Photo: justpictures.ch


Quasi tutte le squadre hanno giocato almeno 10 partite… resta il Davos, causa principalmente l’attesa per la conclusione dei lavori alla Vaillant Arena, fermo a quota 8. Ben 5 in meno di diverse squadre che per contro di partite ne hanno giocate ben 13.

Insomma, si potrebbe scrivere un libro a tal proposito. Invece oggi vogliamo focalizzarsi sulle differenze tra la stagione 2018-19 e la stagione 2019-20.

10 partite in genere sono un campione esiguo, ma allo stesso tempo si tratta del 20% delle partite di regular season. In altre parole, è il primo momento per fare un confronto con la stagione passata. Per capire come le squadre, rispetto a 12 mesi or sono, hanno iniziato il campionato.

Prendiamo in considerazione, squadra per squadra, il numero di partite giocate in questa stagione. E paragoniamo la situazione con la stessa dopo lo stesso numero di partite giocate la stagione passata. Iniziamo subito con vedere chi ha conquistato più punti rispetto a 12 mesi or sono e chi invece ne ha conquistati meno.

PUNTI

La squadra che è migliorata più di tutte è il Losanna. Del resto, come dimenticare che 12 mesi or sono la truppa di Ville Peltonen, prima della fantastica cavalcata fino alla semifinale, aveva iniziato la stagione rimediando ben 8 sconfitte nelle prime 11 partite? I Leoni Vodesi quest’anno, pur se con alcuni alti e bassi, hanno iniziato decisamente meglio. E rispetto alla stagione 2018-19, dopo 11 partite hanno conquistato ben 11 punti in più!

La seconda squadra che è migliorata di più è il Rapperswil. E, non ce ne vogliano i Leoni Vodesi, questo è il miglioramento più significativo. Il Rappi ha lo stesso allenatore ma ha aggiunto esperienza e talento nella rosa… ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. La scorsa stagione dopo 13 partite i Lakers avevano conquistato la miseria di 6 punti, mentre quest’anno dopo 13 partite sono già a quota 15. Per dire, 12 mesi or sono il Rapperswil ci mise ben 24 partite per conquistare lo stesso numero di punti!

La terza squadra che è migliorata di più per contro – anche se il campione di sole 8 partite è meno significativo – è il Davos. Gli Stambecchi comunque, al di la dei punti, sono migliorati in tantissime altre cose. In primis, nell’atteggiamento. La truppa ora affidata a Christian Wohlwend infatti, se escludiamo l’ultima prestazione poco convincente fornita a Friborgo, sta proponendo un hockey moderno e veloce. Bello da vedere.

Se prendiamo per contro le squadre che sono peggiorate di più, scopriamo che esse sono Ambrì-Piotta, Langnau e Berna.

I Leventinesi hanno conquistato 7 punti in meno rispetto alla scorsa stagione dopo 12 partite. Non sono pochi. I Tigrotti di Langnau addirittura 9 punti in meno dopo 13 partite. E poi c’è il Berna, con ben 10 punti in meno.

Gli Orsi non hanno avuto un inizio di stagione propriamente da sogno. Ma hanno vinto 3 delle ultime 5 partite e sembrano in ripresa.

Vediamo ora quanto sono migliorate o peggiorate le squadre in termini di gol segnati e gol subìti.

GOL SEGNATI

Gli ZSC Lions sono cambiati moltissimo rispetto alla scorsa stagione. Ora propongono un hockey decisamente più accattivante e spettacolare. E di fatto, sono davvero in ottima forma. Un grande cambiamento rispetto alla scorsa stagione riguarda il numero di gol segnati… ben 19 in più (!) dopo 13 partite.

Impressionanti poi anche i numeri del Rapperswil. La truppa di Jeff Tomlinson, anche grazie ai nuovi stranieri, segna decisamente di più rispetto a 12 mesi or sono e questo fa tutta la differenza del mondo. O meglio, fa la differenza tra sconfitte onorevoli e vittorie.

Interessante poi notare che pure Losanna, Ginevra Servette, Zugo (dopo i grandi acquisti!) e Davos hanno segnato di più rispetto alla scorsa stagione. Sono peggiorate per contro tutte le altre…

Spiccano, in negativo, le cifre di Langnau, Ambrì-Piotta e Bienne. Il dato dei Seeländers poi è davvero poco incoraggiante. Del resto, la truppa di Antti Törmänen pur se solida in questa prima fase di stagione ha veramente faticato a buttare il disco in rete… le cose stanno comunque migliorando, e miglioreranno ancora una volta che tutti i nuovi innesti riusciranno ad esprimersi ai loro massimi livelli. E miglioreranno anche quando, tra un pò, rientrerà Damien Brunner attualmente infortunato.

Per finire, vediamo invece i numeri dei gol subiti.

GOL SUBITI

Il Davos la scorsa stagione ha rimediato parecchie scoppole. Quest’anno invece, la squadra oltre che giocare meglio è pure molto più solida. Gli Stambecchi sono quelli che hanno migliorato maggiormente il loro record difensivo.

È poi però interessante notare come la maggior parte delle squadre sono diventate meno solide. L’unica altra squadra che ha migliorato la sua difesa in termini di gol subiti è stata il Rapperswil… che ha subito 1 gol in meno dopo 13 partite rispetto alla scorsa stagione.

L’Ambrì-Piotta è rimasta stabile mentre tutte le altre sono peggiorate.

Lugano, Ginevra Servette, Zugo… e soprattutto, ZSC Lions, Langnau e Berna!

I Lions sono molto più performanti offensivamente e questo forse lo pagano un pò difensivamente. Anche se nel complesso, la truppa di Rickard Grönborg ci guadagna certamente.

I dati di Tigrotti e Orsi invece sono quasi allarmanti.

La truppa di Heinz Ehlers è incredibilmente meno solida e, difensivamente, riesce ad esprimersi al meglio solo a tratti. Del resto, gli alti e bassi di questo inizio di stagione non aiutano. Conoscendo l’allentore Danese tuttavia, siamo certi che ben presto il Langnau tornerà ad essere solido.

Le cifre del Berna invece ben spiegano il brutto inizio di stagione degli Orsi. Crediamo ad ogni modo che sia sbagliato dire che la causa è il cambio di portiere avvenuto. Niklas Schlegel non sta facendo malissimo a nostro parere. Il problema è che il Berna, stranamente, pare generalmente poco solido. I reparti sembrano slegati tra loro e la truppa di Jalonen concede davvero troppo agli avversari. Però appunto, parlando di Kari Jalonen, siamo certi che pure in questo caso i numeri sono destinati a migliorare.

Il tutto, sempre tenendo in considerazione che le statistiche sono un ottimo spunto di riflessione ma non dicono mai tutta la verità. Ancora meno, dopo solo una decina di partite giocate. Ed allora non vediamo l’ora di capire come si evolverà il campionato… senza poi dimenticare che, numeri o non numeri, a partire dai playoff come sempre inizierà una nuova stagione.

Advertisement