Una serata da incubo per le tre squadre Svizzere in Champions Hockey League. Per farla breve… Bienne, Losanna e Zugo sono tutte state eliminate! In maniera, tuttavia, molto diversa. Vediamo i dettagli.

EHC Bienne vs Frölunda Hockey 3-5 (d.s.)

I Seeländers escono a testa altissima contro i campioni in carica del Frölunda. La serata della Tissot Arena è stata fantastica e la partita, giocata davanti a 5’592 spettatori, molto emozionante. Inizialmente gli Svedesi hanno spinto sull’acceleratore e sono andati alla prima pausa vanti per 2-0 grazie alle reti di Ryan Lasch (ex Berna) e Joel Lundqvist. Nel periodo centrale poi, Stefan Ulmer ha trovato la prima rete della serata per il Bienne e dunque tutto poteva succedere nel terzo periodo. Ed è successo che gli ultimi 8 minuti di gioco sono stati a dir poco pazzi! I Seeländers sono andati sul 3-2 grazie a Marc-Antoine Pouliot e Peter Schneider… sembrava fatta, anche alla luce del fatto che i boys di Törmänen si erano già imposti in Svezia la settimana prima. Ma il Frölunda non è campione in carica per caso, e dapprima ha ribaltato il risultato con Patrick Carlsson e Theodor Lennström. Ed infine, dopo 5 minuti e 53 secondi di tempo supplementare, ha trovato il gol qualificazione con ancora Patrick Carlsson.

Lulea Hockey vs Losanna HC 5-2

Si sapeva che sarebbe stata dura per i Leoni Vodesi… anche se, dopo soli 3 minuti e 15 secondi di gioco, si sono portati avanti con Joël Vermin. Poi però, il Lulea ha trovato quasi immediatamente la rete del pareggio con Isac Brännström. E poi, soprattutto, si è portato sul 4-1 entro il 53° minuto di gioco grazie a Noel Gunler (doppietta) e l’ex Zugo e Lugano Daniel Sondell. Il Losanna ha trovato poi la seconda rete della serata con Cody Almond, ma nel finale Austin Farley ha fissato il punteggio finale sul 5-2.

EV Zugo vs Mountfield HK 0-4

Sulla carta, lo Zugo pareva la squadra Svizzera messa meglio. Ed invece i boys di Dan Tangnes, davanti a 4’450 spettatori, non sono riusciti ad imporsi contro il Mountfield. La partita si è decisa nel periodo centrale, quando i Cechi si sono portati sul 3-0 con Peter Koukal, Radek Smolanek (ex Rappi) e Filip Pavlik. A quel punto ormai la partita era finita. Nel terzo tempo però, il Mountfield ha pure trovato la rete che ha fissato il punteggio finale sul 4-0 con Matej Chalupa.

Da notare che nell’ultimo quarto di finale il Djurgarden si è imposto per 3-0 in trasferta contro i Red Bull Münich e si è dunque qualificato per le semifinali con un punteggio complessivo di 8-1.

Advertisement