Vediamo quali sono i nostri TOP & FLOP alla vigilia della stagione 2019-20. Evidentemente non è possibile stabilire attualmente le gerarchie del campionato… ma vogliamo cercare di capire, sulla carta, quali sono le squadre favorite per vincere il titolo… chi potrà essere la sorpresa… stabilire le menzioni speciali… e la delusione.

TOP

Fire PNG Gif-PlusPNG.com-489 - Fire PNG Gif

Il Berna ha vinto 3 degli ultimi 4 campionati e si presenta nuovamente ai nastri di partenza come favorito numero uno. Vero che lo Zugo – che si è rinforzato in maniera impressionante – sulla carta sembra la squadra più attrezzata per vincere il titolo. Ma gli Orsi hanno un qualcosa, che non si può comprare al mercato, che li rendono secondi a nessuno… la mentalità vincente, che ti permette di fare la differenza specie nei momenti chiave della stagione!

Gli Orsi allenati da Kari Jalonen sono una vera e propria macchina da guerra. Forse a volte non giocano in maniera molto spettacolare… ma quando è il momento di vincere le partite, le vincono e basta. Proprio grazie a questa mentalità vincente. Pertanto, ad oggi, il Berna è e resta la nostra squadra TOP. Ossìa, la favorita numero uno per la vittoria del titolo.

LE TRE STELLE – Ossìa, le principali outsiders

EV Zugo

Impossibile non mettere lo Zugo quale pericolo numero uno per il Berna e di conseguenza quale principale outsider per la conquista del titolo. I Tori allenati da Dan Tangnes già la scorsa stagione sono arrivati vicinissimi alla conquista del titolo. Da allora – ossìa da pochi mesi or sono – si sono pure rinforzati e mica poco. Sulla carta, lo Zugo ha probabilmente la squadra piû forte della sua storia. E probabilmente, ha la rosa più attrezzata di tutta la National League.

Occhio però. La carta non sempre canta… lo Zugo ha tutto per vincere, ma se non vince un titolo da oltre 20 anni ci sarà un motivo. Inoltre c’è moltissima pressione attorno a Dan Tangnes ed i suoi ragazzi. Possono vincere, certo. Ma non si può dare niente per scontato. Anzi, bisogna sempre tenere la concentrazione altissima e gestire al meglio gli inevitabili momenti negativi che arriveranno.

ZSC Lions

Gli ZSC Lions spesso e volentieri investono molto per costruire una squadra capace di puntare al titolo. Lo avevano fatto anche la scorsa stagione, anche se poi i risultati non sono arrivati. Questa stagione ad ogni modo non fa eccezzione… lo Zurigo non ha badato a spese ed ha messo a disposizione del nuovo allenatore Rickard Gronborg una rosa attrezzata per vincere il campionato.

Poi certo, è giusto dire che questa squadra potrà essere capace di tutto e del contrario di tutto. I Lions tuttavia avranno un’asso nella manica mica da poco. Il quale è rappresentato dalla grandissima voglia di rivincita dopo la scorsa deludente stagione. Se il club Zurighese riuscirà a tramutare la delusione della scorsa stagione in energia positiva per questa… beh, i tifosi si potranno davvero divertire!

EHC Biel-Bienne

Il Bienne è la nostra terza outsider, I Seeländers sono reduci da due campionati strepitosi conclusi con altrettante semifinali. Quella della scorsa stagione poi, ha pure lasciato una sorta di retrogusto amaro in quanto i boys di Antti Törmänen sono andati davvero vicinissimi al raggiungimento della finale. Insomma, questa squadra lavora benissimo da anni ed è cresciuta passo dopo passo fino a guadagnarsi – meritatamente – il titolo di grande squadra.

Sarebbe lecito attendersi che, vista la parabola ascendente, il Bienne può ancora arrivare in semifinale e grazie all’esperienza accumulata in queste ultime stagioni… puntare deciso alla finale per poi giocarsela. Occhio però, perché come abbiamo visto la scorsa stagione per altre squadre, basta un niente per passare dalle stelle alle stalle. Però, oramai il Bienne è una solidissima realtà e per rapporto qualità-prezzo è forse la miglior squadra di tutta la lega.

IL POTENZIALE TERZO INCOMODO…

Losanna HC

Il Losanna investe tanto e bene. Sulla carta, i Leoni Vodesi hanno una squadra che può davvero pensare di regalare spettacolo nella nuova Vaudoise Arena che promette già di essere una sorta di fortino inespugnabile per le avversarie. La semifinale raggiunta la scorsa stagione poi – la prima nella storia – avrà certamente aiutato a rafforzare la fiducia nei propri mezzi in questa squadra che vuole assolutamente vincere un titolo il più presto possibile.

Si è tuttavia visto la scorsa stagione che, quando i giochi si fanno duri… al Losanna manca ancora quel pizzico di esperienza che gli potrebbe permettere di insidiare realmente le squadre più forti della lega. Insomma, i boys di Ville Peltonen sulla carta hanno tutto per andare il più lontano possibile. Ma è importante pensare che non sempre investire è abbastanza per vincere.

