L’anno 2018 è dunque giunto al termine. Un anno solare che ci ha regalato moltissime emozioni e pure alcune delusioni.

Cos’hanno in comune l’hockey su ghiaccio ed il calcio? Sono entrambi sport, e fin quì ci siamo. Bisogna buttare un “oggetto” in un “rettangolo” per marcare un punto (o un gol)… per il resto tuttavia, sono due sport piuttosto diversi.

Detto questo, siccome noi ci occupiamo di hockey su ghiaccio e calcio, abbiamo voluto provare a fare un articolo che coinvolgesse entrambi gli sport. Una versione speciale di TOP & FLOP relativa all’anno solare 2018!


TOP – Campioni

ZSC Lions & BSC Young Boys

Una squadra è di base a Zurigo, l’altra a Berna. ZSC Lions e BSC Young Boys sono stati incoronati Campioni Svizzeri durante l’anno solare che volge al termine!

Da una parte, gli ZSC Lions. Alla vigilia della stagione 2017-18 i Lions erano tra i favoriti per la conquista del titolo. Per come però si è svolta la Regular Season, era difficile immaginare che avessero potuto conquistare il titolo. Ed invece, grazie ad una cavalcata trionfale durante i playoffs, lo Zurigo è tornato a festeggiare il titolo di Campione Svizzero dopo tre stagioni di pausa!

Dall’altra parte, lo Young Boys. Gli eterni secondi che non vincevano un titolo dalla stagione 1985-86! La truppa diretta da Adi Hütter è stata protagonista di un campionato strepitoso, specialmente nella seconda parte di stagione. Si dirà che lo Young Boys ha conquistato il titolo soprattutto perché il Basilea ha fallito completamente la stagione… No. I Giallo Neri hanno finalmente raccolto i frutti del duro lavoro!


TOP 3 Personaggi – Hockey su Ghiaccio

Kevin Klein (ZSC Lions)

Kevin Klein aveva disputato una Regular Season discreta. Si vedeva che aveva qualità al di sopra della media… ma non riusciva ad esprimerle appieno. Poi però, nel finale di stagione e nei playoffs, è diventato in tutto e per tutto determinante, dominante ed impressionante!

Maxim Lapierre (HC Lugano)

Maxim Lapierre lo si ama o lo si odia. I tifosi del Lugano, evidentemente, lo amano. È il giocatore più determinante della National League in termini di leadership e personalità. Il Lugano non ha vinto il campionato, ma ha concluso la stagione a testa altissima!

Antti Törmänen (Allenatore, EHC Bienne)

Antti Törmänen ha fatto compiere il penultimo passo al Bienne per diventare una grande squadra. Da quando è arrivato, ha trasformato i Seeländers da una “bella promessa” ad una “fantastica realtà”. Questo appunto, è stato il penultimo passo. L’ultimo, sarà la conquista del titolo.


TOP 3 Personaggi – Calcio

Guillaume Hoarau (BSC Young Boys)

Guillaume Hoarau è un giocatore con qualità ben al di sopra della media in Super League. Spesso nel passato, giocatori di tale calibro sono venuti in Svizzera a svernare… lui invece, ha preso a cuore in tutto e per tutto la causa Young Boys ed è stato un vero trascinatore!

Gerardo Seoane (Allenatore, FC Lucerna & BSC Young Boys)

Gerardo Seoane si è dimostrato immediatamente un grandissimo allenatore. Dapprima ha portato il Lucerna dall’8° al 3° posto finale… in seguìto, ha trasformato lo Young Boys da “grande squadra” a “schiacciasassi”. Sentiremo parlare moltissimo di lui!

Mohamed Elyounoussi (FC Basilea)

Mohamed Elyounoussi era un giocatore fuori categoria… magari a volte sembrava pure spocchioso, ma le sue qualità sono immense ed hanno aiutato il Basilea a concludere la scorsa stagione al 2° posto. Le sue prestazioni, gli sono valse la chiamata del Southampton in Premier League.


Hockey su ghiaccio – LA MENZIONE SPECIALE PER…

IL FUORICLASSE – Dominik Kubalik (HC Ambrì-Piotta)

Già la scorsa stagione si capiva che Dominik Kubalik era un giocatore con qualità sopra la media. Questa stagione poi, si sta rivelando essere uno di quei giocatori che è meglio goderseli fin che si può. Perché certi giocatori, non restano molo in Svizzera.

LA PROMOZIONE – SC Rapperswil-Jona Lakers

Il Rapperswil è stato promosso in National League dopo tre stagioni passate in LNB. Inoltre, durante il 2018, i boys di Jeff Tomlinson hanno pure conquistato la Coppa Svizzera! Un anno da ricordare… fino a primavera. Già, perché ora i Lakers stanno faticando dannatamente.

