Advertisement

Proseguiamo con le presentazioni delle squadre di National League…

Losanna HC… una stagione da vendicare!

La città di Losanna, i tifosi e la squadra sono tutti in trepidazione per l’arrivo della nuova Patinoire de Malley previsto per Settembre 2019… Ma prima di tutto questo, c’è una stagione da giocare. E c’è una stagione da vendicare… La squadra ha tutto ciò che serve per farlo.

Tuttavia, il Losanna già la scorsa stagione si era presentato ai nastri di partenza con l’impressione che aveva tutto per disputare una grande annata. Ancora migliore di quella precedente. Ed invece, per una miriade di motivi, i Leoni Vodesi hanno addirittura mancato l’accesso ai playoffs.

Quest’anno c’è grande voglia di tornare a prendere parte al grande ballo delle 8 qualificate per i playoffs. E poi chissà…

L’OBIETTIVO

Sulla carta il Losanna ha tutto per disputare una grande stagione ed andare fino in fondo. Anche se realisticamente, la semi-finale sarebbe già un grande risultato. Tante cose sono cambiate in riva al Lemano… teoricamente, molte in positivo.

La speranza è quella che la stagiona possa iniziare subìto bene. In tal caso, grazie alla fiducia conquistata, i Leoni Vodesi possono giocare un ruolo da grandi protagonisti. Se le cose dovessero non decollare invece… il rischio è di fare una stagione fotocopia della scorsa.

Nostra previsione RS: 4°-9°

I PUNTI DI FORZA

La qualità

Advertisement

In ordine sparso e solo per nominarne alcuni… Genazzi, Grossmann, Junland, Lindbohm. E ancora… Bertschy, Froideveaux, Herren, Jeffrey, Kenins, Mitchell, Vermin, Zangger… Ragazzi, sulla carta il Losanna ha una squadra davvero forte! La società non ha lesinato spese e si è pure assicurata Tobias Stephan per la prossima stagione. L’unica incognita è Ville Peltonen. L’ex fenomeno del Lugano ha dimostrato di saperci fare quale assistente allentaore. Sembra essere portato per fare anche l’allenatore principale. Ma sarà poi davvero così? Indipendentemente da questo, il Losanna ha qualità. Tanta qualità!

La voglia di rivincita

La scorsa stagione le aspettative a Losanna erano altissime. I Leoni erano reduci da una stagione 2016-17 entusiasmante e conclusa ai quarti di finale contro il Davos. Le aspettative tuttavia si sono scontrate con un’amarissima realtà. Infortuni, risultati negativi, confusione… ed il Losanna ha addirittura mancato i playoffs. C’è quindi tantissima voglia di rivincita, sia tra i giocatori che tra i tifosi e la società. E la voglia di rivincita potrebbe essere proprio il “jolly” che serve ai Vodesi per disputare una stagione ad altissimi livelli.

La propulsione offensiva

Il Losanna la scorsa stagione ha avuto molti problemi in difesa. E di conseguenza, si è pensato a rinforzare il reparto con giocatori utili alla causa. Allo stesso tempo, l’attacco sembra essere il punto di forza principale della squadra. La qualità dei giocatori è alta e potenzialmente la truppa di Peltonen potrebbe diventare uno schiacciasassi specialmente nelle situazioni di superiorità numerica. Crediamo insomma che il “gol” sarà l’ultimo dei problemi per la squadra in questa stagione.

I PUNTI DEBOLI

I portieri

Sandro Zurkirchen e Luca Boltshauser sono due ottimi portieri e dovrebbero garantire una certa solidità. Tuttavia, entrambi già sanno che la prossima stagione ci sarà posto solamente per uno di loro visto l’arrivo di Tobias Stephan. Ville Peltonen insomma, ha una bella gatta da pelare. Zurkirchen e Boltshauser vorranno fare di tutto per mettersi in mostra. Fors’anche per cambiare squadra, in quanto non crediamo che ai due piaccia l’idea di fare il secondo a Stephan… allo stesso tempo, la pressione su di loro è molta. E la pressione non è mai una buona alleata dei portieri.

