HC LUGANO vs EV ZUGO


Lugano e Zugo si affrontano per gara-2 dei quarti di finale alla Cornèr Arena. Dopo la prima partita, l’impressione generale è che lo Zugo è più forte – e più in forma – del Lugano. Ma come tutti ben sappiamo, quella avrebbe potuto benissimo essere solamente la prima di diverse intense battaglie.


LA SERIE

EV Zugo vs HC Lugano 1-0


I MIGLIORI MARCATORI DELLA SERIE

2 punti – Santeri Alatalo (0G, 2A)

2 punti – Alessio Bertaggia (0G, 2A)


IL MOMENTUM

EV Zugo

Il momentum è chiaramente favorevole allo Zugo. I Tori non solo hanno vinto gara-1 ma hanno fatto una bella iniezione di fiducia in vista del prosieguo della serie grazie ad una prestazione di squadra di ottimo livello. Poi certo, quegli ultimi 10 minuti di gioco hanno fatto tremare un po’ la truppa di Dan Tangnes…


QUARTI DI FINALE – GARA-2 – 12.03.2019

HC LUGANO vs EV ZUGO – Cornèr Arena – 20:00


COSA HA FUNZIONATO

Il finale di gara-1

Nonostante lo Zugo ha dominato parte della partita, il risultato finale dice che il Lugano è stato in partita fino alla fine. Anzi, negli ultimi 10 minuti, quasi i Bianconeri non riuscivano a completare la rimonta. È giusto dire che il punteggio finale avrebbe potuto essere ben più largo a favore dei Tori… me à anche giusto dire che la truppa di Ireland, anche grazie alla solita ottima percentuale realizzativa, ha saputo chiudere in crescendo e questo deve dare fiducia.

COSA PUÒ MIGLIORARE

Continuità

La prestazione del Lugano a Zugo in gara-1 non è stata totalmente da buttar via, ci sono anche state alcune cose positive… bisogna inoltre ammettere che lo Zugo è stato davvero molto forte. Tuttavia è evidente che, se i Bianconeri vogliono qualificarsi per le semi-finali, devono essere costanti sui 60 minuti di gioco.

IL GIOCATORE “ON FIRE”

Elvis Merzlikins

Elvis c’è. Il portiere gioca un ruolo fondamentale in una squadra di hockey su ghiaccio durante i playoffs. Nel Lugano a volte l’impressione è che gioca un ruolo ancora può fondamentale che per altre squadre… ed allora in tal senso i Bianconeri possono stare tranquilli. Elvis Merzlikins, alla Bossard Arena, ha dimostrato che c’è. Eccome se c’è!

COSA HA FUNZIONATO

La prestazione

Lo Zugo ha fornito davvero un’ottima prestazione di squadra contro il Lugano. Tutti i giocatori hanno dato il loro contributo e la truppa di Dan Tangnes ha giocato a ritmi quasi indiavolati ed insopportabili per il Lugano. I Tori sono stati solidi in difesa, creativi in attacco e capaci pure di essere imprevedibili. Ma non è niente di nuovo… lo sono stati per buona parte della Regular Season.

COSA PUÒ MIGLIORARE

Istinto killer

Lo Zugo ha rischiato di pagare a caro prezzo l’incapacità di chiudere la partita… è sembrato mancare un po’ di quel sano “killer instinct” che gli avrebbe permesso di risparmiare energie – soprattutto mentali – nel finale della partita. Insomma, il risultato finale è stato forse bugiardo… ma la realtà è che bisogna cercare di fare il possibile per impedire ad una squadra come il Lugano di stare in partita fino alle fasi finali.

IL GIOCATORE “ON FIRE”

Dario Simion

Dario Simion non aveva iniziato alla grandissima la stagione… ma è cresciuto con l’andare di essa e Sabato sera ha fornito un’ottima prestazione. A nostro parere una delle migliori stagionali per qualità ed intensità. Ha segnato il secondo gol dello Zugo ma soprattutto si è rivelato inarrestabile specialmente nel terzo offensivo.


LE STATISTICHE COMPARATIVE DELLA SERIE







 

Advertisement