Photo: justpictures.ch


Non ci stancheremo mai di ripeterlo: a nostro parere, per rapporto qualità prezzo, i Seeländers stanno facendo il miglior lavoro in Svizzera da anni. Le ultime due stagioni, entrambe concluse allo stadio delle semifinali, sono state entusiasmanti.

Quest’anno fino ad ora il Bienne non è ancora stato davvero al meglio… eppure, nonostante questo, resta tra le migliori squadre della National League come dimostra l’attuale secondo posto in classifica. Insomma, viste le premesse ed i margini di miglioramento possibili, sembra proprio che la truppa di Antti Törmänen sia sulla via per disputare un’altra grande stagione!

Vediamo allora quali sono le cose che a nostro parere hanno funzionato e quali invece non hanno funzionato.

COSA FUNZIONA

Le vittorie

Cosa contraddistingue le “grandi squadre”? Tante cose. Ma soprattutto, la capacità di vincere le partite anche quando non si è al meglio della forma. Visto come stanno andando le cose in questa stagione, ormai non ci sono più dubbi: il Bienne è in tutto e per tutto una grande squadra! I boys di Antti Törmänen sono riusciti a vincere molte partite, diverse delle quali pur fornendo prestazioni non del tutto convincenti. Questo è un pregio e non certamente un difetto.

I portieri

Jonas Hiller ha annunciato di voler appendere i pattini al chiodo al termine di questa stagione e certamente vuole lasciare l’hockey su ghiaccio giocato cercando di fare di tutto per portare i Seeländers il più lontano possibile. Antti Törmänen tuttavia, fino ad ora sta alternando i sue due portieri, dato che Elien Paupe ha collezionato già 5 presenze. Risultato? Entrambi forniscono sufficienti garanzie per permettere ai Seeländers di dormire sonni tranquilli indipendentemente da chi viene schierato tra i pali.

Il power-play

Negli scorsi anni il Bienne riusciva spesso ad entrare nel terzo offensivo agevolmente e poi pure a far girare il disco abbastanza bene. Il disco però, durante le situazioni di power-play, entrava troppo poco spesso in rete. Quest’anno invece, i Seeländers riescono ad essere molto più efficaci in power-play. Possono ancora migliorare, ma i miglioramenti già ci sono.

Il rendimento casalingo

10 partite casalinghe, 7 vittorie. Ma soprattutto, in ben 9 occasioni su 10 i Seeländers hanno conquistato almeno un punto tra le mura amiche. Insomma, è innegabile che la Tissot Arena è una sorta di fortino per la truppa di Antti Törmänen.

COSA NON HA FUNZIONATO

Le prestazioni

Non si può dire che il Bienne sta fornendo vere e proprie controprestazioni. Tuttavia, crediamo sia giusto dire che rispetto alla scorsa stagione i Seeländers non sono ancora al meglio. Troppo spesso non riescono a dominare i loro avversari come invece gli riusciva nelle ultime due stagioni. E troppo spesso, passano alcuni momenti delle partite durante i quali sono in difficoltà. Senza dimenticare che, sempre rispetto alle ultime due stagioni, sembra che vengano commessi più errori non forzati.

L’attacco

Il Bienne potrebbe segnare di più, ma troppi giocatori non sembrano ancora avere la paletta bella calda. Se escludiamo Toni Rajala, ci sono diversi attaccanti che non riescono a convertire un numero sufficienti di occasioni da rete e questo lo si è visto principalmente nelle prime settimane della stagione corrente. Va detto tuttavia che ultimamente le cose sono migliorate. Basti pensare che i Seeländers avevano una media di 2.27 gol segnati nelle prime 11 partite di regular season mentre nelle ultime 9 partite la media gol segnati è passata a 3.11.

Gli ingaggi

Il Bienne fa fatica ad essere performante agli ingaggi. Niente di nuovo, è ormai da tre stagioni che i Seeländers hanno la più bassa percentuali vinti di tutta la National League. Ed in tal senso a nostro parere va letto l’acquisto recente di David Ullström, il quale è notoriamente efficace agli ingaggi. Se prendiamo le statistiche individuali della stagione corrente, solamente Marc-Antoine Pouliot ha una percentuale di successo superiore al 50%. Insomma, è un problema. Non sta certo a noi dire quanto è importante essere efficaci agli ingaggi, in quanto ti permette di evitare di sprecare energie inutili – sia fisiche che mentali – solo per recuperare il possesso del disco.

LE TRE STELLE

Jonas Hiller / Eliene Paupe

Non possiamo esimerci dal nominare i due portieri insieme. Jonas Hiller lo conosciamo tutti, è classe pure ed uno dei migliori portieri in circolazione. Attualmente forse il migliore in assoluto, con inoltre la motivazione di finire la sua carriera alla grande. Che dire poi di Eliene Paupe? Quando quest’ultimo viene chiamato in causa fornisce prestazioni davvero convincenti. Insomma, i portieri sono un vero e proprio punto di forza per i Seeländers.

Toni Rajala

Toni Rajala è in grande forma. Niente di nuovo. A voler cercare il pelo nell’uovo, quest’anno in termini di prestazioni è meno costante rispetto alla scorsa stagione. Ma ragazzi, che giocatore. Un vero e proprio cecchino capace non solo di segnare ma pure di segnare le reti importanti nei momenti chiave delle partite.

