In vista del prosieguo della stagione, e per non lasciare nulla d’intentato, il Bienne ha messo sotto contratto lo Svedese David Ullström fino al termine del campionato. Anche Antti Törmänen quindi, da ora in poi, potrà contare su cinque stranieri. David, 30enne attaccante, sembra essere un profilo molto interessante. Inoltre, fattore non da poco, è un vincente.

Andiamo a conoscerlo meglio.


Nome: David

Cognome: Ullström

Nato il: 22 aprile 1989

Nazionalità: SWE

Ruolo: F

Se volete seguirlo su Twitter: PROFILO TWITTER ULLSTRÖM


LA CARRIERA

David Ullström è nato il 22 aprile 1989 a Jönköping in Svezia, città degli HV71 vincitori di 4 titoli di SHL in questo secolo. E proprio negli HV71 David è cresciuto hockeysticamente, fino ad arrivare a fare il debutto in prima squadra durante la stagione 2007-08 quando l’allenatore era un certo Kent Johansson, leggenda del “Grande Lugano” di fine anni 80’.

IL DRAFT E L’AVVENTURA IN NORD AMERICA    

Al termine della stagione 2007-08, David Ullström è stato draftato dai New York Islanders in 102ma posizione assoluta al quarto turno. Da quel momento in poi, si è trasferito in Nord America per tre stagioni. Dapprima ha giocato per il farm team degli Islanders (i Bridgeport Sound Tigers) la prima stagione, e poi nelle due stagioni successive ha fatto la spola tra la AHL (76 presenze, 58 punti) e la NHL (52 presenze, 14 punti) sempre restando nalla franchigia basata nella grande mela.

IL RITORNO DA QUESTA PARTE DELL’OCEANO

Dopo le tre stagioni passate oltre oceano, David Ullström ha firmato un contratto in KHL con il Lokomotiv Jaroslav nell’estate del 2013, ma dopo sole 18 partite e 4 punti, l’attaccante Svedese ha poi optato per finire la stagione con il Lev Praga. Ad ogni modo, David è rimasto in KHL fino al 2016, dove ha vestito le maglie di Severstal Cherepovets, Sibir Novosibirsk e Dinamo Minsk ed ha collezionato un totale di 169 presenze mettendo a referto 80 punti. In seguito, è tornato in Svezia per l’ultima parte della stagione 2016-17 ed è tornato “a casa sua”, all’HV71 dove è poi rimasto anche la stagione successiva.

I RITORNI OLTRE OCEANO ED IN KHL

Dopo 5 stagioni in Europa, David Ullström è tornato oltre oceano dove ha firmato un contratto di un anno con gli Arizona Coyotes nell’estate del 2018. Si è però purtroppo infortunato subito, ed ha poi concluso la stagione in AHL con i Tucson Roadrunners (29 presenze, 23 punti). Considerando poi la difficoltà di sfondare nel campionato più prestigioso del mondo, David Ullström è tornato quest’ultima estate in KHL ed ha firmato un contratto con la Dinamo Riga… dopo 11 partite in Lettonia (5 punti) per finire però, ecco la chiamata dalla Svizzera e più precisamente da Bienne. Dove David giocherà il resto della stagione corrente.

IL GIOCATORE

David Ullström era considerato un prospetto intrigante ed è un giocatore con una stazza imponente (192cm, 88kg).

Per conoscerlo meglio, ci siamo messi in contatto con qualcuno che ha potuto seguirlo da vicino nel recente passato. Abbiamo avuto il piacere di tornare a parlare con Mattias Ek, giornalista de “Hockeynews.se”. Di seguito, le sue impressioni.

Se parliamo di David Ulström, parliamo di un giocatore che ha passato la maggior parte della sua carriera lontano dalla Svezia giocando in Nord America ed in KHL. Ma quando è tornato in Svezia per giocare con l’HV71, si è dimostrato un solido attaccante capace di giocare sia centro che all’ala. Ha un buon tiro, è un buon pattinatore e può segnare reti. Quando ha giocato per l’HV71 nella stagione 2017-18 lo ha fatto principalmente da centro, vincendo approssimativamente il 60% di ingaggi. Ullström è stato pure usato in power-play dove ha segnato 1 gol e fornito 11 assist in 47 partite. Allo stesso tempo, molto raramente è stato utilizzato nelle situazioni di inferiorità numerica.

Da notare che ha vinto due campionati con l’HV71, dapprima nel (2010) e poi con la prima squadra (2017).

Posso immaginare che il fatto che può giocare in diversi ruoli offensivi lo renderà molto utile a Bienne. Ullström inoltre, è diventato padre la scorsa primavera e giocare in Svizzera è l’ideale per la vita di famiglia. O quanto meno, questo è quanto mi è stato detto da altri giocatori Svedesi che hanno passato del tempo nella vostra bellissima nazione.

Grazie mille, Mattias!

Per diversi motivi, crediamo che David Ullström potrà diventare un giocatore molto prezioso a Bienne. In primis, eccelle agli ingaggi… ed i Seeländers, attualmente, sono la squadra meno performante in assoluto della lega in tal senso. Inoltre, potrà dare una mano in power-play. Senza dimenticare che la sua stazza potrà tornare utile alla truppa di Antti Törmänen. Crediamo che attualmente in rosa a Bienne non ci sono giocatori con le caratteristiche di David Ullström, pertanto l’allenatore Finlandese avrà un’altra eccellente arma a sua disposizione.

Benvenuto in Svizzera, David!

CURIOSITÀ

* Nelle giovanili dell’HV71 e poi anche in prima squadra, David Ullström è stato compagno di squadra di Mattias Tedenby. Quest’ultimo, lo ricordiamo, nuovo straniero del Davos in questa stagione 2019-20 di National League.  Quando era nell’orbita New York Islanders per contro, sia in AHL che in NHL, ha avuto l’opportunità di giocare con il nostro Nino Niederreiter.

In Russia per contro, in KHL, ha avuto modo di giocare con altri giocatori che sono passati dalla nostra National League. Citiamo Andreas Thuresson (ex Langnau) ed Adam Almqvist (ex Berna).

Quando è tornato poi in Svezia per la stagione 2017-18, oltre a Mattias Tedenby, ha pure avuto modo di condividere lo spogliatoio con Max Wärn, nuovo straniero del Losanna.

* David Ullström ha segnato il suo punto in NHL il 29 novembre 2011. In quell’occasione ha servito l’assist a Brian Rolston quando i New York Islanders si sono imposti per 2-1 contro i Buffalo Sabres. Da notare che in quella partita pure i nostri Mark Streit e Nino Niederreiter erano in pista per gli Islanders.

Pochi giorni più tardi invece, il 6 dicembre 2011, David ha pure segnato il suo primo gol in NHL. Anche in quel caso, in pista per gli Islanders c’era pure Mark Streit. Quel giorno i New York Islanders si imposero per 5-1 contro i Tampa Bay Lightning e David Ullström segnò la quarta rete per la sua squadra assistito da Bailey e Staios. Da notare che, a titolo puramente di curiosità, quello stesso martedì 6 dicembre 2011 il Bienne ospitava il Lugano all’Eisstadion… e si impose per 4-3 grazie alle reti messe a segno da Sébastien Bordeleau, Marco Truttmann, Ahren Spylo e Clarence Kparghai.

* David Ullström, come detto, è nato il 22 aprile 1989. Curiosamente, lo stesso identico giorno di Elias Bianchi, attuale capitano dell’Ambrì-Piotta.

STATISTICHE

VIDEO

 

Advertisement