Ci sono quei giocatori che, pur non avendo vinto un titolo in Svizzera, sono stati capaci di lasciare il segno. Giocatori che, ancora a distanza di diversi anni, sono ancora nella memoria dei tifosi.

Colui di cui parliamo oggi, è un giocatore che ha diviso parecchio la piazza. Un giocatore che è stato amato a Friborgo e probabilmente “odiato” – sportivamente… – in tutto il resto della Nazione. Un giocatore eccezionale e temuto. Un leader sul ghiaccio.

Sì, avete capito bene, stiamo parlando di Shawn Heins!

Il nostro amico “The Last Frontier” ha prodotto un video sull’ex Capitano del Friborgo Gottéron che vi proponiamo senza perder troppo tempo. Dopo di che, parleremo un pò della carriera di questo roccioso difensore Canadese.

Shawn Heins è arrivato in Svizzera alla vigilia della stagione 2006-07 quando si è accordato con il Basilea. Dopo sole 15 partite tuttavia, il roccioso difensore si è trasferito al Friborgo Gottéron ed è stato un matrimonio praticamente perfetto durato 7 stagioni, di cui più di 4 giocate da Capitano della squadra.

Shawn Heins è stato un simbolo ed un’icona in riva alla Sarine, dove ha giocato fino al termine della sua carriera. Come ricordatoci da “The Last Frontier”, Shawn è lo straniero che ha collezionato più presenze con i Dragoni, ben 356 e dunque più del “duo magico” Bykov – Khomutov.

Ed è anche giusto dire che Shawn Heins detiene un altro record a Friborgo. Con 852 minuti di penalità infatti, è stato in assoluto il giocatore più penalizzato nella storia del club.

Quest’ultimo record forse non è qualcosa di cui andare particolarmente fieri. Perché non giriamoci in giro, Shawn Heins non era certamente un angioletto… e di certo ha lasciato alcuni lividi, e anche più, ad altri giocatori che hanno giocato in Svizzera.

Ma è anche giusto dire che Shawn era un difensore eccezionale! Un difensore duro, a cui piaceva il gioco fisico – e pure togliersi i guanti… – ma anche un difensore capace di farsi valere in zona offensiva.

L’ESORDIO IN SVIZZERA

Ha fatto il suo esordio in Svizzera con la maglia del Basilea il 15 settembre 2006, quando i Renani affrontavano il Davos in trasferta e vennero sconfitti 2-1. La sua prima partita alla Patinoire del St. Léonard per contro l’ha giocata il 28 ottobre 2006… quando era ancora un giocatore del Basilea. In quell’occasione il Friborgo Gottéron si impose per 4-1 grazie alle reti di Josh Holden, Peter Sarno e Caryl Neuenschwander (doppietta). Shawn si fece notare… ricevette 2 minuti di penalità ma soprattutto mise a referto l’assist in seconda per la rete della bandiera degli ospiti firmata Thomas Nüssli.

ESORDIO A FRIBORGO E PRIMO ASSIST

Da lì a due settimane, e più precisamente il 14 novembre 2006, Shawn Heins fece poi il suo esordio con la maglia dei Dragoni! In quell’occasione la truppa allora allenata da Serge Pelletier ospitava il Rapperswil e venne sconfitta per 5-2… Peter Sarno e Josh Holden misero a segno le reti dei padroni di casa, e sulla prima rete Shawn mise a referto l’assist.

IL PRIMO GOL DA DRAGONE

Ci mise poco poi a segnare la sua prima rete per il club. Quattro giorni dopo il suo esordio contro il Rappi, Shawn Heins giocò la sua seconda partita con i Dragoni a Zurigo. Anche in quel caso il Gottéron perse la partita (4-3 dopo rigori), ma Shawn Heins segnò la prima rete della serata.

Quella fù la prima delle 51 reti e di parecchi assist. Già, perché Shawn Heins con il Friborgo Gottéron in National League ha collezionato un totale di 187 punti in 355 presenze. Senza dimenticare l’impressionante carisma che metteva in pista in ogni singolo cambio.

Dal minuto 01:24

LA CARRIERA

Del resto, non è stata una sorpresa. Shawn Heins infatti, nella sua carriera aveva collezionato pure 127 presenze in NHL (16 punti) con le maglie dei San José Sharks, dei Pittsburgh Penguins e degli Atlanta Trashers tra il 1998 ed il 2003-04.

Senza dimenticare le oltre 170 presenze in AHL (119 punti), dove tra l’altro giocò pure come compagno di squadra di alcuni giocatori che ben conosciamo in Svizzera. Tra cui citiamo Chris Armstrong (ex Zugo), Éric Landry (ex Losanna, Basilea, Berna e Ambrì-Piotta) e Tommi Santala (ex Kloten).

Nel 2004 poi, Shawn attraverò l’oceano per non tornarci mai più in veste da giocatore. Giocò le sue prime due stagioni in Europa nella DEL… dapprima a Berlino con gli Eisbären e poi ad Hannover con con gli Scorpions, dove tra l’altro fù compagno di squadra dell’ex Lugano Marty Murray.

Dopo le due stagioni in Germania infine, ecco il suo trasferimento in Svizzera. Dove è rimasto fino al termine della stagione 2012-13 prima di appendere i pattini al chiodo.

A Friborgo purtroppo non è riuscito a vincere un titolo, pur se ci andò vicinissimo nella stagione 2012-13… quando il Gottéron raggiunse la finale poi persa contro il Berna. Una finale decisamente amara per il club e anche per Shawn Heins, che si infortunò in occasione di gara-3 alla Patinoire de St. Léonard e non giocò il resto della serie. E chissà, forse quello fù proprio uno dei motivi per cui i Dragoni non riuscirono a conquistare il titolo nemmeno in quell’occasione.

Per concludere dunque, Shawn Heins ha giocato la sua ultima partita con il Gottéron il 9 aprile 2013, quando i Dragoni si imposero per 1-0 grazie alla rete di Julien Sprunger. Partita durante la quale Shawn Heins non mise punti a referto ma ricevette 2 minuti di penalità.

Una conclusione amara, per questo giocatore che ha definitivamente lasciato il segno in Svizzera e si è ritagliato un posto nel cuore dei tifosi del Gottéron.

Amatelo o odiatelo… questo è Shawn Heins!

#44

Advertisement