I nostri oscar dei Campionati del Mondo di hockey su ghiaccio 2019!

0
3655

Si è dunque conclusa la stagione di hockey su ghiaccio con la Finlandia Campione del Mondo 2019!

Anzitutto, complimenti ai Finlandesi per il meritato titolo. Noi come ben sapete non siamo propriamente sostenitori dello stile di gioco “Finlandese”… ma i ragazzi allenati da Jukka Jalonen hanno messo in mostra uno spirito di squadra commovente. Senza star della NHL, sono riusciti a far di necessità virtù ed anzi, si sono dimostrati la squadra più meritevole del titolo.

Il Canada per contro le ha provate tutte per riconquistare il titolo dopo due anni di pausa ma non ce l’ha fatta. Al solito i Canadesi hanno portato in pista molte emozioni e sono arrivati davvero vicini al titolo.

La Russia delle “star” per finire, ha conquistato l’ultima medaglia disponibile. Quella di bronzo. La “Sbornaja” era evidentemente partita con tutte le intenzioni di vincere la medaglia d’oro… ma come ben tutti sappiamo, non tutte le ciambelle riescono con il buco. Pertanto, la medaglia di bronzo non può essere considerato un risultato in tutto e per tutto deludente.

Ad ogni modo, i Campionati del Mondo sono definitivamente finiti. Grazie mille alla Slovacchia per averci regalato due settimane di fantastico hockey!

Ma ora, è il tempo dei bilanci… o meglio, è tempo dei nostri oscar.

Assegnamo alcuni oscar, a modo nostro. Senza nessun criterio particolare… ma semplicemente assegnati in base a quelle che sono le nostre sensazioni. Alcuni oscar saranno seri, altri invece piuttosto semi-seri… cominciamo!


I NOSTRI OSCAR DEI CAMPIONATI DEL MONDO 2019


L’oscar per I CAMPIONI va a…

FINLANDIA

Siete sorpresi? 🙂 La Finlandia ha saputo conquistare la medaglia d’oro per la prima volta dal 2011 quando i Campionati del Mondo si svolsero proprio in Slovacchia! Insomma, porta decisamente bene alla Nazionale Finlandese giocare i Campionati del Mondo a Kosice e Bratislava. I Finlandesi non hanno forse mostrato “hockey champagne”, ma si sono dimostrati in tutto e per tutto la più “Squadra”, con la S maiuscola. Pertanto, complimenti!

L’oscar per MVP va a…

KEVIN LANKINEN

Kevin Lankinen ha concluso i Campionati del Mondo 2019 con una percentuale di parate del 94.2%. Solamente Andrei Vasilevski (Russia) ha saputo fare meglio. Soprattutto però, Kevin è stato assolutamente decisivo in semifinale contro la Russia ed in finale contro il Canada. Nell’hockey su ghiaccio, se vuoi avere successo devi poter contare su un grande portiere. Se vuoi vincere un titolo poi, il portiere gioca un ruolo cruciale. Ed è proprio quello che ha fatto Kevin Lankinen. Il 24enne ha giocato la scorsa stagione in prevalenza nei Rockford IceHogs (AHL). Ma se continua a fornire queste prestazioni, ben presto riuscirà a fare il suo esordio in NHL con i Chicago Blackhawks, ossìa la squadra che ha i suoi diritti.

L’oscar per QUELLI CHE NON MOLLANO MAI va a…

CANADA

Il Canada si è imposto contro la Slovacchia nella fase a gruppi grazie ad un gol segnato da Mark Stone a meno di due secondi dal termine… poi, ha pareggiato contro la Svizzera nei quarti di finale a 0.4 decimi di secondi dalla terza sirena con Damon Severson, prima di andare a vincere la partita ai tempi supplementari. Nella finale contro la Finlandia poi è andata male, ma i Canadesi hanno dato l’anima in ogni singolo cambio fino all’ultimo secondo. Se c’è qualcuno che proprio non molla mai, questi sono i Canadesi.

L’oscar per I GRANDI NOMI NON VINCONO I TORNEI va a…

RUSSIA

Sulla carta la Russia era in assoluto la squadra più forte del torneo. E diciamocelo, i Russi hanno dato spettacolo. Però come si dice sempre, i grandi nomi non sono garanzia di successo. La “Red Machine” ha giocato un ottimo torneo ma alla fine torna a casa con una medaglia di bronzo. Ed ora la medaglia d’oro manca dal 2014.

