Advertisement

18a Settimana – 04.02.2019 – 10.02.2019

Vediamo quali sono i nostri TOP & FLOP della settimana appena trascorsa!


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

Il Langnau ha vinto ancora due partite questa settimana – dapprima per 5-3 a Ginevra e poi per 5-4 in casa contro il Davos dopo supplementari – ed ha fatto un ulteriore passo avanti per arrivare a quella qualificazione ai playoffs che manca dal 2011…

Non smettono di stupìre questi fantastici Tigrotti, che hanno portato a 4 il numero di vittorie consecutive!

Il Langnau si dimostra squadra completa. Ultimamente era stato parecchio solida. Quest’ultima settimana invece, la solidità difensiva è andata a farsi un po’ benedire… inoltre la truppa di Heinz Ehlers è stata a tratti un po’ distratta in entrambe le partite. Ed allora, negli ultimi 120 minuti e 24 secondi di gioco, hanno fatto vedere un’altra qualità… il carattere!

Advertisement

Sia a Ginevra che in casa contro il Davos, i Tigrotti hanno rischiato di perdere. Ma hanno vinto. Con merito! Grazie a due prestazioni magari non perfette ma di grande carattere. Un carattere che gli permette per ora di essere al 3° posto in classifica… un risultato quasi inimmaginabile alla vigilia di questa stagione.

Ora è fondamentale tenere i piedi per terra e continuare a lavorare. I punti di vantaggio sul Lugano 9° in classifica sono solamente 9 dopo tutto, quando mancano 9 partite al termine della Regular Season.

Ma questa squadra è l’immagine perfetta della bella storia! Una storia che può essere scritta in questa stagione… perché noi non crediamo proprio che i Tigrotti, se faranno i playoffs, li faranno da comparse.

La truppa di Heinz Ehlers infatti, ha tutto. È solida in difesa, creativa in attacco (10 gol nelle ultime 2 partite, alla faccia di chi continua a dire che Ehlers è un difensivista), solitamente disciplinata… ed ha pure mostrato di avere carattere da vendere!

Davvero un ottimo lavoro. Ed ora, nell’Emmental tutti sperano che si possa mettere la ciliegina sulla torta. Per quanto visto fino ad ora in questa stagione, se la meriterebbero.

Avanti così, Tigrotti!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Linus Klasen (HC Lugano)

Il Lugano ha vinto 3-0 contro lo Zugo l’unica partita in programma quest’ultima settimana, grazie a quella che è stata probabilmente la sua migliore prestazione stagionale. Una vittoria cruciale per i Bianconeri che possono ora contare di nuovo sulla classe pura…

Quando si parla di classe pura non si può fare a meno di pensare a Linus Klasen. Giocatore che nelle ultime due stagioni ha avuto diversi problemi… ma giocatore il cui talento sopraffino è indiscutibile. Di fatto, è uno di quei pochi giocatori in Svizzera davvero capaci di davvero regalare momenti di “hockey magia” che fanno spellare le mani dagli applausi.

Ora sembra aver recuperato una buona forma fisica e finalmente può giocare con continuità. A Lugano se lo godono! Anche nell’unica partita settimanale, ha confermato tutti i miglioramenti recenti. Ed anzi, ha fatto anche di più. Il suo magico passaggio ad Alessio Bertaggia per il gol vittoria, è arrivato dopo che ha recuperato un disco grazie ad un buon lavoro difensivo…

Insomma, classe allo stato puro!

Benjamin Conz (HC Ambrì-Piotta)

L’Ambrì-Piotta ha giocato una sola partita questa settimana. Quella vinta con un punteggio “calcistico” 1-0 in casa contro il Ginevra Servette dopo tempi supplementari. Una vittoria che permette di continuare ad inseguire, a testa alta, il sogno playoffs.

Tra i grandi protagonisti di questa vittoria c’è stato Benjamin Conz, il quale si è rivelato essere in tutto e per tutto intrattabile durante i 60 minuti e 17 secondi di gioco!

Benjamin sta giocando la sua seconda stagione ad Ambrì e sta facendo cose sensazionali e rispetto al passato è pure molto più costante. Di fatto, la sua vera progressione è iniziata già durante la finale di playout della scorsa stagione contro il Kloten quando ha giocato un ruolo primario.

Grazie alle sue parate nei momenti chiave ed alla sua mentalità riesce a trasmettere moltissima sicurezza ai compagni di squadra. E questo è fondamentale per qualsiasi squadra. Ad Ambrì insomma, certamente non hanno un problema portieri… tanto più che la riserva di Benjamin Conz è un certo Daniel Manzato, altro portiere in grado di garantire prestazioni decisamente buone.

Jarno Kärki (EHC Bienne)

A volte si dice che è difficile trovare uno straniero efficace a questo punto della stagione… giusto? Nì. Vero che il mercato non offre moltissimo, ma c’è comunque la possibilità di scovare gemme preziose. Come Jarno Kärki, giocatore arrivato da poco a Bienne che ha già fatto capire di cosa è capace.

