Photo: justpictures.ch


Nei pronostici di inizio stagione il Ginevra Servette veniva indicato dai più come squadre che avrebbe lottato sul fondo della classifica. Noi eravamo un pò più ottimisti, pensavamo che le Aquile potessero qualificarsi per i playoff. Per riassumere insomma, in pochi credevano in questa squadra. Ed invece, i boys di Patrick Emond si sono resi protagonisti di una stagione straordinaria!

Ci sono tre parole che ben descrivono quella che è stata la stagione 2019-20 del Ginevra Servette: “spirito di squadra”.

Nessuna squadra evidentemente può avere successo unicamente grazie ad un singolo giocatore. Ma se parliamo di Aquile, lo spirito di squadra che hanno messo in mostra è stato un qualcosa che a tratti è stato fuori dall’ordinario.

Patrick Emond è stato in grado di creare un Gruppo, con la G maiuscola, dove il detto “giocare per la maglia e non per il nome” non è stato solamente un detto. Portieri eccellenti ed al massimo della loro forma, un sistema difensivo semplice ma efficace, stranieri dominanti e giovani rampanti… tutto questo ha permesso al Ginevra Servette di avere successo.

Le Aquile non hanno mai avuto una “crisi” in questa stagione. Di fatto, non hanno mai perso più di quattro partite consecutive. Hanno iniziato la stagione alla grande – 6 vittorie nelle prime 7 partite – ed in molti pensavano sarebbe stato unicamente un fuoco di paglia… forse anche perché diciamolo, a volte le prestazioni non sono state eccellenti. Però con il passare del tempo ci si è resi conto che lo spirito di squadra messo in mostra nelle prime partite della stagione non era un’eccezione ma una bella realtà.

Per finire la truppa di Emond ha concluso la stagione al 4° posto in classifica, miglior risultato dal 2015-16, a soli due punti dalla vetta della classifica. Considerate quelle che erano le aspettative alla vigilia, tanto basta a nostro parere per definire il Ginevra Servette la “squadra dell’anno”!

COSA HA FUNZIONATO

Spirito di squadra

Tante squadre, se non tutte, hanno un buon spirito di squadra. Ma lo spirito di squadra del Ginevra Servette è stato qualcosa totalmente al di fuori dell’ordinario. Tutti per uno, uno per tutti, non era solamente un modo di dire ma quello che sono state le Aquile. Questo gli ha permesso di fare risultati anche nelle serate “negative”, gli ha permesso di essere incredibilmente solidi in difesa e pure di avere un rendimento esterno eccellente.

Stranieri

Inutile girarci tanto intorno, in Svizzera gli stranieri devono – dovrebbero – fare la differenza. In tal senso, crediamo sia giusto dire che il Ginevra Servette ha potuto contare nel miglior pacchetto stranieri di tutta la National League. Daniel Winnik, Tommy Wingels, il fenomeno Henrik Tömmernes ed Eric Fehr sono stati a dir poco straordinari.

Giovani

Deniss Smirnovs è stato il primo a farsi un “nome” ma poi durante tutta la stagione il Ginevra Servette ha potuto contare su un grande apporto da parte dei suoi giovani. Fare nomi è ingeneroso, tutti i giovani meritano davvero un grande applauso. Patrick Emond gli ha dato fiducia e lo hanno ricompensato con prestazioni eccellenti e tanto entusiasmo.

Ingaggi

Gli ingaggi sono spesso una giocata chiave nell’hockey su ghiaccio. Una buona efficacia agli ingaggi infatti, ti evita di sprecare energie per recuperare il possesso del disco. Ebbene, se parliamo di ingaggi, il Ginevra Servette è stata semplicemente la squadra più efficace della National League.

COSA NON HA FUNZIONATO

Il mese di ottobre

Dopo un buon inizio, le Aquile hanno vissuto il loro “momento no” in ottobre quando sono state la peggior squadra della National League. Il mese di ottobre insomma, è stato qualcosa che non ha funzionato. Con il senno di poi tuttavia, il fatto che la squadra sia riuscita a risollevarsi dopo un mese negativo (10 punti in 10 partite) significa che il gruppo era vivo più che mai.

Dipendenza dagli stranieri

Gli stranieri del Ginevra Servette hanno segnato quasi il 50% dei gol totali della squadra. Da una parte è un bene. Dall’altra tuttavia, le Aquile sono state davvero troppo dipendenti dai loro stranieri quando si trattava di buttare il disco in rete.

