I nostri TOP & FLOP della settimana hockeystica – 24 Dic. 2017

0
599

Ogni settimana vi proponiamo i nostri TOP & FLOP. La squadra migliore, i giocatori che in un modo o nell’altro hanno lasciato il segno, la sorpresa ed infine la delusione…

TOP

Il Ginevra Servette è in grandissima forma e si regala per Natale un’ultima settimana di 2017 da sogno!

Le Aquile hanno dapprima battuto l’Ambrì-Piotta in casa per 4-2, poi si sono imposte sempre in casa contro il Kloten per 4-1 ed infine sono andate ad ottenere un prestigioso successo per 4-3 a Zurigo!

Questi risultati hanno permesso ai boys di Woodcroft, almeno per qualche ora dopo Venerdì sera, di essere al 4° posto in classifica. Insomma che dire?! Impressionante!

Il Ginevra Servette dopo un inizio complicato sembra aver trovato una sua identità e dimensione. Ma quello che più ci ha colpito, è la sicurezza nei propri mezzi con cui la squadra gioca un hockey semplice ma efficace.

Senza poi dimenticare che l’attitudine è ora quella giusta. Tutti i giocatori si aiutano a vicenda e lo spirito di sacrificio è ai massimi livelli.

Di certo giocatori come Stéphane Da Costa e Tanner Richard stanno aiutando molto per alzare il livello. Ma fare nomi sarebbe ingeneroso in questo momento… Perché le Aquile hanno ricominciato a volare. E lo hanno fatto specialmente grazie ad uno spirito di gruppo che permette ai tifosi di essere molto ottimisti per il futuro.

I PERSONAGGI

Antti Törmänen (Allenatore, EHC Bienne)

Il Bienne meriterebbe di essere lassù al TOP tanto quanto il Ginevra Servette, ma lo “declassiamo” semplicemente per il fatto che i Seeländers hanno giocato solamente due partite.

Ma che partite! Dapprima hanno vinto una partita cruciale a Langnau per 4-1, ed in seguito sono andati ad imporsi autorevolmente alla Resega contro il Lugano.

Fare nomi è ingeneroso e pure ingiusto. Tutta la squadra si è espressa su ottimi livelli. Ed allora noi premiamo il nuovo allenatore Antti Törmänen!

Il suo compito era molto complicato sin dall’inizio… Infatti le 5 vittorie su 6 partite ottenute sotto le ali di Martin Steinegger, avevano alzato non di poco le aspettative nei suoi confronti. Ed il rischio di rimediare qualche sconfitta era dietro l’angolo… Lui invece ci ha messo poco ad entrare nei cuori dei tifosi, anche dei più scettici!

Il Bienne è un piacere da vedere, ed i giocatori stanno dando il massimo proponendo un gioco veloce ed un grande spirito di gruppo. Insomma, un sereno Natale!

Joren van Pottelberghe & Gilles Senn (HC Davos)

Nominiamo in coppia i due portieri del Davos, grandi protagonisti della bella settimana vissuta dai boys di Del Curto!

Non esiste un titolare, ed entrambi hanno giocato praticamente lo stesso numero di partite (18 e 19). Entrambi tuttavia, a volte vengono definiti poco esperti. E poco affidabili data la loro giovane età.

Arno Del Curto se ne infischia e va avanti per la sua strada. Giustamente. Ed i due giovani portieri, questa settimana hanno messo a referto uno shutout a testa! Vero che Langnau ed Ambrì-Piotta hanno reso la loro vita “relativamente” semplice. Ma le loro prestazioni sono state impeccabili.

Bravi a tutti e due!

Mark Arcobello (SC Berna)

Il Berna si è definitivamente ripreso ed ha vinto tutte e 3 le sue partite settimanali. Dapprima gli Orsi si sono imposti per 2-0 contro il Kloten, poi per 5-2 in trasferta a Zugo ed infine per 3-0 contro il Friborgo Gottéron in casa.

Queste tre vittorie, hanno portato a 6 il numero di vittorie consecutive.

Tra i grandi protagonisti della settimana c’è stato Mark Arcobello. Ha segnato 1 gol in ogn’una delle 3 partite, ma soprattutto è stato protagonista di 3 prestazioni eccellenti. Specie l’ultima contro il Friborgo Gottéron è stata davvero di alto livello.

Il Berna è una squadra dalle qualità impressionanti. Ed inoltre ha una profondità nella rosa che fa invidia a tutte le altre compagini del campionato. Tutti sono importanti e nessuno è indispensabile in quanto intercambiabile.

Ebbene, se un giocatore riesce ad emergere in tale contesto come Mark Arcobello… beh, significa che è davvero un fuoriclasse!

MENZIONE SPECIALE…

Linus Klasen (HC Lugano)

La settimana di Linus Klasen è stata complicata, così come per la sua squadra che purtroppo ha perso tutte e 3 le partite disputate contro Davos, Kloten e Bienne.

Ma non è su questo che vogliamo soffermarci…

Sabato sera nel terzo tempo contro il Bienne, il Lugano ha dimostrato grande carattere ed ha quasi rimontato una situazione disperata portanto il risultato dall’1-4 al 3-4. Ed il terzo gol è stato segnato proprio da Linus Klasen, il quale ormai non segnava più da 15 partite.

Ebbene, la sua gioia dopo il gol ci ha quasi commosso e fatto molto piacere! Lui, che da fuoriclasse qual’è, ha vissuto tantissime emozioni in carriera, dopo la rete segnata ha esultato come se fosse uno sbarbatello al suo primo gol in National League!

Anche se il gol non è servito alla vittoria, di certo per lui personalmente si è trattato di un bel regalo di Natale. Ed un sollievo. Per noi invece, vedere un giocatore dalla sua classe ed esperienza esultare in quel modo, ci fa innamorare ancora di più dell’hockey su ghiaccio.

Buone feste, Linus!

LA SORPRESA (relativa…)

Josh Holden (EV Zugo)

39 anni e non sentirli… e c’era chi diceva che avrebbe dovuto ritirarsi!

Josh Holden stupisce ancora tutti e vive una serata da protagonista! Ma poi stupisce davvero? Personalmente non stupisce noi… Il suo amore per l’hockey su ghiaccio lo si può notare ad ogni singolo cambio in cui è in pista. E la sua professionalità è fuori discussione.

Complici i numerosi infortuni, Josh Holden è stato schierato dallo Zugo nella partita vinta Sabato sera a Langnau. Ebbene, il vecchio Volpone ha fatto capire che può ancora dare il suo contributo segnando 1 gol e fornendo 1 assist.

Leggenda!

LA DELUSIONE

HC LUGANO – Il rendimento casalingo

Il Lugano sembra non riuscire più a trovare… la chiave di casa.

Quest’ultima settimana, i Bianconeri hanno perso contro Davos e Bienne le due partite disputate alla Resega. Il che, nell’insieme, significa che i boys di Ireland hanno perso ben 6 delle loro ultime 8 partite casalinghe.

I tifosi non sembrano comunque essersela presa troppo. Specie dopo la partita persa contro il Davos in casa, la Curva Nord ha chiamato a gran voce i suoi beniamini sotto gli spalti.

Un modo per ringraziarli del campionato positivo che il Lugano sta giocando. Un gesto molto bello che certamente giocatori e società hanno apprezzato.

Detto questo, il rendimento casalingo del Lugano, quasi catastrofico a livello di punti conquistati, è la nostra delusione settimanale.

Buon Natale a tutti!

Salva

Save

Save

Save

Save

Save

Salva

Advertisement