È lunedì, e come ogni lunedì parliamo dei Ticino Rockets, la squadra di tutti i Ticinesi!

La settimana appena trascorsa è stata “negativa” in termini di risultati viste le due sconfitte rimediate in casa contro il Turgovia ed in trasferta contro l’Ajoie dopo supplementari. Ma ciò nonostante, i ragazzi di Reinhard e Reuille si mantengono al di sopra della riga che separa il paradiso dall’inferno. Oltretutto, con una partita da recuperare. Altre notizie positive? Le prestazioni. In entrambe le gare disputate, i ragazzi sono rimasti in partita fino alla fine e questo non sempre succedeva in passato. Inoltre, i Rockets hanno costretto la capolista al tempo supplementare.

Ed allora non perdiamo tempo, riviviamo le partite della settimana!

LE PARTITE DELLA SETTIMANA

HC Biasca Ticino Rockets vs HC Turgovia 2-4

Sulla carta qualcuno poteva pensare che quella contro il Turgovia era la partita più semplice. Sbagliato. Il Turgovia infatti è attualmente al 2° posto in classifica ed inoltre storicamente è sempre un avversario indigesto per i Ticinesi. Basti pensare che storicamente i Razzi hanno vinto solamente 1 dei 13 scontri diretti ed è successo nel gennaio 2017. Detto questo, la sfida giocata alla Raiffeisen BiascArena è stata dura per i padroni di casa. Il Turgovia ha tirato molto di più, ed in poco più di 20 minuti si è portato sul 2-0 con Connor Jones e David Wildhaber. A quel punto però i Ticinesi hanno reagito alla grande ed in pochi minuti sono stati capaci di pareggiare grazie a Dario Meyer ed Elia Mazzolini! Ma non è bastato… perché sul finire di periodo centrale gli ospiti si sono riportati avanti con Dominic Hobi, e per finire in un terzo periodo equilibrato il Turgovia ha poi fissato il punteggio finale sul 4-2 grazie a Niki Altorfer in power-play.

HC Ajoie vs HC Biasca Ticino Rockets 3-2 (d.s.)

È stata una partita di sofferenza ed era inevitabile contro la capolista di Swiss League. Ma per la seconda volta nella storia, e grazie ad un grande carattere, i Ticino Rockets sono riusciti quanto meno a forzare l’Ajoie fino ai supplementari prima di soccombere. I Ticinesi si sono addirittura portati in vantaggio nel primo periodo con Tino Kessler, ma attorno alla mezz’ora i padroni di casa hanno ribaltato il risultato con Jonathan Hazen e Michael-Philipp Devos. A quel punto il momentum pareva chiaramente nelle mani dei padroni di casa, ma Anthony Neuenschwander è riuscito a pareggiare per i Razzi sul finire di periodo centrale ed il risultato non è più cambiato fino al supplementare. Quando, dopo soli 58 secondi, il solito Michael-Philipp Devos ha dato la vittoria ai padroni di casa.

LO SPUNTO DELLA SETTIMANA

I Ticino Rockets e la pressione

7 punti nelle prime 5 partite di campionato i Ticino Rockets non li avevano mai conquistati. Sarà che sulla carta, grazie all’ingaggio di due stranieri ed alla collaborazione con Davos e Losanna, la squadra è più forte. Sarà che il club tutto, alla sua quarta stagione in Swiss League, è maturato. Sarà che il lavoro del nuovo duo di allenatori Reinhard – Reuille sta già dando i frutti sperati. Sarà quel che sarà… ma la realtà, è che i Razzi hanno iniziato bene il campionato anche in termini di risultati e lo hanno fatto nel momento più complicato.

Già, perché come tutti ben sappiamo da quest’anno i Ticinesi non hanno più il “posto garantito” ma dovranno conquistarsi la salvezza sul ghiaccio, con i risultati. E questo è qualcosa che, inevitabilmente, genera un pò di pressione.

Ma che sia proprio stata, tra le altre cose, la mancanza di pressione alla base dei risultati negativi (sul ghiaccio) le scorse stagioni? Del resto, fino a quest’anno, dal lato pratico e pur se si gioca sempre per i 3 punti, vincere o perdere non faceva una grande differenza se non per il morale della truppa. L’obiettivo primario era “solamente” quello di formare i giocatori e prepararli – o rigenerarli – per la National League.

