1a settimana – 13.09.2019 – 14.09.2019


Questa dannata estate sembra non voler mai finire… ma finalmente, a rinfersarci quanto meno gli animi, ci ha pensato la National League che è tornata questo fine settimana! Eravamo quasi commossi a guardare i primi ingaggi della stagione dal tanto che ci era mancato l’hockey su ghiaccio.

E con la National League e l’hockey su ghiaccio, torna anche il nostro TOP & FLOP!

LA SQUADRA “ON FIRE”

Risultati immagini per fire gif white background

Per la terza stagione consecutiva, il Bienne vince le prime due partite di Regular Season. E ad oggi, i Seeländers sono l’unica squadra di National League con 6 punti in 2 partite… in altre parole, sono in vetta alla classifica in solitaria!

Poteva non essere così scontato. Antti Törmänen deve attualmente fare a meno di diverse pedine fondamentali come Damien Brunner, Michael Hügli, Jason Fuchs, Damien Riat… eppure la squadra ha già messo in mostra una solidità straordinaria. Oltre a tanta, tantissima intelligenza. Al momento attuale, era impensabile che i Seeländers potessero dare spettacolo allo stato puro… ed infatti così non è stato. Però i ragazzi del Seeland hanno dimostrato di avere una maturità impressionante – oltre ad un Rajala stellare – che gli ha permesso di vincere due partite su due di questo primo fine settimana.

Dapprima il Bienne si è sbarazzato del Friborgo Gottéron per 3-1 grazie a due reti segnate negli ultimi 17 minuti di gioco… ed in seguito, è andato ad imporsi in rimonta a Ginevra per 4-2 grazie ad un terzo periodo di buon livello. In altre parole, i boys di Törmänen hanno già messo in mostra una forma fisica e mentale invidiabile.

E siamo solo all’inizio… i tifosi possono già avere l’aquolina in bocca al sol pensiero di cosa potrà succedere con l’andare della stagione quando rientreranno gli infortunati e quando tutti i giocatori saranno in forma. Ma dopo tutto, non è una sorpresa. I Seeländers del resto, stanno facendo un lavoro egregio da anni ed ora stanno “semplicemente” raccogliendo i frutti.

Poi certo, sono passati solamente 120 minuti di gioco… pertanto, è vietato trarre alcun tipo di conclusione. Sia essa in positivo o in negativo. Ma se il buongiorno si vede dal mattino, è lecito credere che pure questa stagione il Bienne potrà giocarla ad altissimi livelli.

Congrats, Seeländers!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Christoph Bertschy (Losanna HC)

Il Losanna ha giocato una sola partita questo fine settimana… ma che partita! I Leoni Vodesi sono andati ad imporsi per 5-2 a Lugano grazie ad una solida prestazione collettiva. Tra i protagonisti possiamo certamente citare Tobias Stephan, capace di fare le parate giuste al momento giusto. E diversi attaccanti di stampo moderno che hanno fatto letteralmente impazzire la difesa del Lugano.

Tra cui Christoph Bertschy, il quale ogni volta aveva il disco sul bastone era una vera e propria minaccia. Era in linea con Josh Jooris e Ronalds Kenins ed ha fatto meraviglie, di fatto ha pure segnato due reti (stupenda la seconda) che hanno dapprima indirizzato ed in seguito chiuso la partita. Il terzetto Bertschy, Jooris e Kenins, promette di essere davvero stellare!

Rickard Grönborg (Allenatore, ZSC Lions)

Finalmente gli ZSC Lions sembrano una Squadra con la S maiuscola! O almeno, questa è l’impressione che abbiamo dopo questi primi 120 minuti e 16 secondi di gioco… Vero che i Lions hanno letteralmente gettato al vento a Zugo una vittoria che pareva certa fino a 10 minuti dal termine. Ma è anche vero che hanno fornito una seconda prestazione nell’insieme molto convincente.

Siamo certi che Rickard Grönborg ed il suo staff ci hanno messo molto del loro. Sembrano essere riusciti in un’estate a trasformare un gruppo di giocatori di talento in una Squadra vera che batte con un solo cuore. Poi certo, anche in questo caso sarebbe irresponsabile trarre conclusioni dopo sole due partite giocate… ma sembra proprio l’alba di un nuovo “corso” all’Hallenstadion. Un corso che potrebbe essere di successo!

Tommy Wingels (Ginevra Servette HC)

Tommy Wingels aveva dovuto saltare buona parte della scorsa stagione causa infortuni. Un vero peccato. Anche e soprattutto perché si vedeva chiaramente che il ragazzo aveva un talento eccezionale. La speranza per il Ginevra Servette ora è che Tommy possa restare sano a lungo… perché ragazzi, in queste prime due partite il 31enne attaccante Canadese è stato eccezionale!