LE TRE STELLE

Daniel Winnik

Potevamo scegliere qualsiasi straniero del Ginevra Servette come “prima stella” e non avremmo sbagliato. La classe di Henrik Tömmernes, il talento e la grinta di Tommy Wingels o l’esperienza del preziosissimo Eric Fehr. Per finire, abbiamo scelto Daniel Winnik… il quale, a nostro parere, è il giocatore più dominante visto questa stagione in National League.

Robert Mayer & Gauthier Descloux

Robert Mayer e Gauthier Descloux meritano la “seconda stella” insieme. Entrambi hanno vissuto pure qualche serata poco positiva ma nell’insieme sono stati strepitosi e capaci pure di rubare alcune partite. E non dimentichiamoci di Stéphane Charlin… un giovane che quando è stato chiamato in causa ha dimostrato di essere fenomenale. Insomma, tra i pali le Aquile stanno davvero bene. Peccato la partenza di Robert Mayer…

Simon Le Coultre

Anche per la “terza” stella avevamo grande scelta e per finire abbiamo scelto Simon Le Coultre. Il giovane difensore era alla sua prima stagione in National League ed ha fornito prestazioni eccellenti. Pura classe. Ha giocato con la maturità di un veterano ed ha già dimostrato di essere uno dei migliori difensori Svizzeri in circolazione!

MENZIONI SPECIALI

Patrick Emond (Allenatore)

C’erano dubbi attorno a Patrick Emond il quale era alla sua prima esperienza da allenatore in National League. Ebbene, Patrick ha spazzato via tutti i dubbi molto presto. Si è dimostrato capace di creare un Gruppo con la G maiuscola capace di rendere fieri i tifosi. Ha dato fiducia ai giovani ed ha fatto conquistare alla squadra grandi risultati.

Eric Fehr

Vogliamo spendere due parole su Eric Fehr. È un giocatore molto esperto che, pur se magari meno “appariscente” rispetto agli altri stranieri, ha giocato un ruolo preziosissimo. Forse è stato proprio Eric Fehr il miglior attore non protagonista della stagione di National League!

STATISTICHE


Statistiche prese da:

nlicedata.com

leading-sport.com


Gol segnati – Gol subiti

Gol segnati – Gol subiti a parità numerica

Il Ginevra Servette ha avuto il 5° miglior attacco e la miglior difesa in assoluto di National League. Sono numeri che parlano da soli. Discreto anche il rendimento a parità numerica.

Gol segnati – Gol subiti ogni 10’

Questo grafico dice molto. Dice che il Ginevra Servette è riuscito a segnare tendenzialmente di più dei suoi avversari su tutto l’arco dei 60 minuti di gioco. Dice che la squadra ha dimostrato molto carattere e dice che la condizione fisica era eccellente (vedi i tanti gol segnati negli ultimi 10 minuti di gioco).

Avanti nel punteggio, in parità, costretto a rincorrere

Iniziamo dal dato più importante: il Ginevra Servette è stata la squadra maggiormente avanti nel punteggio in percentuale di tutta la National League! Questo dato da solo dice moltissimo. Le Aquile, anche se a volte hanno sofferto, sono state spesso in controllo delle partite.

Percentuale realizzativa – Percentuale parate

Il Ginevra Servette ha avuto una discreta percentuale realizzativa (6a della National League) ma soprattutto in assoluto la percentuale di parate più alta complessivamente.

Power-play – Penalty-killing

Le Aquile sono state discrete in power-play (5° migliore della lega) ma sono pure state in assoluto la squadra più efficace della National League in inferiorità numerica. Anche in questo caso, ottimi numeri!

LA STAGIONE IN UNA CITAZIONE

Prometto di giocare per il logo davanti e non per il nome sul retro

Sidney Crosby – mica uno qualsiasi – promise di giocare per il logo davanti e non per il nome sul retro quando è stato messo sotto contratto dai Pittsburgh Penguins. Ci viene da credere che tutti i giocatori del Ginevra Servette abbiano fatto la stessa promessa alla vigilia di questa stagione. È stato davvero un piacere guardare le Aquile giocare questa stagione. Una Squadra vera, con la S maiuscola. I risultati sono stati eccellenti e l’impressione è che questo sia solo l’inizio… capite cosa intendiamo? Complimenti per la fantastica stagione!

VOTO ALLA STAGIONE

5+

Advertisement