4a Settimana – 08.10.2018 – 14.10.2018

Vediamo quali sono i nostri TOP & FLOP della prima settimana!


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

I Langnau Tigers hanno vissuto una settimana da sogno e si trovano ora al 3° posto in classifica!

Dapprima i Tigrotti si sono imposti per 2-0 a Rapperswil grazie all’esperienza ed all’astuzia. In seguito, hanno fornito una prestazione maiuscola in casa contro il Berna ed hanno sconfitto gli Orsi per 3-1.

Per la prima volta in stagione la truppa di Heinz Ehlers vince due partite consecutive. Ma sono risultati tutt’altro che casuali.

Il Langnau infatti, sin dall’inizio della stagione, a parte rare eccezioni fornisce prestazioni di ottimo livello. La squadra dell’Emmental propone un hockey solido, piuttosto efficace e pure a trazione anteriore. Alla faccia di chi insiste a definire Heinz Ehlers un difensivista, tié!

Non è certo il momento di fare voli di fantasia. L’obiettivo del Langnau era quello di lottare fino alla fine per agguantare un posto tra le prime 8 e tale obiettivo non cambia. Però di certo è piacevole vedere come questa squadra stia smentendo tutti i pronostici di inizio stagione. Quei pronostici che vedevano i Tigrotti combattere testa a testa con il Rapperswil per l’ultimo posto in classifica.

Heinz Ehlers ha iniziato ormai da un po’ un lavoro profondo. Dapprima ha stabilizzato la difesa, con ottimi risultati. Poi ha iniziato a far diventare la sua squadra man mano più offensiva e determinata. Anche in questo caso, con ottimi risultati. Ora manca l’ultimo passo…

Quello di acquisire una mentalità vincente. Il che aiuterebbe, qualora il Langnau sarà ancora in lotta per la qualificazione ai playoffs fino alla fine della Regular Season, a fare la differenza nel momento chiave. Alcuni passi in tale direzione sono comunque già stati fatti… in tal senso infatti, vanno lette le vittorie meritate – e sototlineamo “meritate” – ottenute contro ZSC Lions e Lugano in trasferta e Berna in casa.

Ovviamente sarà difficile mantenere questo livello per tutta la stagione. Ma intanto a Langnau i tifosi gongolano. A giusta ragione. Ed intanto, il Langnau è la nostra squadra TOP della settimana.

Bravi, Tigrotti!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Jérôme Bachofner (ZSC Lions)

Gli ZSC Lions ancora non convincono appieno dal punto di vista delle prestazioni. Ma il Leone pian piano si sta risvegliando… come dimostrano i risultati di questa settimana. Vittoria per 3-2 in rimonta a Davos e successo per 2-0 in casa con il Losanna. I miglioramenti ci sono. La difesa è molto solida ed i giocatori forniscono prestazioni individuali vieppiù convincenti.

Proprio come Jérôme Bachofner. L’attuale Top Scorer dei Campioni in carica!

Il 22enne attaccante dei Lions è “on fire”! A Davos ha segnato l’importantissimo gol del 2-2 ed ha pure servito 2 assists. In casa con il Losanna poi, ha segnato il fondamentale gol del 2-0 che si è poi rivelato essere il gol vittoria.

Le sue prestazioni migliorano di partita in partita. Inoltre, questa stagione riesce pure a mettere a referto punti con regolarità. Basti pensare che in sole 9 partite ha già battuto il suo record di punti!

Ottimo lavoro, Jérôme!

Tanner Richard (Ginevra Servette HC)

Il Ginevra Servette si conferma infallibile in casa – due partite due vittorie questa settimana contro Losanna e Friborgo Gottéron – ma altrettanto inefficace fuori casa. La sconfitta rimediata a Bienne Venerdì sera è stata la 5a consecutiva in trasferta e di fatto le Aquile sono, con Rapperswil e Lugano, l’unica squadra a non aver ancora ottenuto punti in trasferta.

Ad ogni modo uno dei grandi protagonisti questa settimana è stato Tanner Richard. Il quale, sotto le ali di McSorley, si è riscoperto un giocatore in tutto e per tutto devastante.

Con il Losanna grazie alla sua personalità e determinazione ha messo a segno i due rigori decisivi. Contro il Bienne, così come tutta la squadra non ha saputo fare la differenza, ma poi Sabato sera contro il Gottéron è stato ancora una volta determinante. Vincendo, tra l’altro, l’ingaggio decisivo a 23 secondi dal termine che ha portato al gol vittoria di Henrik Tömmernes.

