È lunedì, e come ogni lunedì parliamo dei Ticino Rockets, la squadra di tutti i Ticinesi!

È stata una settimana molto positiva per i Razzi. E non solo per via dei risultati ottenuti. Ci arriviamo per gradi. Ora, non perdiamo altro tempo e vediamo come sono andate le partite della scorsa settimana.

LE PARTITE DELLA SCORSA SETTIMANA

HC Turgovia vs HC Biasca Ticino Rockets 1-0

Partita complicata, quella contro il Turgovia. Stando alle statistiche, i Ticino Rockets hanno tirato in porta solamente 17 volte contro le 33 dei padroni di casa. E specie nei primi due periodi di gioco, il Turgovia ha avuto più occasioni da rete. Crediamo non sia dunque stato un caso che dopo 26 minuti e 56 secondi di gioco Frantisek Rehak ha segnato la prima e unica rete della serata, che ha dato la vittoria alla truppa di Stephan Mair.


EHC Olten vs HC Biasca Ticino Rockets 2-1 (d.r.)

I Ticino Rockets hanno perso per la 14a volta di fila contro l’Olten. Ma per la prima volta nella storia hanno conquistato un punto all’Eisbahn Kleinholz. L’Olten, favorito d’obbligo, si è portato avanti nel primo periodo con Diego Schwarzenbach. I boys di Reinhard e Reuille ad ogni modo non hanno mai mollato, hanno tenuto testa ai padroni di casa e nel periodo centrale in inferiorità numerica hanno pareggiato con Elia Mazzolini, giunto alla sua terza marcatura stagionale. Il punteggio non è poi più cambiato fino alla serie di rigori, durante la quale solo Lee Roberts ha segnato per i Razzi mentre Garry Nunn e Dion Knelsen hanno dato il punto extra all’Olten.


HC Biasca Ticino Rockets vs HC Ajoie 3-2

Il 2 novembre 2019 è una data che, di diritto, entra nella storia. I Ticino Rockets infatti, per la prima volta al 14° tentativo sono riusciti a battere l’Ajoie. I Razzi contro la capolista hanno fornito una prestazione cuore e carattere. Nel giro di 33 minuti e 16 secondi si sono portati sul 3-0 grazie a Dario Meyer ed alla doppietta di Max Gerlach. L’Ajoie ha poi evidentemente provato il tutto per tutto e nel terzo periodo è andata a segno con Devin Müller e Jonathan Hazen… ma poi il cuore dei Razzi ha retto e così è arrivata una magnifica vittoria per 3-2 che ha messo fine ad una serie di 14 sconfitte consecutive!


LO SPUNTO DELLA SETTIMANA

Game, set and match!

Non siamo grandi fan degli inglesismi che troviamo il più delle volte in tutto e per tutto stucchevoli. Però in questo caso, la frase “gioco, partita e incontro” suonava fin quasi strano… ed allora, pur andando contro i nostri principi, per una volta facciamo uno strappo alla regola e definiamo l’ultima settimana dei Ticino Rockets come “game, set and match”!

GAME

Perché i Razzi sono riusciti a strappare un punto ad Olten, squadra attualmente al quarto posto in classifica ma tra le favorite per la conquista del titolo. Un piccolo “successo” e se vogliamo pure una piccola impresa. Insomma, un “game”.

SET

Perché i Razzi hanno conquistato una brillante vittoria, forse la più importante. Stiamo parlando del brillante ritorno in National League del giovane Luca Hischier, che proprio con i Ticino Rockets ha giocato 3 partite per rilanciarsi… e poi è tornato al Davos dove ha messo a referto 3 punti in 2 partite. L’obiettivo dei Razzi, è principalmente quello di far crescere e maturare i giocatori. E Luca Hischier è solo l’ultimo esempio di come, in tal senso, il progetto sta funzionando a meraviglia. Chi passa dai Ticino Rockets, è poi pronto per la massima divisione. Insomma, un “set”.

AND MATCH

Perché i Razzi, finalmente, sono riusciti ad interrompere la loro serie di 14 sconfitte consecutive. E soprattutto, sono riusciti a conquistare la loro prima vittoria nella storia contro l’Ajoie, attuale capolista della Swiss League! Viene da credere che, finalmente, i boys di Reinhard e Reuille hanno raccolto i frutti del duro lavoro e sono riusciti a tramutare l’ennesima prestazione di cuore in punti. Proprio alla vigilia della pausa, che a questo punto viene affrontata dopo aver fatto il pieno di entusiasmo.

Già, entusiasmo. Un fattore fondamentale per questi ragazzi che questa stagione non potranno “solamente” pensare a far crescere i giocatori e prepararli per la National League – lavoro che, come detto, viene svolto egregiamente! – ma dovranno anche pensare a salvare la pelle. E vittorie come quella ottenuta contro l’Ajoie sono fondamentali, perché i ragazzi hanno bisogno di fiducia. Ed il modo migliore per costruirla, sono i risultati positivi. Se essi poi vengono ottenuti contro la capolista ancora meglio. Perché generano entusiasmo!

Ora la speranza è che questo entusiasmo, unito al solito lavoro da svolgere con i piedi ben piantati per terra, possa dare la spinta per una seconda parte di stagione emozionante. Da concludere evitando la retrocessione.

Auguri, cari Razzi. E complimenti per la magnifica settimana da RAZZI che avete regalato ai vostri tifosi!


LE PARTITE DI QUESTA SETTIMANA

Anche il campionato di Swiss League si ferma… e si tornerà a giocare il prossimo 12 novembre quando i Razzi ospiteranno il Kloten.

Ma avremo tempo di parlarne lunedì prossimo.

Questi 10 giorni di pausa ad ogni modo, saranno fondamentali per costruire sulla vittoria conquistata contro l’Ajoie.

Buon lavoro cari Razzi… e non mollart mai. GoRocketsGO!

Advertisement