L’oscar per CI SIAMO DIVERTITI MA SIAMO TORNATI A CASA A TASCHE VUOTE va a…

REPUBBLICA CECA

La Repubblica Ceca se ne torna a casa con la più amara delle medaglie… quella di legno. I Cechi giocavano “quasi” in casa e le hanno provate tutte per tornare a portarsi a casa una medaglia per la prima volta dal 2012. Da notare inoltre che i Cechi hanno perso due volte la “finalina” per il terzo posto nel 2014 e nel 2015. Insomma, la “finalina” va decisamente di traverso alla Repubblica Ceca.

L’oscar per DALLE STELLE ALLE STALLE va a…

SVEZIA

La Svezia è l’esempio concreto che nell’hockey su ghiaccio non si può mai dare nulla per scontato e che ogni torneo è storia a sé. Gli Svedesi erano reduci da due medaglie d’oro consecutive ed avevano poi vinto brillantemente il Gruppo B. Poi però, sono inciampati contro i “cugini” Finlandesi nei quarti di finale e la loro avventura si è terminata lì. Non può sempre andare bene, ci mancherebbe. Ma l’oscar per “Dalle stelle alle stalle” non glielo toglie nessuno 🙂

L’oscar per COSÌ VICINO, EPPURE COSÌ LONTANO va a…

SVIZZERA

Cosa sono 4 decimi di secondo? Un niente. Eppure la Svizzera, proprio per 4 decimi di secondo ha visto sfumare la possibilità di qualificarsi per le semifinali! I Rossocrociati sono andati così vicino a battere il Canada nonostante un terzo periodo giocato letteralmente in trincea… di certo, parafrasando l’IIHF ed i suoi “power ranking”, in 4 decimi di secondo i boys di Fischer hanno bestemmiato in tutte e quattro le lingue nazionali 🙂

L’oscar per MASSIMO RISULTATO CON IL MINIMO SFORZO va a…

ITALIA

L’Italia aveva quale obiettivo quello di salvarsi. Missione compiuta! Gli Italiani hanno perso malamente tutte le prime sei partite del torneo… ma poi hanno vinto la più importante, quella contro l’Austria, grazie ad un carattere straordinario. Chiamali scemi?! 🙂 Perché farsi un “mazzo” così ogni partita quando invece basta giocarne una – quella chiave – per raggiungere l’obiettivo? Come scritto da qualche utente dopo la vittoria degli Azzurri contro l’Italia… era tutta una tattica! Poi certo, non sarà sempre Domenica…

L’oscar per CASA DOLCE CASA va a…

SLOVACCHIA

La Slovacchia ha organizzato un bellissimo Campionato del Mondo… ma la squadra Nazionale Slovacca è stata a dir poco sfortunata. O distratta, fate voi. Gli Slovacchi hanno mancato l’accesso ai quarti di finale. Anche a causa di due sconfitte a dir poco strappalacrime. Dapprima hanno perso contro il Canada 5-6, subendo il gol decisivo a meno di due secondi dal termine. Contro la Germania poi, gli Slovacchi erano avanti per 2-1 fino a due minuti dal termine, ma in qualche modo sono riusciti a farsi rimontare e perdere la partita 2-3. Insomma, mica tanto casa dolce casa… 🙂

L’oscar per MIGLIOR FILM DELL’ORRORE va a…

FRANCIA & AUSTRIA

Francia e Austria, sfortunatamente per loro, sono state retrocesse. Capita. Ogni anno, piaccia o non piaccia, due squadre sono costrette a salutare la Top Division. Entrambe le squadre, hanno perso l’ultima partita contro la dirette concorrenti… fa un male cane. Di fatto, per Francia ed Austria, le partite contro Gran Bretagna e Italia si sono trasformate in veri e propri film dell’orrore!

L’oscar per… IL TWEET PIÙ BELLO va a…

GRAN BRETAGNA

L’ultimo oscar di questo nostro articolo va alla Gran Bretagna. I Britannici hanno conquistato le simpatie del mondo intero (beh, forse non quelle dei Francesi…) grazie alle loro prestazioni tutto cuore. Hanno giocato i loro primi Campionati del Mondo di Top Division dal 1994… e sono riusciti un pò a sorpresa a salvarsi grazie alla vittoria ottenuta dopo supplementari – e dopo una clamorosa rimonta – contro la Francia. La gioia dei Britannici era contagiosa, davvero. E l’addetto alla comunicazione su twitter di “British Ice Hockey”, ha espresso tutto quello che pensava dopo il gol decisivo segnato da Ben Davies…

Noi non abbiamo capito l’ultima parola. Ma questo tweet, dice davvero tutto 🙂

Trasmette tutte le emozioni che l’hockey su ghiaccio può regalare ai suoi appassionati!

E allora grazie a tutte le 16 squadre che per due settimane ci hanno fatto divertire. E nuovamente, compimenti alla Finlandia… Campione del Mondo 2019!

Advertisement