COSÌ VICINO, EPPURE COSÌ LONTANO – SCL Tigers

Ancora una volta i Langnau Tigers sono arrivati così vicini, eppure così lontani, alla qualificazione per i playoffs. Il club dell’Emmental tuttavia sta svolgendo un lavoro egregio ed anche grazie a Heinz Ehlers, prima o dopo ce la faranno ad entrare tra le prime 8! Magari già questa stagione.


Calcio – LA MENZIONE SPECIALE PER…

GENIO INCOMPRESO – Matteo Tosetti (FC Thun)

La scorsa stagione era una macchina da assist e le sue prestazioni erano sublimi. A nostro parere, le prestazioni gli sarebbero valse la chiamata di una squadra estera. Così non è stato… ma il duro lavoro, in una società seria come il Thun, alla lunga pagherà!

PERICOLO SCAMPATO – Maurizio Jacobacci (Allenatore, FC Sion)

Maurizio Jacobacci ha avuto il grande merito di salvare il Sion e di riportare entusiasmo in Vallese! Purtroppo poi proprio alla vigilia dell’autunno è stato licenziato… ed in molti, a Sion, non sono stati convinti che sia stata la scelta giusta. Anche se Murat Yakin, va detto, sta facendo un ottimo lavoro.

MA CHE MI COMBINI?! – FC Losanna-Sport

Lo scorso inverno di questi tempi, il Losanna era tranquillamente al 6° posto in classifica a soli 6 punti dallo Zurigo 3° in classifica. Poi, durante la primavera 2018, tutto è andato a ramengo… ed i Vodesi sono stati retrocessi. Auguri per una pronta risalita, c’è un nuovo stadio da inaugurare in Super League!


LA DELUSIONE – Hockey su ghiaccio

EHC Kloten

Dopo 56 stagioni passate al massimo livello dell’hockey Svizzero, di cui 5 concluse da Campioni Svizzeri, il Kloten è stato retrocesso… Gli Aviatori nel passato recente avevano problemi finanziari ma era quasi impensabile avere una LNA senza di loro. Ed invece è successo. Auguri per un pronto ritorno dove meritano di essere!


LA DELUSIONE – Calcio

FC Basilea

Vero che il Losanna è retrocesso… ma nell’insieme, la delusione più grande è stata il Basilea nonostante il secondo posto in classifica. Nel giro di pochi mesi, il club di maggior successo in Svizzera è stato capace di gettare al vento l’incredibile mentalità vincente costruita negli anni. Il potenziale per tornare al vertice c’è tutto, ma il lavoro non manca!


Bene ragazzi, questo è stato il nostro ultimo articolo del 2018. Abbiamo voluto provare, per una volta, a mischiare entrambi gli sport che seguiamo con passione. Non sappiamo se quest’idea sarà da voi apprezzata… forse la ritenete in tutto e per tutto una vera boiata. Speriamo di no. Ma nel caso, sarà una cosa che non riproporremo 🙂

Poi certo, questo articolo ha moltissimi limiti. Ci sarebbero infatti tantissimi altri personaggi che avrebbero meritato una menzione. Noi abbiamo scritto “di getto”, cercando di essere il più obiettivi possibile. Come sempre.

Tantissimi auguri a tutti voi, appassionati di hockey su ghiaccio e calcio, a tutte le squadre Svizzere ed a tutti i giocatori che ci fanno emozionare ad ogni partita!

A presto! Almeno fino al termine di questa stagione noi ci saremo. Poi, pensando al 2019, il nostro desiderio è che possiamo continuare ad esistere.

Se così non sarà, ne approfittiamo già ora per augurarvi un buon 2020… con un anno di anticipo 🙂

Vogliamo migliorarci continuamente, vogliamo cercare di fare meno errori possibili. Vogliamo crescere e diventare professionali. Ma non vogliamo snaturarci totalmente. Andrebbe contro i nostri principi. E, che ci crediate oppure no, siamo una coppia – due persone – con principi ben saldi.

A volte siamo felici, a volte siamo tristi. E allora? Magari a volte riuscite a leggere tra le righe i nostri sentimenti nei nostri articoli. Ma questo ci fa sentire Persone e non macchinette.

Crediamo, e speriamo, che il nostro essere “naturali” e non venderci per quello che non siamo, è uno dei motivi per cui il numero di voi che ci seguite è in costante aumento.

Damiano Cansani, Barbara Kurdziel

Advertisement