Edizione speciale de “Il Lunedì del Razzo” che per l’occasione titoliamo “Il Martedì del Razzo”.

Parliamo di un argomento che tocca da vicino, anche, i Ticino Rockets. Ossìa, l’argomento della retrocessione dalla Swiss League alla MySports League che è stata reintrodotta quest’anno. In diversi ci hanno chiesto come funziona. Altri ancora ci hanno chiesto se è vero che come si sente in giro, per questa stagione non ci sarà retrocessione.

Come chi ci segue ben sa, a noi non piacciono i “rumours”. Parliamo solo di fatti ufficiali.

Tuttavia, l’argomento ci tocca da vicino dato che come sapete seguiamo i Ticino Rockets tramite la nostra rubrica “Il Lunedì del Razzo”.

Ed allora, abbiamo approfittato della gentile disponibilità del direttore della Regio League Paolo Angeloni per fare chiarezza.

Paolo, come funziona esattamente il sistema di promozione relegazione tra la Swiss League e la My Sports League?

L’accordo raggiunto tra le due leghe (NL/SL e Regio League) prevede la disputa di uno spareggio al meglio delle 7 partite tra l’ultima classificata di Swiss League e la squadra campione o vicecampione della Mysports League. La compagine di Swiss League avrà il vantaggio casalingo ed entrambe le compagini potranno schierare un solo straniero. Per poter disputare lo spareggio, una compagine di MySports League dovrà ottenere la licenza per la Swiss League da parte della commissione delle licenze e raggiungere almeno la finale della MySports League.

È vero, ad ogni modo e come si sente in giro, che quest’anno non ci saranno retrocessioni?

No, non è vero. Se una delle due finaliste di MySports League otterrà la licenza per la Swiss League, lo spareggio avrà luogo come concordato tra le due leghe. Da parte di un paio di club di Swiss League è stato espresso il desiderio di sopprimere le retrocessioni dalla Swiss League alla MySports League, tuttavia non ci è ancora giunta nessuna richiesta ufficiale in tal senso. Un cambiamento a stagione in corso non lo vedo tuttavia di buon occhio e trattandosi di una modifica che riguarda entrambe le leghe, richiederebbe l’accordo di entrambe, la National League / Swiss League e la Regio League.

Grazie mille, Paolo!

Dunque, spazziamo subito il campo da ogni dubbio. La retrocessione, fino a prova contraria, è prevista. Punto. E questo evidentemente ci fa piacere in quanto sarebbe stato poco serio cambiare le regole in corsa. A meno che, appunto, non ci sia una richiesta ufficiale di tutte le parti in causa ed in questo caso la Swiss League e la MySports League.

Poi certo, visto come stanno le cose attualmente, è innegabile che i Razzi sono gli indiziati numero uno per giocare questo spareggio di promozione/retrocessione contro i futuri vincitori o finalisti della MySports League.

Questa situazione comunque, a nostro parere, è una grande opportunità per la truppa di Reinhard e Reuille, la quale ha assolutamente il potenziale, qualora debba giocare lo spareggio, di vincerlo e dunque salvare il suo posto in Swiss League.

Crediamo che sia una grande opportunità perché anche la pressione aiuta a crescere. E forse inconsciamente – e sottolineamo inconsciamente – in troppi hanno “snobbato” i Ticino Rockets proprio per il fatto che tanto avevano il posto assicurato in questi anni.

Ora invece, come ne abbiamo avuto conferma, non è più così.

Ed allora, proprio questo è il momento in Ticino di parlare e sostenere il più possibile questa realtà che è fondamentale per l’hockey su ghiaccio del nostro Cantone.

Noi, con tutto il rispetto per le altre squadre e specialmente per quelle di Swiss League che sono a rischio spareggio, continueremo a parlare di Ticino Rockets. Anzi, lo faremo sempre di più. Abbiamo infatti alcune idee da mettere in atto specialmente con l’anno nuovo.

Perché ragazzi, non possiamo aspettare che sia troppo tardi per parlare dei Razzi. Ce ne pentiremmo amaramente. Stiamo parlando della squadra di tutti i Ticinesi ed ora pure di Davos e Losanna. In altre parole, il club di Biasca è importante per il 33.3% dei club di National League. E quindi per tantissimi giovani giocatori, i quali sono il futuro del nostro hockey.

GoRocketsGo!

Advertisement