La strategia dell’Ambrì-Piotta è chiara a tutti. Puntare sui giovani oppure su quel genere di elementi di classe vogliosi di mettersi in mostra per fare il prossimo passo nella loro carriera. In questa seconda categoria di giocatori rientra certamente il nuovo straniero Julius Nättinen, ambizioso 23enne attaccante finlandese.

Andiamo a conoscerlo meglio.


Nome: Julius

Cognome: Nättinen

Nazionalità: FIN

Data di nascita: 14 gennaio 1997

Ruolo: F

Se volete seguirlo sui social:

Profilo Twitter

Profilo Instagram


CARRIERA

Jiulius Nättinen è il terzo di tre fratelli, tutti attaccanti, che sono diventati professionisti di hockey su ghiaccio. Il “veterano” è Jussi, che ha giocato soprattutto nella Mestis – la serie B finlandese – e la scorsa stagione ha vestito la maglia del Podhale Nowy Targ in Polonia ma che nella sua carriera ha pure collezionato 7 presenze nella Liiga. C’e poi il 29enne Joonas, attualmente in KHL ma che è riuscito durante la stagione 2013-14 a fare l’esordio nella lega più prestigiosa del mondo con la maglia dei Montreal Canadiens. Ed è proprio le orme di Joonas che Julius Nättinen vuole seguire.

Julius infatti non lo ha nascosto. La sua ambizione è quella di giocare in NHL e l’Ambrì-Piotta può essere il luogo ideale dove progredire ulteriormete come giocatore ed avvicinarsi alla realizzazione del suo sogno.

Per Julius non si tratta comunque della prima esperienza all’estero. Il ragazzo è nato il 14 gennaio 1997 – giorno durante il quale l’Ambrì-Piotta venne sconfitta per 3-0 a Zurigo in una partita di regular season… – ed è cresciuto hockeysticamente nel settore giovanile del JYP e sempre per la squadra di base a Jyväskylä ha fatto il suo esordio nella massima serie finladese durante la stagione 2013-14 quando non era ancora maggiorenne.

Poi però, nel 2015 è stato draftato dagli Anaheim Ducks in 59a posizione assoluta e si è trasferito oltre oceano dove ha giocato dapprima due stagioni in OHL con le maglie di Barrie Colts e Windsor Spitfires ed in seguito una stagione in AHL con i San Diego Gulls.

I suoi numeri in Nord America sono stati discreti. 122 presenze 121 punti in OHL e 55 presenze 12 punti in AHL.

Al termine del suo contratto di tre anni con Anaheim tuttavia, Julius Nättinen è tornato in Europa e più precisamente è tornato a casa nella sua Jyväskylä dove ha passato le ultime due stagioni prima di trasferirsi ad Ambrì.

Complessivamente nella Liiga, Julius Nättinen ha collezionato 107 presenze arricchite da 81 punti. Ma è stato soprattutto durante l’ultima stagione che il ragazzo è esploso mettendo a referto 55 punti in 54 partite, meritandosi di finire nell’All Star Team della stagione!

Ed ora è il momento della Leventina, dove spera di far sognare i tifosi e dove spera di mostrare al mondo la sua classe per raggiungere il suo obiettivo e diventare un giocatore chiave in NHL.

IL GIOCATORE

Si dice un gran bene di Julius Nättinen, gia vice campione del mondo nel 2015 con la U18 della Finlandia e campione del mondo 2016 ai World Juniors. Una cosa è certa, il ragazzo è ambizioso, è giovane ed ha fame. Sono ottime basi. Per quanto concerne invece le sue qualità come giocatore, come al solito abbiamo voluto affidarci al parere di qualcuno che ha potuto seguirlo da vicino.

Abbiamo avuto il piacere di conoscere Jere Korkalainen, giornalista freelance di Jyväskylä. Sentiamo cosa ci può dire sul giocatore.

Jyväskylä, come città di hockey, è stata conosciuta nell’ultima decade soprattutto per aver saputo sfornare ottimi difensori capaci di far girare il disco. Giocatori come Olli Määttä, Sami Niko, Sami Vatanen e Anttoni Honka sono stati da esempio per tutti i giovani che sono poi diventati difensori dello JYP.

Nell’ultima decade Julius Nättinen è stato l’unico attaccante di Jyväskylä draftato in NHL. Viene da una grande famiglia di hockey nella quale pure i sue due fratelli maggiori ed il cugino hanno giocato da professionisti.

Julius e suo cugino Topi hanno pure vinto i Campionati del Mondo juniori, Topi nel 2014 e Julius nel 2016. Mentre Joonas Nättinen è l’unico della famiglia, fino ad ora, che è stato capace di giocare in NHL.

Julius è spesso considerato il più talentuoso ad ogni modo. Si è trasferito da giovane in Nord America ma non è riuscito a diventare un giocatore NHL. Nel mezzo della stagione 2018-19 è tornato a Jyväskylä ed ha avuto inizialmente un pò di difficoltà a rimettersi in carreggiata. Non ha aiutato il fatto che lo JYP stava avendo una stagione difficile, tanto che a gennaio la squadra ha cambiato allenatore e si è affidata a Risto Dufva.