LE POTENZIALI SORPRESE

HC Friborgo Gottéron

Come sempre, il Friborgo Gottéron si presenta ai nastri di partenza con grandi ambizioni. Quest’anno poi, le grandi ambizioni sono legittimate grazie all’arrivo di un nuovo quartetto di stranieri che promette davvero di poter fare meraviglie! Non dimentichiamo poi che i playout della scorsa stagione, hanno certamente alimentato la fame dei Dragoni… i quali vogliono assolutamente tornare a partecipare alla post-season.

Il problema del Friborgo è che è una squadra, passateci il termine e con tutto il rispetto, schizofrenica. Il Gottéron è capace di tutto e del contrario di tutto… le emozioni giocano un ruolo fondamentale in riva alla Sarine. Se arriveranno emozioni positive, allora questa squadra potrà davvero giocare un bel campionato.

Ginevra Servette HC

Forse in molti stanno un pò sottovalutando il Ginevra Servette… ma sulla carta, le Aquile hanno tutto per disputare un’ottima stagione. Se poi la truppa ora affidata a Patrick Emond sarà fortunata abbastanza da evitare la miriade di infortuni occorsi nelle ultime due stagioni… beh, ci si potrà davvero divertire.

Il Ginevra Servette è quella squadra che magari in molti sottovalutano ma che poi nessuno vuole affrontare allo stadio dei quarti di finale dei playoff. E quindi, in altre parole, se le Aquile arriveranno ai playoff, tutti dovranno fare molta attenzione a loro.

DAL TICINO CON FURORE…

HC Ambrì-Piotta & HC Lugano

Nominiamo Ambrì-Piotta e Lugano insieme, in rigoroso ordine alfabetico, e non solo perché sono le uniche due squadre Ticinesi. Ma piuttosto perché entrambe le Ticinesi sono attese da un campionato molto difficile.

I Leventinesi di fatto stanno per iniziare il loro campionato più difficile da anni a questa parte… foss’anche solo perché in molti ora hanno aspettative più alte. Sarà importante mantenere sempre la calma e non dimenticare di proseguire nel processo di crescita che sta dando grandi frutti. Indipendentemente dai risultati.

I Bianconeri per contro sono forse la vera incognita di questa stagione. Per la prima volta da un pò di tempo, quasi nessuno inserisce la squadra basata più a sud della Svizzera tra le principali contendenti per la conquista del titolo… e questo, francamente, potrebbe anche essere un bene. La truppa ora affidata a Sami Kapanen parte a “fari spenti”, ma se sarà capace di accenderli, può succedere veramente di tutto. Anche di arrivare fino in fondo.

LA MENZIONE SPECIALE PER…

I SOTTOVALUTATI

SCL Tigers

In molti pensavano la scorsa stagione che il Langnau averebbe fatto i playout… ed in molti, pensano ancora adesso alla vigilia di questa stagione 2019-20, che i Tigrotti sono destinati a mancare la post-season. È il destino della squadra dell’Emmental, troppo spesso sottovalutata, forse perché sulla carta ha qualcosa in meno di altre compagini più attrezzate.

Ma la realtà è che a Langnau si sta lavorando benissimo e che Heinz Ehlers è un allenatore fantastico. La squadra gioca un hockey solido ed è pronta a stupire tutti anche quest’anno! Basterà per accedere nuovamente ai giochi per il titolo? Il tempo lo dirà… ma di certo, basta per meritarsi una menzione speciale.

DALLE STALLE… ALLE STELLE?

HC Davos

Il noto detto dice che è piuttosto facile passare dalle stelle alle stalle… ma chi dice che non sia possibile anche il contrario? Il Davos è tutto da scoprire, con un nuovo promettente allenatore che ha il compito di risollevare la squadra dopo una stagione durante la quale tutto – ma proprio tutto – è andato per il verso storto.

Non stiamo dicendo che il Davos è tra le candidate al titolo… ma sarebbe sbagliatissimo sottovalutare questa squadra che sulla carta può disputare un ottimo campionato!

NON SUCCEDE, MA SE SUCCEDE…

SC Rapperswil-Jona Lakers

Parliamoci chiaro, la scorsa stagione il Rapperswil sulla carta era davvero la squadra messa peggio. Inoltre, era al ritorno in National League e la mancanza di risultati sin dall’inizio non ha aiutato a fare il pieno di fiducia nei propri mezzi. Ora però un pò di cose sono cambiate a Rapperswil… i nuovi innesti sembrano garantire che la squadra sarà molto – ma molto – più competitiva.

Ovviamente in una virtuale ed ipotetica griglia di partenza di National League, il Rappi parte ancora dall’ultima posizione. Non sarà semplice raggiungere i playoff. Insomma, non dovrebbe succedere. Ma se succede…! Di certo seguiremo i Lakers con molto interesse, e sarebbe sbagliatissimo per tutti sottovalutarli.

LA DELUSIONE

Evidentemente non si può menzionare al momento attuale una delusione… tutti partono con legittime ambizioni e vogliono fare il meglio possibile. Però possiamo girare una domanda a voi cari amici… chi sarà, secondo voi, la delusione della stagione?

Buona National League a tutti!

Advertisement