La Svizzera si è dunque brillantemente qualificata per i quarti di finale, dove affronterà la Finlandia! Andiamo a conoscere meglio la… Suomi!

Sarà dura. Molto dura. Da una parte è innegabile che la Finlandia ha un potenziale immenso. Dall’altra anche la storia ci è poco amica… Basti pensare che è dall’11 Aprile 1972 che i Rossocrociati non riescono a battere la Finlandia ai Campionati del mondo!

Fanno 16’873 giorni (quasi come la capacità della PostFinance Arena)! Quell’anno si giocava a Praga ed i Rossocrociati si imposero per 3-2.

In partite ufficiali invece, l’ultima vittoria è relativamente più “recente”. Si tratta del torneo Olimpico di Calgary 1988. Era il giorno di San Valentino quando la Svizzera si impose per 2-1… Tra i giocatori allora parte della selezione, ricordiamo i vari Manuele Celio, Jakob Kölliker, Thomas Vrabec, Jörg Eberle, Peter Jaks, Gil Montandon, Felix Hollenstein, Roman Wäger, Olivier Anken… non vi viene nostalgia?

Al torneo Olimpico del 1988 inoltre, presero parte giocatori quali Igor Larionov (ex Lugano), Dusan Pasek (deceduto, condoglianze, passato da Lugano) ed Anders Eldebrink (indimenticato difensore del Kloten).

Ma torniamo al presente dopo questa scampagnata nel passato. E presentiamo questo quarto di finale!

FINLANDIA vs SVIZZERA

Chiaramente la Finlandia parte con i favori del pronostico. Ma la Svizzera ha le sue carte da giocare. Eccome se ha le sue carte da giocare!

LA FINLANDIA

La Finlandia può contare su giocatori di classe mondiale. A partire da Sebastian Aho (Carolina Hurricanes) che è il miglior marcatore di questi Campionati del Mondo con 17 punti.

Tuttavia la selezione guidata da Lauri Marjamaki non ha più esperienza NHL della Svizzera (se poi questo vuol dire qualcosa). Basti pensare che complessivamente i Finlandesi presenti in Danimarca hanno collezionato in totale 1’260 presenze in NHL contro le 1’748 della Svizzera!

I Finnici hanno tuttavia molta più esperienza di KHL (1’023 partite complessivamente contro le 0 della Svizzera. Fonte: eliteprospects) .

Entrambe le squadre sono piuttosto giovani (Svizzera 24.4 anni in media, Finlandia 24.2 anni in media).

IL PERCORSO DELLA FINLANDIA

La Finlandia si è qualificata come prima del Gruppo B grazie a 5 vittorie e 2 sconfitte (1 dopo tempi supplementari).

Le vittorie contro Corea del Sud (8-1), Lettonia (8-1), Norvegia (7-0), Canada (5-1) e Stati Uniti (6-2) sembrerebbero dire che questa squadra è uno schiacciasassi. Tuttavia, forse anche per la giovane età media, la Finlandia ha pure messo in mostra qualche punto debole. Come durante le sconfitte contro Germania (3-2 dopo supplementari) e Danimarca (3-2)… ossia due squadre che non si sono nemmeno qualificate per i quarti di finale.

La truppa di Lauri Marjamaki ha segnato in totale 38 gol ed ha il 2° miglior attacco dei Campionati del Mondo (dietro agli Stati Uniti, 39). La difesa invece è la terza migliore del torneo (11 gol subìti) dietro a Svezia (9) e Russia (10).

STATISTICHE COMPARATIVE

GOL SEGNATI & GOL SUBÌTI

La Finlandia ha segnato molto più della Svizzera ed ha subìto parecchio meno. Questo grazie soprattutto alle larghe vittorie ottenute contro Corea del Sud, Lettonia, Norvegia, Canada e Stati Uniti.

TIRI & TIRI SUBÌTI

Svizzera e Finlandia hanno tirato approssivamente lo stesso numero di volte. I Finlandesi però hanno concesso molto meno tiri dei Rossocrociati.

