Photo: justpictures.ch


18a settimana – 27.01.2020 – 02.02.2020


LA SQUADRA “ON FIRE”

Risultati immagini per fire gif white background

Lo Zugo sta giocando la stagione più complicata della sua storia. Foss’anche solo perché, dopo gli ingenti investimenti della scorsa estate, sembra quasi costretto a vincere.

Detto che a nostro parere non esiste che una squadra “deve” vincere, è chiaro che a Zugo la pressione è enorme visto il potenziale della squadra. Purtroppo, qualsiasi risultato che non sia la conquista del titolo, verrebbe visto da molti come un fallimento. Questo è lo sport moderno, piaccia o non piaccia.

Fatta questa introduzione, noi crediamo che i Tori stanno vivendo davvero un’ottima stagione. Magari al momento attuale non sono al massimo del loro potenziale, ma intanto sono in vetta alla classifica di National League e pure quest’ultima settimana hanno vinto entrambe le partite giocate. Quelle contro Davos in trasferta e Rapperswil tra le mura amiche.

In entrambi i casi le prestazioni non sono state perfette, però i boys di Dan Tangnes hanno saputo fare la differenza nei momenti chiave e questo gli ha permesso di conquistare 6 punti.

Lo Zugo ha vinto 4 delle ultime 5 partite giocate. Ha vinto 12 delle ultime 16. Questo gli permette di essere la capolista con 5 punti di vantaggio sugli ZSC Lions secondi e con due partite in meno. Che altro volere di più?

Quello che più impressiona di questa squadra è che è davvero completa ed ha tantissimi giocatori in grado di fare la differenza. Anche i giocatori del “bottom six”, come Yannick-Lennart Albrecht, hanno un ruolo cruciale. La difesa ora è solida e lentamente Leonardo Genoni sta tornando ad essere Leonardo Genoni. L’allenatore gestisce benissimo questa squadra che, lo ripetiamo, vive sotto costante pressione. E ci sono pure parecchi margini di miglioramento. Non dimentichiamo poi, i Tori hanno una costanza invidiabile in termini di risultati.

In tutta la regular season fino ad oggi, lo Zugo ha rimediato tre sconfitte consecutive unicamente una volta. E solamente in un altro caso ne ha rimediate due consecutive. Sono numeri impressionanti. E se a questo aggiungiamo come detto che ci sono pure margini di miglioramento sia in termini di prestazioni di squadra che individuali, beh… gli avversari possono solo avere paura.

Avanti così, Zugo!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Tobias Stephan (Losanna HC)

Il Losanna ha vissuto una settimana da sogno in termini di risultati. Tre partite, tre vittorie conquistate contro Rapperswil, Ginevra Servette e ZSC Lions. Se però parliamo di prestazioni, i Leoni Vodesi sono stati davvero illeggibili. Contro Rappi e Aquile, le prestazioni sono state da minimo sindacale per non dire pessime. Contro i Leoni della Limmat invece, la prestazione è stata probabilmente tra le migliori fornite in stagione.

C’è stata comunque una costante in questi ultimi 7 giorni. Le prestazioni di Tobias Stephan! Tobias ha fornito tre prestazioni di altissimo livello. A Ginevra poi, senza girarci troppo intorno, ha letteralmente “rubato” la partita.

I Leoni Vodesi insomma, possono contare su un grandissimo portiere e questo come tutti ben sappiamo è fondamentale in vista dei playoff. Nel loro insieme i Leoni hanno tantissimi margini di miglioramento, ma tra i pali possono contare su un ragazzo che spesso e volentieri è letteralmente come un muro davanti alla porta.

Reto Suri (HC Lugano)

Reto Suri, classe pura. A nostro parere è stato fin troppo criticato per le poche reti segnate fino a questo momento, dato che il suo incredibile impegno è fuori discussione. Poi certo, è innegabile che dal punto di vista realizzativo ci si poteva attendere di più. Crediamo che sia lui il primo a volere di più.

Ma concentriamoci su quest’ultima settimana.

Reto ha fornito due ottime prestazioni. Dapprima contro il Davos è stato illuminante ed il suo impegno è stato ricompensato con la rete firmata a porta vuota nelle fasi finali. Poi a Bienne, è stato tra i migliori in pista dei bianconeri ed ha messo a segno altre due reti.

