2a settimana – 15.09.2019 – 22.09.2019


E anche la seconda settimana di National League è ormai andata… tutte le squadre sono ancora evidentemente alla ricerca della “quadratura del cerchio”. Ci sono quelle che comunque sono già in ottima forma e quelle che invece, comprensibilmente o meno, hanno ancora ampi margini di miglioramento. Stesso dicasi per i giocatori… e come vedrete, a nostro parere questa settimana a risaltare sono stati in particolare alcuni portieri!

Vediamo allora il nostro Top & Flop settimanale!

LA SQUADRA “ON FIRE”

Risultati immagini per fire gif white background

Caro Rapperswil, anzitutto… congratulazioni! È nostro grande piacere nominare i Lakers TOP della settimana per la prima volta dal loro ritorno in National League.

Il Rappi ha vissuto una settimana – ma più in generale un inizio di stagione – davvero fantastica. Due partite, due vittorie conquistate contro Bienne e ZSC Lions, due tra le squadre più forti della lega. I successi di questi ultimi giorni hanno portato a 3 il numero di meritate vittorie consecutive… e questa era una cosa che, in National League, non succedeva dal febbraio del 2015, quando i ragazzi allora allenati da Anders Eldebrink furono capaci di vincere consecutivamente contro Kloten, Zurigo e Ginevra Servette. Il trittico di vittorie di allora non servì a molto… dato che i Lakers conclusero comunque quella Regular Season all’ultimo posto e vennero poi relegati.

Le tre vittorie consecutive ottenute in questo avvio di stagione 2019-20 invece, possono segnare l’inizio di una nuova era. Non tanto per le vittorie in sé… quanto soprattutto per come esse sono state conquistate. Ossìa, grazie a prestazioni davvero convincenti che promettono molto bene per il futuro!

Ora non giriamoci tanto in giro, non sarà semplice per i ragazzi di Jeff Tomlinson terminare la Regular Season tra le prime otto… queste vittorie ad ogni modo sono la conferma di quanto già scrivevamo nell’anteprima della stagione. Vale a dire, che il Rappi si è davvero rinforzato parecchio ed in maniera intelligente.

Daniel Vukovic e Flurin Randegger hanno reso la difesa molto più solida ed esperta… mentre Dominik Egli si sta già dimostrando l’uomo giusto al posto giusto. Che dire poi di Roman Cervenka? Il Ceco ex Zurigo sta fornendo ottime prestazioni, e pure quando si è visto poco – come nell’ultima partita proprio contro la sua ex squadra – è risultato decisivo. E non dimentichiamo infine Andrew Rowe, che sembra aver già preso perfettamente le misure al campionato Svizzero.

Se a questo ci aggiungiamo la conferma dei punti positivi già mostrati la scorsa stagione – Melvin Nyffeler ad alti livelli e un’attitudine comunque positiva – ecco che il Rapperswil è una squadra che magari non potrà vincere il titolo… ma che di certo potrà continuare a rendere fieri i propri tifosi e disputare un campionato da “guastafeste” per tutti!

Già, perché il Rappi non è più la vittima sacrificale della National League… ma anzi, ha dimostrato questa settimana che potrà davvero essere una brutta gatta da pelare per chiunque.

Avanti così!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Gauthier Descloux & Robert Mayer (Ginevra Servette HC)

Se il Rapperswil ha iniziato la stagione alla grande… il tanto sottovalutato Ginevra Servette non è stato da meno. Le Aquile hanno conquistato 11 punti nelle prime 5 partite e sono attualmente al secondo posto in classifica. Mica male!

Tra i motivi per questo inizio di successo, certamente gli stranieri ed alcuni volti nuovi come Deniss Smirnovs. Ma anche i due portieri… Solitamente nominiamo una “stella” per volta, ma in questo caso crediamo sia giusto assegnare la stella ad entrambi i portieri delle Aquile, Gauthier Descloux e Robert Mayer.

Sono entrambi in grandissima forma e stanno giocando un ruolo chiave per il Ginevra Servette. Grazie alle loro prestazioni inoltre, infondono molta fiducia a tutta la squadra… che, se escludiamo la partita (comunque vinta) ad Ambrì, si sta dimostrando molto solida e pure piacevole da vedere!

Harri Pesonen (SCL Tigers)

No, gli eccellenti risultati della scorsa stagione non erano un caso… il Langnau ha iniziato anche questo campionato alla grande e sta mettendo in mostra un’organizzazione di gioco superiore alla media. E no, nemmeno le prestazioni individuali di molti giocatori della scorsa stagione non erano un caso… prendiamo Harri Pesonen per esempio.

Il Finlandese che la scorsa stagione era letteralmente rinato nell’Emmental, ha ricominciato proprio come aveva finito. Ossìa, fornendo prestazioni di altissimo livello! Questa settimana ha segnato un importantissimo gol del pareggio contro il Friborgo Gottéron sul finire di periodo centrale… ed in seguito ha segnato una doppietta nel terzo periodo della partita successiva che ha definitivamente affossato lo Zugo. Per finire, non ha segnato punti sabato sera a Bienne… ma ha comunque fornito una prestazione decente.

E appunto, la prestazione… non sono tanto le reti che ci fanno dare una stella a Harri Pesonen. Ma piuttosto le sue prestazioni. Questo attaccante Finlandese è energia pura ed anche un leader sul ghiaccio! Un vero Tigrotto insomma… o meglio, una Tigre!