Con l’arrivo di Dufva tutto è cambiato. In peggio. Nättinen non ha avuto il minutaggio che necessitava disperatamente e per diverse partite è pure finito fuori squadra. Il suo talento tuttavia, specie in zona offensiva, era ricononsciuto da tutti e la scorsa stagione è finalmente emerso quando è diventato il miglior marcatore della Liiga con 33 reti in 54 partite.

Il nuovo allenatore Pekka Tirkkonen gli ha dato un ruolo importante nella squadra e nel TOP6 e questo gli ha permesso di iniziare la stagione alla grande. Petrus Palmu, già suo vecchio compagno di squadra ai tempi della giovanili della Finlandia, ha raggiunto lo JYP in ottobre e la coppia ha dimostrato di trovarsi a meraviglia, con Miska Siikonen a fare spazio in centro grazie alla sua stazza.

A quel punto Nättinen ha avuto l’opportunità di mostrare quelli che sono i suoi maggiori punti di forza in zona offensiva. È intelligente con e senza il disco. Il suo rilascio del disco al tiro è letale ed ha pure migliorato il suo pattinaggio portandolo a buon livello. Ha buone abilità con il disco sul bastone pure in spazi stretti e questo lo aiuta molto. Quale buon “scorer” non è il giocatore più appariscente in circolazione ma sa leggere benissimo il gioco e questo gli permette di sapere quando e dove essere al momento giusto. Direi quindi che per sfruttarlo al meglio ci vuole un buon playmaker con lui.

Se parliamo invece di punti deboli direi la mancanza di continuità. Può avere lunghi periodi durante i quali finisce in ombra e non riesce ad uscirne. Mi viene da dire che le doti di leadership possono essere un problema. Inoltre, pure le sue abilità difensive possono essere un interrogativo nel senso che possono migliorare per ambire ai massimi livelli. Ma detto questo, mi aspetto che possa avere un grande impatto in Svizzera.

Sarà interessante vedere se giocherà al centro o all’ala. Durante la sua carriera da professionista è stato soprattutto un’ala ed ha dichiarato che gli piace giocare in quella posizione, nella quale può pure concentrarsi specialmente sul gioco offensivo.

Grazie mille, Jere!

LA NOSTRA IMPRESSIONE

Julius Nättinen sembra proprio essere un gran bel colpo di mercato. In zona offensiva ha la capacità di essere devastante e questo è proprio quello di cui l’Ambrì-Piotta ha bisogno. In Svizzera poi, in un campionato di ottimo livello, potrà lavorare per diventare un giocatori migliore… vale a dire, potrà migliorare il suo gioco difensivo ed aumentare il suo impatto sulla squadra quale leader grazie al fatto di essere uno dei quattro giocatori d’importazione, il che è un onore ma pure un onere allo stesso tempo.

Il ghiaccio parlerà. Ma di nuovo Paolo Duca sembra aver piazzato un bel colpo!

CURIOSITÀ

* Julius Nättinen ha già giocato in Svizzera e pure contro la nostra nazionale Rossocrociata. In particolare è successo durante i Campionati del Mondo U18 di Zugo e Lucerna del 2016. In quell’occasione affrontò due volte la nostra nazionale allenata da Manuele Celio – in entrambi i casi i finladesi si imposero, tra cui in semifinale – e non mise a referto punti. Segnò tuttavia due reti durante la manifestazione. Inclusa una nella finale persa per 2-1 contro gli Stati Uniti dopo supplementare.

* Il 2016 non ha rappresentato l’unica volta che Julius Nättinen ha avuto a che fare con la Svizzera. Con lo JYP infatti, partecipò alla Champions Hockey League del 2014-15 ed affrontò due volte il Kloten. In entrambi i casi si imposero i finlandesi ed in entrambi i casi Julius non mise punti a referto. Da notare tuttavia, che per lo JYP mise a segno una rete l’ex Ambrì-Piotta Mikko Mäenpää il 24 agosto 2014 quando i finlandesi si imposero in casa per 2-0.

* Mikko Mäenpää non è stato l’unico ex compagno di squadra di Julius Nättinen collegato alla Svizzera. Negli anni in Finladia infatti, Julius si è trovato a dividere lo spogliatoio con, tra gli altri, Eric Perrin (ex Berna e Bienne), Juha-Pekka Hytönen (ex Losanna), Jarkko Immonen (ex Zugo) e Ossi Louhivaara (ex Losanna). Quando era ai San Diego Gulls per contro, si è ritrovato a giocare con Reto Berra (attualmente al Friborgo Gottéron), Spencer Abbott (ex Kloten) ed Eric Fehr (ex Ginevra Servette).

STATISTICHE CARRIERA

VIDEO

Advertisement