Photo: justpictures.ch


Prima pausa internazionale… in teoria, è il primo momento realmente utile per fare un paragone con la stagione passata. Anche se poi, realmente, l’unico momento per fare un paragone con la stagione passata sarà la prossima primavera, quando verranno emesse i verdetti finali.

Ogni squadra inizia una stagione con l’intenzione di migliorare – o di ripetersi in caso di vittoria del titolo – i risultati della stagione precedente. Alcune ci riescono ed altre no. Andiamo ad ogni modo a vedere, alla prima pausa internazionale, il confronto tra questa stagione e la scorsa. Vediamo chi, ad inizio novembre, è migliorato o peggiorato di più.

Cominciamo dai punti conquistati. Considerando che il numero di partite giocate non è lo stesso rispetto a 12 mesi or sono, ci basiamo sulla media punti.

MEDIA PUNTI

Confronto stagione 2018-19 / 2019-20 alla prima pausa internazionale

Davos e Rapperswil… chi l’avrebbe mai detto che, appena pochi mesi or sono, queste due squadre sono state le finaliste dei playout?

Gli Stambecchi sono completamente rinati, e poteva non essere così evidente visto gli strascichi – specie dal punto di vista mentale – che una stagione come quella passata poteva lasciare. Il Rappi per contro, dopo un anno di esperienza e dopo un mercato intelligente, è ora una brutta gatta da pelare.

Sono queste le due squadre che sono migliorare di più rispetto alla scorsa stagione!

Anche gli ZSC Lions sono migliorati parecchio. E pure loro, sono completamente rinati rispetto alla scorsa stagione quando, un pò a sorpresa, furono costretti a giocare i playout.

Da notare che Davos e ZSC Lions sono la dimostrazione che anche dei cambiamenti importanti possono dare frutti a breve termine.

Tra chi è peggiorato di più troviamo invece Friborgo Gottéron, Langnau e Berna. Ogn’una di queste tre squadre merita un discorso a parte.

Il Gottéron paga un inizio disastroso che ha portato al licenziamento di Mark French. Ma i Dragoni sono in ripresa e ultimamente sono in grande forma. Il Langnau da parte sua la scorsa stagione aveva ottenuto risultati a dir poco straordinari, specie nella prima fase, che difficilmente erano replicabili. Il Berna per finire invece, ha avuto davvero un crollo verticale quasi anche inspiegabile.

Vediamo ora altri paragoni. Quelli dei gol segnati e sol subìti quest’anno alla prima pausa internazionale rispetto alla scorsa stagione.

Prendiamo in considerazione la media di gol segnati a partita.

GOL SEGNATI

Confronto stagione 2018-19 / 2019-20 alla prima pausa internazionale

Anche in questo caso, il Davos è la squadra che di gran lunga è migliorata di più. Gli Stambecchi, con nuovo allenatore e due nuovi stranieri (3 con l’arrivo di Otso Rantakari per rimpiazzare l’infortunato Nygren), sembrano davvero tutt’altra cosa. E segnano ben 1.6 gol in più a partita.

Gli ZSC Lions per contro, hanno aggiunto Dominik Diem, Garrett Roe (trasferimento dell’anno!), Marco Pedretti, Axel Simic e Markus Krüger alla loro rosa. Ma hanno perso Fabrice Herzog, Marco Miranda, Roman Cervenka e Jérôme Bachofner. Insomma, sono solamente leggermente più forti in attacco rispetto alla scorsa stagione… eppure, grazie al lavoro di Rikard Grönborg ed il suo staff, sono ora una macchinetta da gol!

Il Rapperswil da parte sua ha nuovi stranieri che fanno decisamente la differenza. Inoltre, gli innesti in generale sono stati molto intelligenti ed hanno aumentato qualità ed esperienza della rosa. Se a questo aggiungiamo l’anno di esperienza supplementare in National League… ecco che i risultati in termini di gol sono sotto gli occhi di tutti.

Le squadre che invece segnano molto meno rispetto all’anno scorso sono Lugano e Bienne, entrambe con più di mezzo gol in meno segnato a partita.

I Bianconeri hanno perso Gregory Hofmann, certo… ma il potenziale offensivo, considerati anche gli innesti di Reto Suri e Dominic Lammer (senza dimenticare Sandro Zangger), a nostro parere dovrebbe permettere di segnare molte più reti.

I Seeländers per contro hanno dovuto far fronte a diversi infortuni e nella prima parte di stagione hanno faticato maledettamente a buttare il disco in rete. Ultimamente tuttavia, le cose sono migliorate… e miglioreranno ancora.

Per finire, vediamo la situazione relativa ai gol subiti.

GOL SUBITI

Confronto stagione 2018-19 / 2019-20 alla prima pausa internazionale

Questo dato dimostra, ancora una volta, come il Davos è davvero rinato. I cerbiatti si sono (ri) trasformati in stambecchi ed ora sono pure solidi. La scorsa stagione erano fragili, in tutti i sensi… ed ora invece sono brillanti!

Ottimo il miglioramento pure dell’Ambrì-Piotta, e questo nonostante la pesante perdita di Samuel Guerra. I boys di Luca Cereda, grazie al sistema di gioco e pure grazie ai portieri, sono spesso e volentieri una brutta gatta da pelare nonostante l’ultimo posto in classifica. E sono più solidi della scorsa stagione.

È migliorato poi anche il “nuovo” Ginevra Servette di Patrick Emond. La truppa di quest’ultimo ha un grande spirito di squadra, ed i portieri – Robert Mayer e Gauthier Descloux – stanno vivendo un’ottima stagione. Di fatto, entrambi gli estremi difensori delle Aquile quando sono al massimo della loro forma danno una grandissima mano alla squadra.

Le squadre che invece sono più peggiorate sono Zugo, Langnau e Berna. Anche in questo caso, ogni squadra merita un discorso separato.

Lo Zugo subisce troppe reti… anche se ultimamente le cose stanno migliorando parecchio. Ci viene da pensare che l’innesto di Leonardo Genoni, forse anche involontariamente, ha reso i Tori più distratti.

Il Langnau, che anch’esso sta migliorando, è invece stranamente poco solido. Conoscendo l’allenatore Heinz Ehlers tuttavia, siamo certi che ben presto i Tigrotti torneranno ad essere solidi come una roccia.

Incredibile invece il dato del Berna. Gli Orsi, che della solidità hanno sempre fatto un loro marchio di fabbrica, sono stranamente poco solidi. Oseremmo dire in pieno letargo. I dati ad ogni modo, sono destinati a migliorare.

Ma per trarre le conclusioni, bisognerà attendere ancora qualche mese. Poi si capirà chi, veramente, ha lavorato meglio la scorsa estate e questa stagione. A presto, ragazzi 🙂

Advertisement