(cliccare “Marcatori” e “Statistiche” per accedere al resoconto statistico della partita)

È presto per parlare di rilancio dell’Ambrì-Piotta, ma questa vittoria contro lo Zugo, era necessaria più che mai per ridare un pò di entusiasmo ad un gruppo, ed un ambiente, depresso da questo inizio di stagione!

E dire che, inizialmente, sembrava essere l’ennesima serata da archiviare tra gli orrori… i Leventinesi, entrati in pista poco concentrati, hanno pagato dazio a cinque minuti dal termine del primo tempo, quando Suri è stato abile a sfruttare una corta respinta di Zurkirchen dopo conclusione di Martschini.

Probabilmente c’era chi, tra il pubblico, ha iniziato a pensare che magari era meglio tornare a casa…

Avrebbe avuto torto! Il secondo tempo ha infatti messo in mostra un nuovo Ambrì, più aggressivo, più desideroso di ribaltare il risultato, magari non proprio bello a vedersi ma certamente in grado di scaldare gli animi!

I frutti di tale reazione vengono raccolti poco dopo metà partita, quando Monnet trova la via del meritato pareggio con una deviazione su tiro di Mäenpää! Gli uomini di Kossmann prendono coraggio, ma il periodo centrale termina in pareggio.

Il terzo tempo ci si attendeva un Ambrì all’arrembaggio, ed invece in apertura Senteler, perfettamente servito da Martschini (grande partita per lui), ha raggelato la Valascia… sembrava finita, memori anche delle recenti débacle dal punto di vista mentale.

Ed invece no, è proprio quì che i Leventinesi hanno fatto vedere il meglio, e così a cavallo della metà della frazione conclusiva riescono a ribaltare il punteggio! Dapprima grazie alla rete di Pesonen, bravo a gettarsi sulla ribattuta del portiere ospite dopo tiro di Lammer, ed in seguito grazie alla prima (quella di Bienne lasciamo stare…) rete stagionale di Matt D’Agostini, che coincide anche con la prima marcatura in superiorità numerica per l’Ambrì. La Valascia esplode!

E poi implode, proprio a pochi secondi dal termine, quando un errore difensivo ha permesso a Holden di presentarsi a pochi metri dall’estremo difensore Biancoblù e non si è fatto pregare per portare le squadre all’overtime.

I supplementari vedono un Ambrì superiore allo Zugo, ma non portano a nulla di fatto, di conseguenza il punto extra le squadre se lo sono dovute spartire ai rigori.

Dopo una serie interminabile, al 22° rigore è stato Guggisberg a strappare dalla gola del pubblico presente il primo vero urlo stagionale. È giusto così. Ora in casa Biancoblù sono attese conferme… ma almeno un primo passo è stato fatto!

STATISTICAMENTE…

AMBRÌ: prima vittoria stagionale per l’Ambrì-Piotta, e prima rete in power play. Con i suoi 40 tiri in porta, è stata la partita in cui l’Ambrì ha tirato di più in stagione. Per i singoli, da segnalare che Duca, Monnet e Fuchs, sono gli unici giocatori dei Leventinesi che hanno terminato la partita con un bilancio complessivo postitivo (+1), Monnet e Duca sono anche stati i giocatori con il maggior numero di tiri in porta (4).

ZUGO: si interrompe dopo 3 vittorie consecutive la serie positiva dei Tori, i quali non hanno mai mancato tanti tiri in stagione come alla Valascia (20). Solita ottima prestazione di Martschini, che durante i suoi 21 minuti di ghiaccio, ha offerto 2 assist, ha tirato in porta 3 volte, ha bloccato 1 tiro avversario, ed ha terminato la sua partita con un bilancio complessivo di +3!

 

HC Ambri-Piotta EV Zug
PDO 100,5 99,5
CR 0,52 0,48
STR 0,48 0,52
CORSI -24 24
FENWICK -12 12
STR 1P 0,29 0,71
STR 2P 0,50 0,50
STR 3P 0,55 0,45

 

Gli indici mostrano come lo Zugo si sia fatto assolutamente preferire nel primo tempo, per poi lasciare il via ad una frazione centrale equilibrata ed una terza dove sono stati i padroni di casa ad avere la meglio. Il tasso di conversione è stato simile per entrambe le squadre.

 

PDO = indice “fortuna” calcolato sommando % realizzativa alle % di parate del portiere.

CR = indice del tasso di conversione

STR = indice dei tiri in porta, calcolato dividendo i tiri in porta, per i tiri in porta sommati a quelli subiti. Mostra la “dominanza” di una squadra nel generare occasioni in confronto all’avversario.

CORSI = (tiri  + tiri mancati + tiri bloccati avversario) – (tiri subiti + tiri mancati avversario + tiri bloccati).

FENWICK = (tiri + tiri mancati) – (tiri subiti + tiri mancati avversario)

 

Salva

Salva

HC AMBRÌ-PIOTTA EV ZUGO
33′ Monnet Suri 14′
 49′  Pesonen Senteler 41′
 53′  D’Agostini Holden 60′
 

ambri-zugo-2

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here