Photo: justpictures.ch


Grande spirito di squadra, voglia di non mollare mai, voglia di emergere, capacità di stringere i denti e… buona condizione fisica. Crediamo sia questo il modo migliore per descrivere il Ginevra Servette, una delle più belle sorprese di questa National Leauge.

Impressioni confermate anche dai numeri. Vediamo infatti la classifica di National League relativa unicamente ai secondi e terzi periodi di gioco.

Prima però, bisogna premettere che le Aquile conquistano in media solo 1.08 punti in media durante i primi periodi di gioco, e questo fa sì che sono unicamente la 10a squadra della lega. Solamente Ambrì-Piotta e Rapperswil (1.04 punti) conquistano meno punti nei primi periodi di gioco.

Classifica National League relativa ai secondi e terzi periodi di gioco

Si dice che chi ben comincia è a metà dell’opera. Questo non vale per il Ginevra Servette. Le Aquile infatti fanno piuttosto fatica nei primi 20 minuti di gioco delle partite. Di fatto, solamente in 6 circostanze i ragazzi di Patrick Emond sono andati alla prima pausa in vantaggio in questa stagione. In altre 10 occasioni sono andati alla prima pausa in parità mentre in altre 10 occasioni sono andati alla pausa sotto nel punteggio.

Se solo le partite del Ginevra Servette iniziassero alle 20:30, ossìa approssimativamente quando le squadre tornano in pista dopo la prima pausa… 🙂

Se prendiamo in considerazione i risultati a partire dal 20° minuto di gioco in poi infatti, il Ginevra Servette è – semplicemente – la miglior squadra di National League!

Le Aquile infatti hanno giocato complessivamente 26 secondi periodi e 26 terzi periodi, il che fa un totale di 52. Ne hanno vinti 20, pareggiati 21 e persi solamente 11. Sono numeri impressionanti.

Alla vigilia di questa stagione, in pochi davano credito al Ginevra Servette. Si pensava che, visti i tanti cambiamenti e vista la giovane età media della rosa, la stagione 2019-20 sarebbe stata una stagione di transizione.

Ora, è vero che la stagione è ancora lunga e che tutto può succedere. I boys di Emond hanno poi “solamente” 12 punti sull’attuale 9° classificato Lugano. Ma c’è un qualcosa che permette al Servette di guardare al futuro con ottimismo.

Avere un buon rendimento durante i secondi e terzi periodi di gioco infatti, è sinonimo di grande spirito di squadra, capacità di non mollare mai e – soprattutto – ottima condizione fisica.

Se a questo aggiungiamo il fatto che i buoni risultati di questa prima metà della stagione sono stati una grande iniezione di fiducia per tutto il gruppo, ecco che è lecito attendersi che le Aquile sapranno superare senza troppi traumi anche gli eventuali periodi negativi che arriveranno.

Insomma, il Ginevra Servette è davvero in buona forma e sta rendendo i suoi tifosi molto fieri.

È innegabile che a volte i portieri hanno “rubato” le partite. È innegabile pure che a volte gli avversari hanno perso partite che meritavano di vincere. Ma è altrettanto innegabile che questa Squadra – con la S maiuscola – vuole continuare a stupire, e che se riuscirà a migliorare il rendimento nei primi periodi di gioco potrebbe fare ancora meglio.

Oppure, alternativamente, si può fare richiesta alla lega di iniziare le partite più tardi 😉

Buona fortuna per la seconda parte di stagione!

Advertisement