Yannick Rathgeb

In molti dicevano che Yannick Rathgeb era un gran colpo di mercato. Sempre in molti però, forse anche memori delle prestazioni fornite dal difensore a Friborgo, avevano dubbi in merito alla sua solidità difensiva. Ora diciamolo, non è che Yannick Rathgeb sia diventato il più solido difensore al mondo… però rispetto ai tempi trascorsi in riva alla Sarine, ora è molto più disciplinato. E questo non gli ha fatto perdere incisività in zona offensiva. Insomma, un vero colpo di mercato in tutti i sensi!

LA MENZIONE SPECIALE

Peter Schneider

Peter Schneider ci mette l’anima ed è una vera e propria macchinetta da tiro. Insomma, ha dimostrato di valere un posto in National League. Il problema è che si potrebbe dire… o tutto o niente. Troppo spesso infatti fatica dannatamente a buttare il disco in rete. Se riuscirà a raddirzzare la paletta, il Bienne potrà contare su molti gol in più. Del resto, Peter Schneider ha dimostrato che quando è in serata riesce pure a trasformarsi da macchinetta da tiro in macchinetta da gol. Serve solo un pò più di “calma” e continuità. Forza, Peter!

STATISTICHE


Statistiche prese da: nlicedata.com / leading-sport.com


Gol Fatti & Gol Subiti

Considerando le differenze di partite giocate dalle squadre, teniamo in considerazioni i gol fatti ed i gol subiti in media a partita.

Come abbiamo già avuto modo di dire, il Bienne potrebbe segnare di più. E le cose, sempre come detto, stanno comunque migliorando. Se parliamo di difesa invece, i Seeländers sono solidi come una roccia anche perché possono contare su due ottimi portieri capaci di fare la differenza.

Gol Fatti & Gol Subiti per 10’

Questo grafico è a modo suo un pò “preoccupante”… Il Bienne infatti tende a segnare molto più dei suoi avversari nei primi due periodi di gioco ma subisce troppo nei terzi conclusivi. Che ci sia un problema di condizione fisica, magari legato alla partecipazione alla Champions Hockey League? Di certo il numero di gol incassati negli ultimi periodi di gioco deve diminuire.

Tiri & Tiri Subiti

Considerando le differenze di partite giocate dalle squadre, teniamo in considerazioni i tiri ed i tiri subiti in media a partita.

Il Bienne tira tanto… ma subisce decisamente troppo. Di fatto, se parliamo di tiri in porta subiti, i Seeländers sono la peggior squadra della lega.

Vediamo ora la pericolosità dei tiri e dei tiri subiti.

Tiri & Tiri Subiti dallo slot in percentuale

Il Bienne propone un hockey spesso bello da vedere, veloce e ben organizzato. Questo si può vedere anche in questa tabella che dimostra come i Seeländers scagliano ben il 46.3% dei loro tiri dallo slot, ossìa dall’area più pericolosa della pista. Preoccupa un pò invece il fatto che i boys di Törmänen concedono troppi tiri – in percentuale – dallo slot della loro zona difensiva. Bisognerebbe proteggere meglio il portiere.

Percentuale realizzativa & Percentuale parate

Questi dati confermano pienamente quanto dicevamo in precedenza. Ossìa che il Bienne deve sfruttare maggiormante le sue occasioni ma che allo stesso tempo ha due portieri in grandissima forma!

PP % – PK %

Come abbiamo già avuto modo di menzionare, i Seeländers sono piuttosto efficaci in power-play e di fatto in tal senso sono la quarta miglior squadra della lega dietro a ZSC Lions, Davos e Ginevra Servette. I boys di Törmänen inoltre, sono pure piuttosto abili quando si tratta di “uccidere” le penalità avversarie, solamente Ambrì-Piotta, Ginerva Servette, Lugano e Davos “uccidono” più penalità dei Seeländers in percentuale.

I MIGLIORI MARCATORI

Scopriamo quali sono i tre migliori marcatori della squadra alla prima pausa internazionale.

Toni “on fire” Rajala è il Top Scorer della squadra. Niente di nuovo. Ormai quasi ci siamo dimenticati che il suo numero di maglia è il 25, dato che praticamente sempre veste la maglia da Top Scorer.

Al secondo posto c’è poi Marc-Antoine Pouliot, giocatore che sta fornendo in buoni casi ottime prestazioni. Stesso dicasi per il terzo classificato Anssi Salmela… il difensore Finlandese magari manca ancora un pò in continuità, ma è pura classe e pure in power-play sa essere determinante.

LA NOSTRA PREVISIONE PER IL PROSIEGUO DELLA STAGIONE

1° – 4° posto

È vero che tutto può succedere, anche che il Bienne manchi l‘accesso ai playoff. Però per quanto visto fino ad ora, e considerando pure che ci sono margini di miglioramento, facciamo fatica ad immaginare i Seeländers fuori dalle parti alte della classifica al termine della regular season.

Il Bienne insomma, non è ancora al meglio ma è già stabilmente tra le migliori. Ed è lecito attendersi che migliorerà ancora.

Insomma, è arrivato il momento di fare il passo successivo? Vale a dire, è arrivato il momento di giocare una finale di playoff per la prima volta nella storia? Solo il tempo ce lo dirà, tanto più che nei playoff tutto può cambiare.

Ma di certo i Seeländers stanno continuando a gettare le basi per un futuro radioso. E prima o poi arriverà il loro momento di gloria. Ora l’importante è continuare così, lavorare duro e continuare a crescere. Il tempo poi, che è sempre galantuomo, saprà ricompensarli.

Buona fortuna, Bienne!

Advertisement