Grasshopper Club Zurigo – FC Lugano 2-1 – Resoconto Partita Giornata 10

0
5398
Advertisement

Grasshopper Club Zurigo – FC Lugano 2-1

Il nostro resoconto, il giocatore chiave, i riflessi filmati e le statistiche della partita.


LA PARTITA

Il Grasshopper ottiene una vittoria 2-1 contro il Lugano. Un successo cruciale, anche se solo a livello morale, per le Cavallette che si portano al 9° posto in classifica.

Il pomeriggio del Letzigrund, detto francamente, è stato triste. Al momento attuale Grasshopper e Lugano sono forse le due squadre che giocano il peggior calcio della Super League. Con tutto il rispetto, ovviamente. Inoltre… sono due squadre in chiara mancanza di fiducia che hanno giocato in uno stadio praticamente deserto. Sigh…

La realtà è che sono stati 90 minuti complessivamente di basso livello. Anche se la partita sembrava poter regalare emozioni sin dall’inizio.

Dopo soli 6 minuti infatti Heinz Lindener, uno dei migliori portieri della Super League, la combina groossa e permette ad Alexander Gerndt di servire Mattia Bottani in quale porta in vantaggio il Lugano. Che inizio. Che botta di fiducia per la squadra del nuovo allenatore Fabio Celestini!

Advertisement

Poi però il Grasshopper reagisce… niente di che. Ma abbastanza per far panicare il Lugano che, tra l’11° ed il 21° minuto di gioco regala alle Cavallette due reti. Dapprima Miroslav Covilo è sfortunato ad insaccare la rete nella propria porta. In seguito, Raphael Holzhauser ha dato il vantaggio ai padroni di casa su calcio di rigore!

Da quel momento in poi, la partita diventa bruttina. La truppa di Fink disputa nell’insieme un discreto primo tempo. Mentre i boys di Celestini si risvegliano nella ripresa. Si risvegliano, si fa per dire… perché sono molto, troppo – parafrasando il nuovo mister – timidi. Le occasioni per pareggiare ci sono state, ma la mancanza di fiducia e personalità ha fatto il resto.

Mancanza di fiducia che non si è tramutata in carica agonistica nemmeno al 66° minuto, quando Sigurjónsson ha calciato sul palo il secondo rigore di giornata per il Grasshopper. E se nemmeno in quei casi scatta la scintilla che gira il “momentum” della partita a tuo favore… significa davvero che l’encefalogramma è piatto.

Brutta partita. Al Grasshopper la gioia di 3 cruciali punti. Ma anche le Cavallette possono proprio essere contente solo per quello.

IL GIOCATORE

Arlind Ajeti (Grasshopper Club Zurigo)

Dura scegliere un migliore… Arlind Ajeti tuttavia, ha fornito una solida prestazione difensiva.

STATISTICHE PARTITA

grasshopper club zürich – fc lugano 2-1, 07.10.2018 super league match stats
Advertisement