HC Davos vs HC Ambrì-Piotta 3-2 (d.r.) – Resoconto, statistiche e riflessi filmati!

0
423

HC DAVOS vs HC AMBRÌ-PIOTTA 3-2 (d.r.)

13.02.2020


Il Davos si è imposto per 3-2 dopo rigori contro l’Ambrì-Piotta al termine di una partita intensa ma per lunghi tratti non molto divertente. Anzi, oseremmo dire soporifera.

Era tuttavia difficile attendersi il contrario. Da una parte l’Ambrì-Piotta si è presentata all’Eisstadion di Davos con una squadra che definire rimaneggiata è un eufemismo. Di fatto, ci chiediamo quanti salti mortali ha dovuto fare Luca Cereda per allestire delle linee. Dall’altra gli stambecchi, che già non stanno vivendo un periodo di forma eccezionale in termini di prestazioni, “dovevano” unicamente vincere per diventare verdi sul txt.

Per finire dunque, crediamo che entrambe le squadre possono essere relativamente soddisfatte.

Il Davos ha compiuto la sua missione, ha vinto ed è ora in verde sul txt. L’Ambrì-Piotta da parte sua, viste le condizioni, è riuscita a tenere testa alla seconda forza del campionato fornendo una prestazione fin quasi commovente per spirito d’abnegazione. Ed è pure riuscita ad andare alla seconda pausa avanti nel punteggio… dopo un primo periodo durante il quale il Davos si è portato avanti con Aaron Palushaj infatti, i leventinesi sono riusciti a ribaltare il punteggio nel periodo centrale con Marco Müller ed Elias Bianchi.

Poi certo, diciamolo, nell’insieme i padroni di casa hanno avuto per parecchio tempo il possesso del disco. E non è dunque stato un caso che a 5 minuti dal termine sono riusciti a trovare il gol del pareggio ancora con Aaron Palushaj. Però nell’insieme è giusto dire che entrambe le squadre potevano intascarsi la posta piena.

Per fare la differenza, ci voleva insomma una giocata di un singolo… e la giocata è arrivata durante la serie di rigori, quando Mattias Tedenby ne ha convertito uno che – da solo – valeva il prezzo del biglietto ed ha dato il punto extra al Davos.

IL GIOCATORE

Mattias Tedenby

Diciamo la verità, si è visto pochissimo Mattias Tedenby durante i 65 minuti di gioco… ma i suoi due rigori segnati hanno fatto la differenza. Ed il secondo, da solo, valeva letteralmente il prezzo del biglietto!

RIFLESSI FILMATI

STATISTICHE

Advertisement