Anzitutto si crea parecchie occasioni da rete, è una macchinetta da tiro ed è capace di buttare il disco in fondo al sacco. Lo dimostrano le 3 reti segnate nelle due partite del fine settimana. Inoltre la sua fisicità gli permette di essere un giocatore preziosissimo nello slot. Senza dimenticare che, almeno fino ad ora, ha dato l’impressione di essere un valido giocatore anche difensivamente!

Insomma, a Bienne sembrano aver fatto centro. Jarno Kärki potrebbe essere uno di quei tasselli che mancava per cercare di ripetere – e magari anche migliorare – gli eccellenti risultati della scorsa stagione!

LA MENZIONE SPECIALE PER… MIGLIOR PRESTAZIONE ESTERNA STAGIONALE

SC Rapperswil-Jona Lakers

Il Rapperswil ha ottenuto a Friborgo la sua seconda vittoria stagionale in trasferta. Dopo aver vinto a Ginevra ad inizio Dicembre, si sono ripetuti alla BCF Arena.

Una vittoria che fa molto bene al morale in vista della finale dei playout. Già, perché non solo il Rapperswil ha vinto… ma ha fornito, a nostro parere, la miglior prestazione stagionale fuori casa! I boys di Jeff Tomlinson, specie nei primi due periodi di gioco, si sono dimostrati solidi in difesa e spietati sotto porta. Nel terzo periodo poi, non hanno panicato ed hanno portato a casa una meritata vittoria.

Insomma, occhio… il Rapperswil non è morto. Oltre ai recenti miglioramenti in casa, la squadra sta migliorando anche in trasferta!

LA MENZIONE SPECIALE PER… IL MURO DEL FUTURO

Sandro Aeschlimann (EV Zugo)

Tobias Stephan attualmente è insostituibile, chiaro. Però alle sue spalle c’è un portiere che si sta facendo un nome… stiamo parlando di Sandro Aeschlimann!

Il portierino 24enne, arrivato nel 2016 a Zugo dopo tre stagioni passate in Nord America giocando per gli Springfield Jr. Blues, i Dells Ducks  e l’Elmira College, proseguirà la sua carriera a Davos a partire dalla prossima stagione. Ma per intanto sta dimostrando grande personalità sostituendo molto bene Tobias Stephan.

Ha ancora margini di miglioramento, specie dal punto di vista dei rimbalzi concessi. Ma ragazzi, questo è davvero un bel portiere!

Come detto, proseguirà la sua carriera a Davos… A Zugo tuttavia, c’è già un altro fenomeno che scalpita nella EVZ Academy e che presumibilmente la prossima stagione sarà la riserva di Leonardo Genoni. Stiamo parlando di Luca Hollenstein, che ha fatto meraviglie agli ultimi Campionati del Mondo U20! Insomma, si lavora davvero bene nella Svizzera Centrale.

LA SORPRESA

Dominic Buchli (HC Davos)

Sabato sera a Langnau Dominic Buchli ha giocato 19a partita in LNA… ed ha trovato il suo primo punto in carriera nella massima divisione. Ha segnato il temporaneo 2-1 del Davos alla Ilfishalle!

Dominic è un 20enne difensore di belle speranze. La scorsa stagione era Capitano degli Juniori Élite degli Stambecchi mentre questa stagione si sta dividendo tra Ticino Rockets in LNB e Davos in LNA. Ha molti margini di progresso ma per intanto ha rotto il ghiaccio…

Ottimo lavoro!

LA DELUSIONE

Ginevra Servette HC

Il Ginevra Servette ha perso le sue due partite settimanali – dapprima ha perso in casa 3-5 contro il Langnau e poi in trasferta 0-1 dopo supplementari ad Ambrì – e vede i playoffs allontanarsi.

Premessa: in entrambi i casi, le Aquile non hanno fornito vere e proprie contro prestazioni. Però la realtà è che hanno perso due partite che non andavano perse in nessun modo perché le squadre davanti sembrano davvero non più aspettare…

Nulla è ancora perduto, chiaro. Il prossimo futuro tuttavia dice che la truppa di McSorley giocherà 4 delle prossime 5 partite in trasferta. Tre delle quali, sulle ostiche piste di ZSC Lions, Lugano e Berna. Insomma, come detto, le due partite di questa settimana non erano da perdere.

Inoltre, il Ginevra Servette non solo ha perso le partite… ma continua a perdere pezzi. I vari Berthon, Rod e Winnik sono usciti acciaccati dall’ultima partita giocata ad Ambrì. Il che conferma, una volta di più, che le Aquile stanno vivendo una stagione davvero sfortunata. O meglio, “Infortunata”…

Peccato, perché spesso e volentieri l’attitudine è buona. Peccato, perché questa squadra ha il potenziale per giocarsi i playoffs. Però tutto sembra stia andando a ramengo proprio nel momento cruciale della stagione…

Ci vorrà molto carattere per fare i playoffs. Ed allora… forza e coraggio, Aquile!

Advertisement