Insomma, non solo bravo ma anche decisivo. Senza dimenticare che riesce sempre ad alzare il livello di gioco dei suoi compagni di linea. Non per niente, Chris McSorley lo ha affiancato ai due nuovi stranieri…

Toni Rajala (EHC Bienne)

Il Bienne è reduce da una settimana tutto sommato discreta. Dapprima ha fornito l’ennesima eccellente prestazione stagionale ed ha vinto 5-1 in casa contro il Ginevra Servette e poi ha perso, pagando forse un eccesso di confidenza nei propri mezzi, per 2-4 a Zugo nonostante la buona partita giocata.

Nell’insieme ad ogni modo, Toni Rajala è in grande forma. Niente di nuovo, dopo tutto… l’attaccante Finlandese del Bienne ha messo a referto anche questa settimana 3 punti (1 gol) ed è stato un pericolo costante per gli avversari. Una sorta di pericolo pubblico numero 1!

Toni ha ormai preso pienamente le misure del campionato Svizzero ed è uno degli stranieri più decisivi. Ha un tiro impressionante – a tratti è una macchina da tiro – ed è pure capace di regalare ai tifosi momenti di hockey spettacolo. Ultimamente poi, si è pure riscoperto un uomo assist…

Non per niente, è attualmente secondo nella classifica marcatori di National League. Non per niente, è il giocatore che ha segnato più gol in assoluto. Non per niente, i tifosi del Bienne lo adorano!

LA MENZIONE SPECIALE

Tim Bozon (Ginevra Servette HC)

C’è un giocatore del Ginevra Servette che fino ad ora in 10 presenze ancora non ha fatto finire il suo nome sul tabellino dei marcatori anche se lo meriterebbe davvero.

È un figlio d’arte… suo padre è una leggenda a Ginevra. È un giocatore dal grandissimo potenziale che fino ad ora è stato molto sfortunato nella sua carriera. Si chiama Tim Bozon!

Tim ci sta mettendo l’anima in ogni singolo cambio ed è un piacere vedere che sembra aver ritrovato le migliori sensazioni. La fortuna per ora non lo assiste sotto porta… ma se lo meriterebbe. Se lo meriterebbe davvero.

Dai, Tim!

LA MENZIONE SPECIALE 2

La 4a linea del Bienne

Il successo del Bienne ha tanti segreti. Uno di questi, è certamente la quarta linea offensiva. Quella formata da Jan Neuenschwander, Fabian Lüthi e Julian Schmutz.

Venerdì sera in casa contro il Ginevra, Neuenschwander ha segnato una doppietta in entrambi i casi assisito dai suoi due compagni di linea. E pure Sabato sera a Zugo, nonostante i tre giocatori abbiano finito la partita con un bilancio di “-2”, in fase offensiva hanno saputo rendersi pericolosi collezionando in totale ben 8 tiri in porta!

Insomma, questo “trio” forma forse la più forte quarta linea offensiva in National League. Bravi!

LA SORPRESA

Patrick Incir (HC Ambrì-Piotta)

L’Ambrì-Piotta ha giocato una sola partita questa settimana… ma che partita! I boys di Cereda infatti, Venerdì sera si sono imposti per 5-0 ed hanno stritolato il Davos fornendo una prestazione davvero ottima.

Da notare che, al minuto 28:03, Patrick Incir ha messo a segno il 4-0 che è anche stato il suo primo gol stagionale. Il 3° in carriera in National League. Siamo certi che questo ha fatto molto piacere ai tifosi.

Il prodotto del vivaio Leventinese, 24 anni, la scorsa stagione si era diviso tra Ambrì-Piotta e Ticino Rockets. Quest’anno Luca Cereda sembra invece averlo inserito in pianta stabile nella sua squadra e lui lo sta ripagando con buone prestazioni. Il suo gol poi, è stata la ciliegina sulla torta. Non sarà l’ultimo.

LA DELUSIONE

SC Rapperswil-Jona Lakers

Ok, criticare il Rapperswil è come sparare sulla croce rossa. Detto onestamente, al momento attuale e date le condizioni, i Lakers non possono fare più di così.

Ancora una volta questa settimana la neo-promossa ci ha messo l’anima inizialmente. Poi però, la maggior esperienza e qualità degli avversari – nel caso Langnau e Lugano – ha fatto la differenza. Ed i Lakers hanno concluso la settimana con 2 partite, 0 punti e 0 gol segnati…

Il Rapperswil è quasi commovente. Così come commoventi sono i loro tifosi che incitano la loro squadra dall’ingaggio d’inizio fino alla sirena finale indipendentemente dal risultato finale. E questo è un bellissimo spot per lo sport.

Però la realtà è che la National League è dura, molto dura… e continuando così, il rischio è che la bella avventura possa durare una sola stagione. C’è bisogno di fare il pieno di fiducia ma non è semplice. Servono risultati.

La realtà è che sembra solo il mercato possa aiutare questa squadra a crescere. E la realtà è che il Rappi è la nostra delusione della settimana.

Forza e coraggio!

Advertisement