Inauguriamo oggi una nuova rubrica che abbiamo deciso di chiamare “Dove sono adesso?”. Vogliamo vedere dove sono, e cosa fanno, quei giocatori che in un modo o nell’altro hanno scritto una o più pagine di storia nella nostra National League.

Non sarà una rubrica a cadenza regolare, cercheremo di volta in volta di scegliere questo o quel giocatore “a caso” oppure sfruttando il giorno del loro compleanno, un fatto particolare… eccetera, eccetera.

Per cominciare, abbiamo deciso di parlare di uno degli stranieri più spettacolari mai giunti in Svizzera. L’ex Davos e Lugano Petteri Nummelin!

PETTERI NUMMELIN

Petteri era classe pura, un difensore a vocazione quasi esclusivamente offensiva che ha fatto più volte spellare le mani dagli applausi agli appassionati. Un difensore che ha fatto il suo esordio da professionista durante la stagione 1992-93 con la maglia del TPS Turku allora allenato dalla leggenda Russa, e pure ex allenatore del Kloten, Vladimir Yurzinov. Tra i suoi compagni di squadre del tempo, curiosamente, c’era pure un certo attaccante di nome Kari Jalonen, attualmente allenatore del Berna.

Dopo aver passato alcune stagioni in Finlandia ed in Svezia, nel 1997 si è trasferito in Svizzera ed è arrivato a Davos dove è subito stato nominato Capitano. È rimasto tre stagioni nel Canton Grigioni – dove ha perso la finale nella prima stagione – e poi si è spostato un pò a sud-ovest… e più precisamente a Lugano.

Con i bianconeri è stata una vera storia d’amore durata dal 2001 al 2013 con una “pausa” di due stagioni quando ha coronato il suo sogno di giocare in NHL con la maglia dei Minnesota Wild.

In Ticino, Petteri ha aiutato la squadra a vincere due titoli. È stato un idolo indiscusso e ancora oggi i tifosi si ricordano delle sue prestazioni impressionanti. Era relativamente piccolo di statura, ma con il disco sul bastone era un vero e proprio mago.

Vero che con 10 Nummelin in squadra il titolo non lo vinci. Ma vero anche che con un Nummelin in squadra le probabilità di vincere il titolo aumentano considerevolmente!

Petteri Nummelin in Svizzera ha collezionato un totale di 568 presenze con le maglie di Davos e Lugano ed ha messo a referto un totale di 622 punti. Numeri da capogiro, ancor più per un difensore.

Ha lasciato la nostra Nazione nel 2013, quando è stato prestato per alcune partite al “suo” TPS Turku. E poi?

E poi ha continuato a giocare fino al 2018, fino all’età di 45 anni!

Dapprima ha passato tre anni – tra il 2013 ed il 2016 – in Finlandia, dove ha giocato per il Lukko ed il TPS Turku giocando 95 parite e collezionando 64 punti. Poi ha giocato parte della stagione 2016-17 in Norvegia dove ha vestito la maglia dello Storhamar… e, dulcis in fundo, ha tentato un’avventura molto particolare. Ossìa, si è trasferito in Giappone dove ha giocato la stagione 2017-18 con i Nikko Icebucks.

Ha appeso i pattini al chiodo a quel punto? Non proprio. Perché durante la stagione 2018-19 giocò ancora 2 partite (4 punti!) con il PKS (IV-divisioona) in Finlandia, appena in tempo per collezionare una presenza con suo padre Timo che, alla veneranda età di 70 anni, scese in pista per la squadra di quarta divisione in una partita di esibizione per beneficenza a quattro contro quattro!

E ORA… DOV’È E COSA FA?

ASSISTENTE ALLENATORE IN NORVEGIA

Ed ora Petteri Nummelin ha iniziato la seconda parte della sua carriera. A partire da questa stagione infatti, è assistente allenatore di Miika Elomo allo Storhamar, in Norvegia! Dove, curiosamente, allena pure attualmente un certo Patrick Thoresen, quest’ultimo indimenticato ex proprio a Lugano e poi anche a Zurigo.

Lo Storhamar è attualmente al terzo posto in classifica nella GET-Ligaen Norvegese con 34 punti in 18 partite. E, dato interessante, la squadra ha in assoluto il miglior power-play (27.1%) della lega. Non saremmo sorpresi se parte del merito è proprio dell’ex folletto di Lugano e Davos, il quale era un giocatore estremamente performante proprio anche in superiorità numerica!

Prossimo passo? Chissà. Noi gli auguriamo di cuore tutto il meglio e lo ringraziamo per le magie che ci ha regalato in Svizzera. Un giorno poi, magari lo rivedremo proprio alle nostre latitudini. Probabilmente, e sottolieamo probabilmente perché con Nummy non si sa mai… ( 🙂 ) , dietro la balaustra ad allenare una squadra di National League!

STATISTICHE CARRIERA

VIDEO

Gol di Petteri Nummelin in Giappone

Tributo Petteri Nummelin HC Lugano

Nummelin… padre e figlio!

Nummelin… in Norvegia 🙂

Advertisement