LUGANO IN TRASFERTA – Un rapporto che scoppia!

Quella maledetta maglia bianca, che se anche non ha più la “pantera”, sembra portare dannatamente sfortuna ai Bianconeri quando la partita in programma viene disputata lontano dalla Pista della Resega…

Che il rendimento del Lugano fuori casa sia inferiore, è sotto gli occhi di tutti, quello che allora abbiamo voluto fare è analizzare quanto questo sia vero a livello statistico.

Premessa: il tempo per cambiare la rotta c’è tutto, ed il Lugano già lo scorso anno ha dimostrato come poi, nei giochi che contano ossia nei play-off, ha saputo proprio lontano dalle mura amiche conquistare delle vittorie fondamentali.

Ma concentriamoci a quanto visto fino ad oggi, ed allora possiamo dire sin da principio che il Lugano è la squadra che più di tutti in NLA, vede peggiorare il suo rendimento in trasferta in confronto a quello casalingo!

E ve lo mostriamo subito prima di analizzare alcuni altri dati.


Di seguito dapprima le classifica di rendimento in trasferta della NLA, ed in seguito le classifiche in base all’indice CORSI ed all’indice FENWICK, con la terza colonna che indica chi perde maggiormente punti percentuali giocando in trasferta:

CLASSIFICA TRASFERTA NLA

Di seguito le classifiche per indice CORSI e FENWICK, con la differenza in percentuale di rendimento in trasferta. Ricordiamo che l’indice CORSI è indicativo per il corto termine mentre l’indice FENWICK per il lungo termine.

È evidente come tutte le squadre in trasferta concedono punti percentuali, ma sorprende notare come sia proprio il Lugano a pagare più caro il prezzo delle partite lontane dalla Resega in termine di pressione generata sui propri avversari! Addirittura, nella classifica Fenwick, il Lugano perde oltre 3 punti percentuali rispetto allo Zurigo, seconda squadra per peggior “deterioramento” del rendimento lontano dalle mura amiche.

Ora vi proponiamo alcune statistiche comparative casa/trasferta, con relativa differenza di rendimento.

Il Lugano paga dazio in tutte le statistiche; l’unico caso in cui ne esce con un saldo positivo è nella “precisione di tiro” (% di tiri in porta in confronto a quelli mancati o bloccati dagli avversari). Ed indirettamente conferma il “mal di trasferta”, in quanto fuori casa la squadra appare più propensa a cercare il tiro “sicuro” invece di seguire il game plan.

Infine, due grafici interattivi che rappresentano i gol fatti e subiti, suddivisi per tempo, in casa ed in trasferta.

CASA

  • GOL FATTI
  • GOL SUBITI

TRASFERTA

  • GOL FATTI
  • GOL SUBITI

Partendo dal presupposto che in regular season il rendimento in trasferta cala per tutti, ma che poi durante i play-off spesso e volentieri le cose vengono ribaltate, risulta veramente difficile capire come mai il Lugano faccia tanto fatica lontano dalle mura amiche.

Statisticamente mostrato dunque che il Lugano è la squadra che più di tutte in NLA peggiora nel rendimento in trasferta, questo ci lascia alcune chiavi di lettura piuttosto interessanti.

MINUTAGGIO UOMINI CHIAVE

È chiaro che, specialmente come abbiamo visto in trasferta, se il Lugano è costretto a rincorrere il risultato sin da principio, la reazione “umana” di qualsiasi allenatore, anche se a volte può sembrare sbagliata, è quella di mettere in pista gli uomini su cui si può contare ad occhi (semi) chiusi per ribaltare la situazione.

Questo non stiamo dicendo che sia giusto o sbagliato, ma forse spiega molto più di altre opinioni, il motivo per cui i Bianconeri fanno più affidamento rispetto ad altre realtà dei propri stranieri e degli uomini chiave.

È evidentemente più semplice far giostrare quattro linee a pieno regime se il punteggio è favorevole.

IL FATTORE MENTALE

A Lugano il campionato non è iniziato proprio come previsto (o sperato), e questo genera frustrazione. La stessa frustrazione che poi in trasferta, dove tutto l’ambiente è avverso, viene automaticamente incrementata e si trasforma in imprecisione.

Oltretutto, quando i risultati dicono male, subentra anche la voglia individuale di invertire la rotta, che specialmente per una squadra molto dotata sul piano tecnico come il Lugano, si tramuta in voglia di decidere la partita da parte del singolo.

Dall’esterno è semplice sentenziare, ma il singolo giocatore sente il dovere di dimostrare qualcosa in più, e per assurdo questo lascia meno spazio al gioco di squadra, che alla fine è quello che generalmente ti permette di vincere le partite.

INGAGGI

I Bianconeri in trasferta, vedono ridursi la percentuale di ingaggi vinti di ben 4 punti… questo implica il dover recuperare il disco un numero maggiore di volte prima di poter impostare un azione. Indirettamente anche questo fatto, è legato al fattore mentale.

LA NOSTRA CONCLUSIONE

Vero, è ancora un po’ presto per dare un giudizio globale sul rendimento casa / trasferta.

Quello che tuttavia crediamo debba preoccupare è il fatto di andare troppo spesso sotto nel punteggio nel primo periodo e la pressione che proprio nei primi 20 minuti la truppa di Shedden deve soffrire; come scritto questo implica un grande dispendio di energie psico-fisiche e di conseguenza impone a Shedden un maggior minutaggio agli uomini chiave.

(Poi che questo sia giusto o sbagliato, è molto opinabile)

Siamo però altrettanto convinti che i Bianconeri hanno le qualità per iniziare ad imporre la propria legge anche in trasferta, e presto o tardi durante la stagione, questo verrà fuori.