L’INTERVISTA

a Daniela Lepori – Presidentessa SLRTZ (Società Liberale-Radicale Ticinese di Zurigo)

http://www.fdp-zhstadt-ticinesi.ch

Quali sono i motivi per cui siete favorevoli alla costruzione della nuova Arena sportiva, destinata ad ospitare le partite degli ZSC Lions oltre che alle infrastrutture necessarie per ospitare tutte le selezioni di una delle più grandi, numericamente e non solo, squadre di hockey del panorama Europeo ?

Si tratterebbe di costruire una struttura al passo coi tempi che darebbe finalmente una casa allo ZSC, un club molto importante in Svizzera che coniuga i successi sportivi alla promozione delle giovani leve, anche femminili.

Solo un paio di cifre: 65 squadre, 1‘250 giocatori e giocatrici, 7‘500 abbonati.

Il progetto del nuovo Hallenstadion convince perchè propone un buon equilibrio tra costi e benefici.

Quali sono i pregi ed i difetti dell’Hallenstadion attuale ?

Mi sento di nominare un pregio che si trasforma però in difetto: l’Hallenstadion è un centro polifunzionale, una sorta di struttura che offre tutto per tutti. Qualsiasi Zurighese ci ha messo piede una volta nella vita! Questa bellissima poliedricità impone però un enorme sforzo a livello organizzativo e logistico che porta a dei sacrifici e a dei costi non indifferenti. Per questo una „homebase“ per lo ZSC sarebbe auspicabile.

Tra le ragioni degli oppositori, si parla di “sogno molto costoso”, e ci si lamenta del fatto che quell’area dovrebbe diventare una zona “verde”. Per fare capire a chi non vive la realtà Zurighese, ma è interessato unicamente al lato “sportivo” della faccenda, potete spiegarci come avete risposto a queste lamentele ?

Il nome altisonante del progetto „theatre of dreams“ dà forse l’idea di un qualcosa di fantasmagorico ed esagerato che va ad imporsi sui piccoli privati che coltivano il loro orto (i cosiddetti „Schrebergarten“): sembrerebbe un duello tra Davide e Golia.

La conservazione degli spazi verdi e lo sport sono due temi molto sentiti dalla popolazione, vanno a toccare direttamente il cuore dei cittadini. Come politici si deve cercare di far combabaciare il più possibile i bisogni di tutti e la soluzione proposta per lo spostamento degli Schrebergarten nello stesso quartiere di Altstetten sembra offrire un compromesso più che soddisfacente.

Quali pensate siano le possibilità che la votazione abbia esito positivo, considerando l’umore della piazza Zurighese ?

Il progetto del nuovo Hallenstadion gode di un bel consenso nella società civile ed è sostenuto da tutti i partiti al di fuori dei Verdi e della Lista Alternativa. A meno di un „gol in zona Cesarini“ credo non ci saranno grossi colpi di scena e il nuovo palazzetto verrà accettato alle urne dagli Zurighesi.

Qualora la votazione non desse il risultato sperato, sono state studiate delle alternative dato che la situazione attuale, per il regolare svolgimento del campionato di hockey su ghiaccio e per gli ZSC Lions stessi, è inaccettabile ?

Non ne sono al corrente. Credo che in politica sia giusto proporre in votazione popolare il miglior progetto possibile e poi se i cittadini si esprimeranno in modo contrario si cercherà un’alternativa.

Seguite le partite degli ZSC Lions e siete tifosi ? Se sì, ritenete l’Hallenstadion la vera casa degli ZSC Lions oppure semplicemente un luogo dove si gioca ad hockey su ghiaccio ?

Pur essendo un’appassionata di sport non seguo lo ZSC Lions, ho però una simpatia per entrambe le squadre ticinesi. Diciamo che io all’Hallenstadion mi reco più che altro per gli eventi extra-hocheystici e in questo caso noto spesso come sia complesso far coniugare, sotto lo stesso tetto, i bisogni di tutti.

Grazie, Daniela