Il Lugano continua a crescere e nonostante l’ultima sconfitta rimediata a Bienne è la squadra del momento. Dall’arrivo di Serge Pelletier sono moltissimi i giocatori che hanno incrementato il livello delle loro prestazioni. Tra loro, anche Reto Suri. Un giocatore il cui impegno è sempre stato fuori encomiabile e che ora finalmente sembra raccogliere, anche in termini di punti, i frutti del duro lavoro. Avanti così, Reto!

Patrick Emond (Allenatore, Ginevra Servette HC)

Il Ginevra Servette è probabilmente la squadra dell’anno. In molti pensavano che avrebbe lottato per evitare l’ultimo posto in classifica ed invece non smette di stupire e continua a confermarsi nelle parti altissime della classifica. Questo soprattutto grazie a costanti ottime prestazioni di squadra.

Patrick Emond, con il suo staff, ci mette certamente lo zampino.

Quest’ultima settimana il Ginevra Servette ha dapprima dominato – ma perso… – contro il Losanna in casa e poi si è imposto a Friborgo. In entrambi i casi, crediamo sia giusto dire che le partite sono state preparate perfettamente dall’allenatore ed il suo staff. Poi certo, come nel caso della partita contro i Leoni Vodesi, Patrick e Jan non possono certo entrare in pista a buttare il disco in rete e non possono nemmeno chiedere a Tobias Stephan di scansarsi.

Una cosa è certa, Patrick Emond è già sin d’ora tra i candidati ad allenatore dell’anno!

LE MENZIONI SPECIALI PER…

Se ne parla solo quando segna… Gregory Hofmann (EV Zugo)

Gregory Hofmann è una macchinetta da gol. Poi pure lui vive dei momenti in cui il disco non ne vuole sapere di entrare. Come quest’ultima settimana. Però ragazzi, è ingiusto che si parli di “Gregu” solamente quando butta il disco in rete.

Si impegna sempre tantissimo e pure se a volte pare un pò individualista riesce sempre a creare scompiglio nel terzo offensivo. E pure quando, come in questo momento, il disco non ne vuole sapere di entrare… l’impressione è che è solo questione di tempo prima che possa tornare a segnare con regolarità.

Insomma, si parla davvero di lui solo quando segna. Ma Gregory Hofmann non è “solamente” una macchinetta da gol. È tanto di più!

Un bel gesto, ricompensato… Julien Sprunger (HC Friborgo Gottéron)

Il Friborgo Gottéron stava perdendo 1-0 a Zurigo quando il portiere dei Lions Ortio aveva alcuni problemi con il materiale proprio all’inizio di una situazione di superiorità numerica per i Dragoni. Julien Sprunger in quel momento si è reso protagonista di un bellissimo gesto ed ha aiutato il portiere dei padroni di casa.

Un bellissimo gesto, ricompensato… perché dopo pochi istanti, il Friborgo Gottéron ha trovato la rete del pareggio con Matthias Rossi che ha deviato in rete un tiro proprio di Julien Sprunger.

LA DELUSIONE

HC Davos

Se parliamo di Davos, parliamo di una delle migliori squadre di questa stagione di National League. Però il nostro top & flop riguarda unicamente la settimana appena passata… pertanto, la nostra delusione sono proprio gli Stambecchi a questo giro.

I boys di Christian Wohlwend non sono brillanti come nella prima parte di questa stagione. E lo hanno dimostrato pure quest’ultima settimana, durante la quale dapprima si sono inchinati per 4-2 tra le mura amiche contro lo Zugo e poi sono stati schiantati a Lugano nonostante fossero in vantaggio di due reti al termine del primo periodo di gioco. Non dimentichiamoci poi della finale di Coppa Svizzera, che si è rivelata essere un vero e proprio incubo.

È il momento di preoccuparsi? Ma non scherziamo. Vero che il Davos è da qualche settimana che non è lucido come lo era fino ad inizio inverno. Ma dopo aver dovuto recuperare molte partite era fors’anche preventivabile un periodo di appannamento.

Gli Stambecchi hanno già fatto capire molte volte questa stagione quello di cui sono davvero capaci. Ed avranno ancora occasione di farlo. Se però parliamo degli ultimi 7 giorni… beh, sono loro la nostra delusione settimanale.

Forza e coraggio!

Advertisement