Photo: justpictures.ch


Il Rapperswil sta disputando un buon campionato, molto migliore di quello scorso. La squadra è stata rinforzata e l’anno di esperienza supplementare in National League certamente aiuta.

Una delle cose che più ci ha colpito del Rappi tuttavia, è l’incredibile carattere dimostrato. Prendiamo per esempio l’ultima partita casalinga giocata contro il Davos. I Lakers erano sotto nel punteggio ma sono riusciti in extremis a recuperare ed a pareggiare a pochissimi secondi dalla fine. Poi hanno perso ai supplementari, vero. Ma hanno dimostrato un carattere incredibile.

E non è stata la prima volta questa stagione. È successo diverse altre volte.

È successo il 21 settembre 2019. Il Rappi era sotto per 2-0 in casa contro lo Zurigo ed ha poi conquistato una vittoria per 3-2 dopo supplementari. È successo l’11 ottobre, quando era sotto addirittura per 3-0 contro il Berna dopo il primo periodo di gioco ma per finire ha conquistato una brillante vittoria in rimonta per 5-4 dopo supplementari. Dieci giorni più tardi poi, i boys di Jeff Tomlinson – sempre tra le mura amiche – stavano perdendo 3-0 contro il Bienne ma sono riusciti ad imporsi per 5-3 grazie a 4 reti messe a segno nel terzo conclusivo.

E per finire, come detto poco fa, c’è stata pure la rimonta contro il Davos di pochi giorni or sono. Rimonta che è rimasta incompleta in quanto poi la squadra ha subito la sconfitta dopo supplementare.

Insomma, la ex neo promossa sta dimostrando un carattere invidiabile secondo a nessuno in National League. Ottimo!

C’è però anche il retro della medaglia. Tutti sappiamo infatti quanto è importante – per gestire le energie sia fisiche che mentali – riuscire ad essere avanti nel punteggio per poi gestire il risultato. Ed in tal senso, va detto, i boys di Jeff Tomlinson molto raramente sono avanti nel punteggio.

Grazie ai dati forniti dal sito “valore aggiunto” dell’hockey Svizzero NLicedata, vi possiamo mostrare una tabella molto interessante.

LEADING %

Il Rapperswil è avanti nel punteggio solamente il 19.56% del tempo, ed è il peggior dato di tutta la National League. Per andare ancora più a fondo, il Rappi è andato alla prima pausa in vantaggio solamente in 6 partite su 23, ma in 4 di queste 6 occasioni ha poi vinto. In ben 11 occasioni per contro, è andato alla prima pausa sotto di almeno un gol.

Crediamo poi sia pure importante sottolineare che il 29.67% del tempo il Rapperswil è “in pareggio” mentre addirittura nel 50.77% del tempo è costretto a rincorrere gli avversari. Inutile sottolineare che questi sono i peggiori dati della lega.

Tutto questo deve evidentemente migliorare. Perché se da una parte è vero che riuscire spesso a recuperare nel punteggio è sintomo di grande carattere, e tutto sommato pure di buona condizione fisica… dall’altra invece, il problema è che troppo spesso si devono fare sforzi enormi “solo” per inseguire l’avversario.

Diciamolo, i boys di Jeff Tomlinson troppe volte sono parsi “distratti” nelle prime fasi delle partite. Un problema di approccio, magari “mentale”, alle partite? Oppure gli avversari, che ormai non sottovalutano più il Rappi, spingono forte sin dall’inizio perché sanno che non sarà una passeggiata?

Questo non lo sappiamo. Ma una cosa è certa, i Lakers devono trovare il modo di essere più solidi nelle prime fasi delle partite. Questo gli permetterebbe di gestire maggiormente le forze e, soprattutto, farebbe crescere ancor di più la confidenza nei propri mezzi.

Oltre naturalmente, a salvare le coronarie dei tifosi 🙂

Advertisement