Le aspettative

Le aspettative sono molto alte nel Canton Vaud. Erano già alte la scorsa stagione… ma questa stagione lo sono ancor di più anche perché il club non ha lesinato alcuno sforzo finanziario per rinforzare la squadra. Tutto bello, sulla carta. Il problema è che nei momenti negativi la pressione salirà alle stelle. E, anche memori della scorsa stagione, i tifosi non perdoneranno facilmente lunghe striscie di risultati negativi. Tante aspettative significa tanta pressione. Tanta spesa significa voler ottenere risultati. La scorsa stagione il Losanna ad un certo punto ha “panicato” e non ne è più uscito. E quest’anno?

L’esperienza

Il Losanna ha tutto per fare bene. Sia dentro che fuori dal ghiaccio. Ci sono gli uomini giusti al posto giusto. Ma manca qualcosa… l’esperienza. Quella che si guadagna solo nel tempo e grazie ai risultati. L’esperienza ti permette di gestire al meglio i momenti negativi. Ti permette di sapere quando è il caso di fare dei cambiamenti. E ti permette di prepararti al meglio per le “fasi calde” della stagione. La scorsa stagione a nostro parere il Losanna ha pagato la mancanza d’esperienza. Quest’anno? La speranza nel Canton Vaud è che si siano fatti dei passi avanti. Una brutta stagione come la scorsa dopo tutto, dovrebbe aver insegnato parecchio in tal senso.

IL MERCATO

A Losanna sono arrivati Robin Grossmann, Tim Traber, Christoph Bertschy, Ronalds Kenins, Luca Boltshauser, Robin Leone, Torrey Mitchell e Petteri Lindbohm. Senza dimenticare Tobias Stephan, che raggiungerà il club la prossima stagione. Senza dimenticare il nuovo allenatore Ville Peltonen. In uscita invece, per motivi diversi, da segnalare Johnny Kneubuehler, Nicklas Danielsson, Alain Miéville, Cristobal Huet, John Gobbi, Florian Conz, Harri Pesonen, Sven Ryser, Eric Walsky, Matt Frattin e Martin Gernat…

Vi siete persi? Anche noi… Il Losanna ha cambiato tantissimo. Si è rinforzato in difesa ed in solidità ma ha perso giocatori carismatici e storici come John Gobbi, Florian Conz e Cristobal Huet. Senza dimenticare il ritiro di Sven Ryser, giocatore sempre importante.

Eppure nell’insieme, secondo noi il Losanna quest’anno è una squadra più quadrata. E anche più forte.

IL GIOCATORE CHIAVE

Joël Vermin

Joël Vermin è stato piuttosto sfortunato la scorsa stagione… Eppure ha già fatto capire di poter essere un giocatore chiave. Lo può diventare ancora di più quest’anno a patto di rimanere sano. Ha delle qualità ben al di sopra della media e potenzialmente potrebbe valere quanto uno straniero. Può davvero trascinare il Losanna ai risultati sperati.

LA POTENZIALE SORPRESA

Sandro Zangger

C’erano molte aspettative la scorsa stagione attorno a Sandro Zangger. L’ex giocatore dello Zugo invece, per molteplici motivi, ha forse reso meno di quanto la gente si sarebbe aspettato. Anche lui evidentemente ha pagato a caro prezzo la stagione deludente di tutta la squadra. Però questo attaccante ha le potenzialità per fare molto bene. E potrebbe diventare la sorpresa stagionale dei Leoni Vodesi!

IL CALENDARIO

Spesso e volentieri, l’inizio della stagione è fondamentale. È proprio durante le prime partite che una squadra guadagna certezze e confidenza nei propri mezzi. E la fiducia, in un contesto equilibrato come di questi tempi, è un fattore che può davvero fare la differenza.

Un inizio di fuoco per il Losanna… I Vodesi inizieranno la stagione a Friborgo e poi ospiteranno Bienne e Ginevra Servette. Boom! Di certo la truppa di Peltonen non avrà bisogno di tempo per entrare in pieno clima campionato. Tre partite e tre avversari subìto rivali!

In seguito, il Losanna giocherà a Lugano, poi ospiterà lo Zugo ed andrà a Rapperswil a visitare la neo-promossa.

Nell’insieme, un calendario “non male” per questa squadra che deve vendicare la scorsa stagione ed ha un bisogno immenso di fiducia.

Buona stagione, Losanna HC!

Advertisement