League alle spalle. A nostro parere i boys di Tomlinson possono essere la sorpresa positiva della stagione. Diciamocelo, quando parliamo di sorpresa positiva non intendiamo che possano vincere il titolo… ma evitare i pre-playoff, perché no?

HC Ambrì-Piotta (9° – 11°)

I boys di Luca Cereda sono “semplici” da leggere ma tremendamente difficili da affrontare. L’Ambrì-Piotta è tornata ad essere una grande famiglia come ai bei tempi e questo si vede sul ghiaccio. Raramente infatti i Biancoblù non escono dal ghiaccio senza gli applausi convinti dei suoi tifosi indipendentemente dal risultato finale. Evitare i pre-playoff? Difficile. Non impossibile però, soprattutto con Luca in panchina.

SCL Tigers (10° – 12°)

Cari Tigrotti, ci piange il cuore mettervi all’ultimo posto. Ma cavolo, sulla carta è innegabile che il Langnau è la squadra meno competitiva della lega. Però però… proprio il fatto che tutti si aspettano i Tigers all’ultimo posto potrebbe dare ai boys di Franzen la motivazione per stupire tutti! I Tigrotti non hanno nulla da perdere e possono giocare senza pressioni. Questi fatti a volte possono fare miracoli.

Buona stagione a tutti voi. E (speriamo) a presto ragazzi!

Advertisement