Jonas Hiller (EHC Bienne)

Il Bienne continua ad impressionare per solidità ed è attualmente, meritatamente, in testa alla classifica di National League. Questa settimana dapprima i Seeländers hanno perso in casa contro il Rapperswil per 0-1 dopo supplementari… ma poi sono andati a vincere un derby epico a Berna per 2-1 dopo rigori ed infine hanno battuto in rimonta dopo rigori il Langnau alla Tissot Arena.

Il portiere durante la partita contro i Tigrotti in casa era Elian Paupe, il quale si è dimostrato davvero un’ottima alternativa a… Jonas Hiller!

Già, Jonas Hiller. Contro il Rapperswil si è dimostrato quasi insuperabile. Di fatto, lui e Melvin Nyffeler sono stati la ragione per cui si è dovuto attendere i tempi supplementari per vedere la prima rete della serata. A Berna poi, Jonas ha sfoggiato tutta la sua classe sia durante i tempi regolamentari che durante la serie di rigori.

Insomma, il Bienne è una grande squadra… ed uno dei motivi è proprio la presenza di Jonas Hiller. Un portiere a dir poco straordinario che attualmente è pure in grande forma!

Ed una quarta stella la daremmo a Peter Schneider… questo ragazzo Austriaco ci mette l’anima. Durante l’ultima partita gli è stato annullato un gol ma poi ha segnato il rigore decisivo. La speranza dei Seeländers è che questo rigore possa dargli fiducia… perché siamo convinti che quando Peter inizierà a segnare… non si fermerà più!

LE MENZIONI SPECIALI PER…

L’ha fatto ancora, l’ha fatto ancora.. Toni Rajala

Vi ricordate cosa era successo il 2 dicembre 2017? Era successo che il Bienne si era imposto per 5-4 dopo rigori a Berna… e che Toni Rajala mise a segno un rigore a dir poco fantastico!

E vi ricordate cos’è successo l’altra sera, il 20 settembre 2019? È successo che il Bienne si è imposto per 2-1 dopo rigori a Berna… e che Toni “on fire” Rajala, l’ha fatto ancora… l’ha fatto ancora!

Prima o poi… Stranieri HC Lugano

Il Lugano ha ampi margini di miglioramento… così come tutti i suoi giocatori e tutti i suoi stranieri. La realtà ad ogni modo, è che i Bianconeri sono l’unica squadra di National League che – dopo due settimane – sta ancora aspettando una prima rete da parte dei giocatori d’importazione!

Prima o poi arriverà anche quella maledetta prima rete firmata dagli stranieri… dopo tutto, la pazienza è la virtù dei forti. E chissà che poi, una volta arrivata la prima rete, non funzioni come con le ciliege… ossìa che una tira l’altra. I tifosi del Lugano evidentemente se lo augurano!

Chi si rivede… Simon Bodenmann

È giusto dire che la scorsa stagione gli ZSC Lions hanno fornito prestazioni poco convincenti… lo stesso vale per i giocatori e dunque anche per Simon Bodenmann, il quale nonostante abbia messo a referto 31 punti in 48 partite, non è praticamente mai stato al massimo del suo livello.

Quest’anno invece sembra tutta un’altra storia. Lo Zurigo ha evidentemente margini di miglioramento, ma a sprazzi sta già dimostrando di essere una Squadra vera, con la S maiuscola. Grazie anche al contributo di Simon Bodenmann, che ha avuto un inizio di stagione eccezzionale. Insomma, chi si rivede… ben tornato, Simon 🙂

LA DELUSIONE

EV ZUGO

Questa settimana lo Zugo ha rimediato due sconfitte contro Losanna (5-6) e Langnau (3-5) e per finire si è imposto contro il Lugano dopo rigori per 3-2. Niente di grave sia chiaro, anzi… i Tori hanno dimostrato a tratti anche in queste partite di avere un potenziale immenso.

Però… se dobbiamo scegliere una delusione settimanale, i Tori sono la nostra scelta. Foss’anche solo perché difensivamente la squadra allenata da Dan Tangnes si è dimostrata davvero poco solida. Lo stesso Leonardo Genoni non è stato al massimo dei suoi livelli.

Insomma, c’è ancora molto lavoro da fare. Com’era pure preventivabile tra l’altro… scrivevamo prima della stagione che in troppi già davano lo Zugo come campione designato prima ancora del primo ingaggio della stagione. E magari Campione lo diventerà. Ma se lo diventerà, sarà unicamente grazie al duro lavoro. Perché oggi come oggi, ed ancor di più in una lega equilibrata come la National League, con il “solo” talento – per quanto immenso – non vai assolutamente da nessuna parte.

Ci sono ad ogni modo motivi per ben sperare…

L’ultima prestazione contro il Lugano ad esempio è stata per lo meno un pò più solida. E Leonardo Genoni ha dimostrato quanto è forte mentalmente risorgendo dopo due prestazioni negative consecutive.

Però appunto… visto che dobbiamo scegliere una delusione, a questo giro tocca allo Zugo. Anche se non saremmo sorpresi se proprio i Tori, ben presto, passeranno da FLOP a TOP…

Forza e coraggio, Tori!

Advertisement