Tommy Wingels ha messo a referto 4 punti in 2 partite… ma non sono tanto i punti il punto, e scusateci il gioco di parole. Il punto (e ancora!), è che Tommy è davvero capace di far impazzire le difese avversarie e l’impressione è che giocare in linea con lui deve essere un vero piacere per chiunque. Non saremmo sorpresi se questa stagione la finirà tra i primi marcatori della lega…

LE MENZIONI SPECIALI PER…

Colui che è sempre “on fire”… Toni Rajala

Toni Rajala – come si dice in Inglese – è “on fire”… dopo tutto, niente di nuovo. Se escludiamo la prima stagione nel Seeland (2016-17) durante la quale ha preso un pò le misure della National League, raramente Toni è stato fuori forma. Anzi, praticamente sempre riesce a fare la differenza. Un vero e proprio fuoriclasse! Che in due partite ha segnato 5 reti… e che, da solo, ha praticamente il 6° attacco del campionato 🙂

È tutta un’altra storia… SC Rapperswil-Jona Lakers

Si dice che ogni stagione si ricomincia da zero… vale per tutti. Soprattutto per il Rapperswil, che la scorsa stagione era un pò la vittima sacrificale della lega. Ed invece ora, scordatevi questa “vittima”. Già, perché i Lakers si sono rinforzati veramente ed in maniera intelligente. Sono ora molto più squadra e molto più esperti e di qualità. Per informazioni, chiedere al Berna… che ha dovuto sudare le proverbiali sette camice per imporsi. E chiedere pure all’Ambrì-Piotta, che sabato sera alla St.Galler Kantonalbank Arena ci ha lasciato le penne!

LA SENSAZIONE

Deniss Smirnovs (Ginevra Servette HC)

Ogni anno, a volte dal nulla a volte meno, sbocciano alcuni giovani sbarbatelli che riescono a stupire tutta la National League. Quest’anno ne abbiamo già addocchiati alcuni… incluso il 20enne Deniss Smirnovs del Ginevra Servette che ha fatto il suo debutto nella massima divisione venerdì sera a Langnau ed è poi stato messo in prima linea il sabato sera in casa con il Bienne. Che dire? Il ragazzino ha mostrato tantissima qualità ma soprattutto personalità. Ed è già riuscito a mettere a referto 3 punti in due partite… insomma, una bella gemma preziosa a disposizione di Patrick Emond. Sei forte, Deniss!

LE DELUSIONI

HC Ambrì-Piotta, HC Friborgo Gottéron, SCL Tigers, HC Lugano

Così come è troppo presto per trarre conclusioni in positivo… è troppo presto per trarre conclusioni in negativo. Inoltre, solamente sei squadre hanno giocato due partite e pertanto è difficile paragonare le squadre che hanno “fatto peggio”.

Un “flop” tuttavia dovevamo sceglierlo, ed allora abbiamo scelto tutte le squadre ferme a zero punti.

In primis l’Ambrì-Piotta, unica squadra a giocare due partite e perderle entrambe. I Leventinesi hanno giocato due ottimi periodi contro lo Zugo e forse meritavano di più… ma poi sabato sera a Rapperswil, non hanno portato in pista abbastanza energia.

In secundis, il Langnau… che ha giocato una sola partita, ha resistito un tempo contro il Ginevra Servette. Ma poi è crollato sotto i colpi delle Aquile ed è stato a tratti fin anche dominato.

In tertiis, il Friborgo Gottéron… che nonostante i quattro nuovi stranieri sulla carta impressionanti, hanno faticato a Bienne. Poi certo, va detto che i Seeländers si sono dimostrati davvero molto solidi.

Per finire poi, c’è anche il Lugano… che, inizio a parte, ha poi faticato parecchio a contenere l’organizzazione e la forza offensiva del Losanna. Come preventivabile insomma, c’è molto lavoro da fare.

Non abbiamo menzionato il Davos dite? No, perché onestamente il Davos secondo noi non ha deluso. Gli Stambecchi a Zurigo hanno perso 6-3… ma nell’insieme, contro un forte Zurigo hanno mostrato tutt’altra attitudine rispetto alla scorsa stagione.

Ma nuovamente… è troppo presto per trarre conclusioni. Però i nostri “flop” dopo il primo settimana sono Ambrì-Piotta, Langnau, Friborgo e Lugano. Poi certo, se tutte le squadre avessero giocato due partite, sarebbe più “semplice” quanto meno indicare chi ha fatto peggio. Ma quì, si apre tutto un altro discorso…

Forza e coraggio Leventinesi, Tigrotti, Dragoni e Bianconeri!

Advertisement