E permetteteci di dire che, in tal senso, il lavoro fatto è stato a dir poco eccezionale. Basta vedere quanti giocatori hanno fatto parte del progetto “Ticino Rockets” e poi si sono ritagliati un posto importante ad Ambrì o Lugano.

Ora invece i Rockets sono diventati metaforicamente grandi, si può quasi dire che sono maggiorenni. E come tali, hanno onori ma anche maggiori oneri. Uno degli oneri, è quello che seppure i risultati sul ghiaccio saranno sempre “secondari” rispetto alla formazione dei giovani…  non saranno più solamente un “optional”. E forse proprio questa nuova situazione può dare nuova linfa a tutto l’ambiente.

E chissà, magari anche portare qualche spettatore un più alla Raiffeisen BiascArena. I ragazzi, e tutto il club, se lo meriterebbero davvero!

LE PARTITE DI QUESTA SETTIMANA


Martedì 01.10.2019 – EHC Kloten vs HC Biasca Ticino Rockets

I Ticino Rockets vanno a far visita allo storico Kloten. Si tratta del quinto scontro diretto nella storia tra queste due squadre… e fino ad ora, ad avere la meglio sono sempre stati gli Aviatori. La truppa ora allenata dall’ex allenatore del Langenthal Per Hanberg ha iniziato il campionato appena discretamente, ha conquistato in totale 11 punti in 6 partite frutto di 4 vittorie e 2 sconfitte e si trova attualmente al 3° posto in classifica. Ma non è certo questo il momento di essere in forma per il Kloten… che dovrà piuttosto farsi trovar pronto per i playoff e per cercare di riconquistare la National League!

IL TOP SCORER

Eric Faille

Eric Faille è a Kloten da questa stagione. È arrivato dal Banska Bystrica dove ha passato le ultime due stagioni e dove ha pure preso parte a due edizioni della Champions Hockey League. La scorsa stagione, ha pure giocato due partite contro il Lugano e nella partite giocata in Slovacchia (vinta dalla sua squadra per 5-2) ha pure segnato una rete. Nel passato, Eric Faille ha pure giocato 47 partite in AHL con i Texas Stars ed i Toronto Marlies. E proprio a Toronto, è stato pure compagno di squadra di Mark Arcobello.


Venerdì 04.10.2019 – HC Biasca Ticino Rockets vs GCK Lions

Le partite contro i GCK Lions sono sempre particolari… foss’anche solo perché anche i Lions sono una squadra formatrice. E foss’anche solo perché sono quelle partite che i Rockets “devono” vincere o quanto meno evitare di perdere entro il 60° minuto di gioco. I GCK Lions hanno iniziato piuttosto bene la stagione avendo conquistato 2 vittorie su 6 partite. Hanno attualmente 6 punti – uno in meno dei Rockets – e sono al 10° posto in classifica. Da notare che la scorsa stagione i Razzi hanno vinto solamente una partita su 6 contro i “Leoncini”…

IL TOP SCORER

Ryan Hayes

Ryan Hayes… sempre lui! Il 30enne statunitense è alla sua terza stagione con i GCK Lions ed in Swiss League è una vera e propria macchinetta da punti. Pur giocando in una squadra formatrice, ad oggi ha collezionato 94 presenze e messo a referto 102 punti nella lega cadetta. Numeri di tutto rispetto. Questa stagione è già a quota 10 punti in 5 partite.


Domenica 06.10.2019 – SC Langenthal vs HC Biasca Ticino Rockets

Trasferta complicata a Langenthal per la terza partita della settimana. I Ticino Rockets vanno ad affrontare i vincitori della scorsa Swiss League che, dopo un inizio tribolato, sembrano in netta ripresa. Le partite contro il Langenthal inoltre sono storicamente particolarmente complicate per i Razzi… basti pensare che fino ad oggi, in 13 occasioni, i Ticinesi non sono mai riusciti ad imporsi.

IL TOP SCORER

Andrew Clark

Andrew Clark è alla sua prima stagione con il Langenthal dopo che ha passato le ultime tre con l’HC Innsbruck nella EBEL. Non è tuttavia un volto totalmente nuovo alle nostre latitudini. Durante la stagione 2015-16 infatti, giocò con il Rapperswil in LNB e mise a referto 47 punti in 39 partite. Insomma, conosce molto bene la categoria ed è un giocatore in grado di fare la differenza. Fino ad ora a Langenthal ha messo a referto 9 punti in 6 partite.


Buon lavoro cari Razzi, buona fortuna per questa settimana e… non mollare mai. #GORocketsGO

Advertisement