% REALIZZATIVA & PARATE

La Svizzera ha una discreta percentuale realizzativa (11.1%, la sesta migliore del torneo). Ma la percentuale realizzativa della Finlandia è impressionante. Il 15.9%… nient’altro che la migliore in assoluto del torneo.

Ottima per i Finnici anche la percentuale di parate. Mentre quella della Svizzera è leggermente sotto il 90.0%.

POWER-PLAY & BOX-PLAY

La Svizzera ha un discreto power-play (il 6° del torneo, anche in questo caso). Ma la Finlandia è ancora più efficace con il 29.0%. Ossia il 4° miglior power-play del torneo.

La Finlandia poi ha il secondo miglior box-play del torneo. Solamente il Canada ha fatto meglio (92.0%). La Svizzera da parte sua, ha solamente il 7° miglior box-play.

PENALITÀ

La Svizzera ha ricevuto più minuti di penalità complessivi. Ma solamente perché è anche stata l’unica squadra a cui è stata inflitta una penalità di partita (Andrighetto…). Se consideriamo invece le penalità minori (2 minuti), la Finlandia ha ricevuto più penalità (33) rispetto alla Svizzera (28).

MIGLIORI MARCATORI

FINLANDIA – Sebastian Aho – 15 Punti (9G, 8A)

L’attaccante 20enne nativo di Kärpät è reduce da due stagioni in NHL disputate con la maglia dei Carolina Hurricanes. In 160 partite ha messo a referto 114 punti.

È un centro two-way molto intelligente. Un buon pattinatore che riesce pure ad andare a punti con grande regolarità.

SVIZZERA – Enzo Corvi & Nino Niderreiter – 7 Punti (3G, 4A)

Enzo Corvi e Nino Niderreiter sono i nostri migliori marcatori. Grandi amici sul ghiaccio e nella vita. I due hanno costruito le loro carriere in maniera diversa ma sono entrambi cruciali per la squadra.

Enzo Corvi sta realmente brillando durante questi Campionati del Mondo. Nino Niderreiter si è da parte sua calato perfettamente nel ruolo di leader.

I MIGLIORI PER “+/-“

FINLANDIA – Sebastian Aho (+15)

Questa statistica dimostra come Sebastian Aho sia davvero un ottimo centro two-way. Di fatto il suo “+/-“ è il migliore dei Campionati del Mondo.

SVIZZERA – Mirco Müller (+9)

È una delle più belle sorprese dei Campionati del Mondo per i tifosi Svizzeri. Quanto meno per coloro come noi che non seguono molto la NHL. Gran bel giocatore!


LA NOSTRA OPINIONE

Dai Svizzera, ce la puoi fare!

La Svizzera fino ad ora ci è piaciuta molto. Specialmente dal punto di vista dell’attitudine messa in pista. L’obiettivo dei quarti di finale è stato raggiunto ed ora tutto quello che verrà sarà oro colato.

Non giriamoci troppo intorno. La Finlandia è favorita. Lo dice la qualità complessiva della squadra. Lo dice la storia. Lo dice anche la ragione.

Però il cuore ci dice che i boys di Fischer possono compiere l’impresa, o quanto meno possono uscire dal ghiaccio a testa altissima!

Proprio perché i ragazzi hanno dimostrato grandissimo cuore fino ad ora. Sono riusciti a tratti a dominare gli avversari… Sono riusciti a tratti a proporre un hockey moderno, veloce e piacevole… Sono riusciti a dimostrare tantissimo carattere… E sono riusciti ad emozionare i tifosi.

Proprio appunto perché hanno dimostrato tanto cuore!

Contro la Finlandia servirà la partita quasi perfetta. E diciamo “quasi”, perché giocare 60 o più minuti senza errori è praticamente impossibile. Bisognerà tuttavia commetterne il meno possibile. Sia in termine di gioco che di distrazioni (vedi penalità inutili).

Ed a quel punto, la Svizzera avrà una possibilità di fare il colpaccio. Di compiere l’impresa.

Crediamoci tutti insieme. FORZA SVIZZERA!