Advertisement

Una sola vittoria casalinga… due vittorie in trasferta, due pareggi…

Vediamo quali sono i nostri TOP & FLOP della settimana!


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

Il Sion mette finalmente fine alla sua serie di 5 sconfitte consecutive ed ottiene la prima vittoria dall’arrivo di Murat Yakin.

I Vallesani a Lucerna hanno giocato un’ottima partita. Si sono dimostrati molto organizzati, solidi in difesa, precisi sotto porta e ci hanno messo molto impegno. Tutti fattori che promettono bene per il futuro di questa squadra che ha davvero tanto potenziale inespresso. E può contare su alcuni giovani “gemme” che sono pronte ad esplodere da un momento all’altro.

C’è qualcosa che ci ha colpito comunque alla Swissporarena…

Advertisement

Il Sion evidentemente, viste le circostanze, è (era?) una squadra “fragile”. I giocatori, viste le 5 sconfitte consecutive, erano evidentemente sfiduciati. Eppure… quando al minuto 62 erano avanti per 0-2 e Filip Urginic ha accorciato le distanze per il Lucerna, la squadra non si è lasciata andare. Non ha panicato. Ed anzi, brevissimo volgere di due minuti ha ristabilito il doppio vantaggio e, di fatto, ha vinto la partita.

I 3 punti conquistati a Lucerna sono di quelli che fanno bene, molto ma molto bene al morale. Ora la speranza in Vallese è che la squadra possa disputare un secondo turno all’altezza delle aspettative… senza dimenticare che la Super League, nel bene e nel male, è letteralmente pazza. Il Sion infatti, nonostante tutto è a soli 6 punti dallo Zurigo secondo in classifica…

Insomma, non è il momento di fare “voli di fantasia”. Questa squadra è schizofrenica e ci ha abituato ad essere capace di tutto ed il contrario di tutto. Considerando il potenziale tuttavia, c’è ancora tutto il tempo per disputare un campionato ad alti livelli. Buona fortuna, Sion!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Laurent Walthert (Neuchâtel Xamax FCS)

Il Neuchâtel Xamax ha conquistato un punto fondamentale a Zurigo che gli permette di concludere il primo turno al 9° posto in classifica…

La partita del Letzigrund si è conclusa sullo 0-0… La neo-promossa aveva iniziato discretamente, ma la sfida si è ben presto trasformata in una sorta di “FC Zurigo contro Laurent Walthert”!

Il portiere e Capitano dei Neocastellani ha fornito una prestazione “s t r a o r d i n a r i a”! Grazie ai suoi interventi ha frustrato gli attaccanti dello Zurigo ed ha permesso alla sua squadra di conquistare un punto. L’impressione era che, fosse anche la partita proseguita per altri 180 minuti, Laurent Walthert avrebbe preso anche le mosche… Bravo!

Tranquillo Barnetta (FC San Gallo)

Ma guarda un po’ chi si rivede… Tranquillo Barnetta!

Il “figliol prodigo” è entrato nella ripresa rimpiazzando Leonel Mosevich quando il San Gallo era sotto per 0-1 in casa contro il Grasshopper e stava giocando piuttosto male. Come spesso capita, tuttavia, il San Gallo almeno 45 minuti di buon livello li gioca. E così è stato anche Sabato sera…

Nel secondo tempo la truppa di Zeidler, trascinata da uno strepitoso Tranquillo Barnetta, ha letteralmente dominato le Cavallette nel secondo tempo ed ha vinto 2-1. Grazie proprio ad una doppietta del suo numero 10… La speranza è che la prestazione di Barnetta non sia stata un fuoco di paglia. Perché il San Gallo ha bisogno di lui… e lui può diventare un vero asso nella manica.

Miroslav Kovilo (FC Lugano)

Spesso abbiamo voluto sottolineare in passato come, secondo noi, al Lugano mancasse un giocatore di spiccata personalità. Uno di quei giocatori capaci di indicare la via ai compagni nei momenti complicati e capace di cambiare le sorti di una partita praticamente da solo.

La squadra si è già dimostrata più volte unita ed ha mostrato tantissimo carattere. Però a volte, un singolo può davvero fare la differenza. E semplificare le cose…

Ecco, Miroslav Covilo ha colmato la lacuna di cui sopra! Lo ha dimostrato ancora una volta contro il Basilea… Sotto per 0-2 dopo 5 minuti di secondo tempo, Miroslav ha trascinato i compagni verso una fantastica rimonta ed un punto importantissimo.

Un giocatore in grado di fare la differenza!

MENZIONE SPECIALE

Miralem Sulejmani (BSC Young Boys)

Lo Young Boys ha vinto per 4-1 a Thun ma, contrariamente a quanto farebbe pensare il risultato, la partita è stata piuttosto equilibrata. Soprattutto nel primo tempo.

Il Thun è stato in grado di mettere in difficoltà la capolista. Era una di quelle partite insomma, in cui il colpo del fuoriclasse può fare la differenza… ed allora, non a caso, Miralem Sulejmani ha brillato!

Ha servito ottimamente Jean-Pierre Nsamé per il gol dell’1-0… e poi, dopo che il Thun aveva pareggiato, ha segnato con grande freddezza alla mezz’ora il rigore che si è poi rivelato essere il gol vittoria. Se hai bisogno di un fuoriclasse… beh, c’è Miralem!

LA DELUSIONE

Grasshopper Club Zurigo

Il Grasshopper continua a deludere… colleziona la sua 6a sconfitta stagionale e conclude il primo turno al 10° ed ultimo posto in classifica…

Proprio non riescono a decollare le Cavallette. Anche a San Gallo, nonostante abbiano trovato il gol del vantaggio nel primo tempo, hanno avuto pochi argomenti da proporre nel momento in cui gli avversari hanno aumentato il loro livello di gioco.

Il campionato è ancora lungo… nel bene e nel male. Di certo, il Grasshopper deve fare meglio se vuole evitare di concludere all’ultimo posto. E deve fare molto, ma molto, meglio, se vuole evitare il 9° posto sinonimo di spareggio.

Buona fortuna, Cavallette!

Advertisement