Il Ginevra Servette è reduce da una stagione durante la quale ha dovuto convivere con innumerevoli infortuni… però nell’insieme, una stagione conclusa a testa alta allo stadio dei quarti di fiale contro i poi futuri Campioni Svizzeri del Berna.

Ed ora, per la seconda volta in tre anni, sta per cominciare una nuova sera senza Chris McSorley in panchina. La prima – con Chris Woodcroft – non era andata molto bene… ora invece, c’è la speranza che le cose andranno meglio. Perché Patrick Emond, ex allenatore degli Juniori Elite del Servette che hanno vinto gli ultimi due campionati, già conosce perfettamente il club e le sue dinamiche.

Eccovi allora la nostra anteprima della stagione delle Aquile!

I PUNTI DI FORZA

Gli stranieri

Henrik Tömmernes è uno dei migliori stranieri della National League… Tommy Wingels e Daniel Winnik hanno già dimostrato la scorsa stagione, quando non era infortunati, di saper fare la differenza nel nostro campionato… che dire poi del nuovo arrivato Eric Fehr? Potrebbe diventare, semplicemente, uno dei giocatori d’importazione più preziosi in Svizzera grazie alle sue caratteristiche. Insomma, è innegabile che le Aquile possono contare su un ottimo quartetto di stranieri.

Il carattere

Il Ginevra Servette è una squadra a modo suo particolare… viene praticamente sempre sottostimata alla vigilia di ogni Regular Season, ma poi nessuno vuole avere a che fare con lei durante i playoff. I playoff che, tra l’altro, le Aquile giocano praticamente sempre… come dimostra il fatto che, dalla loro promozione in LNA nel 2002, hanno mancato l’accesso ai giochi per il titolo solamente due volte. Perché? Perché questa squadra ha un grandissimo carattere che riesce sempre a tirar fuori nei momenti chiave della stagione.

Gli attaccanti

Sulla carta, gli attaccanti sono un vero e proprio punto di forza del Ginevra Servette. Abbiamo già parlato degli stranieri… ed oltretutto, la presenza di giocatori come Tanner Richard, Noah Rod e Jeremy Wick (solo per citarne alcuni), rendono le Aquile una squadra davvero completa sul fronte offensivo. Insomma, fare gol non dovrebbe essere un problema dalle parti de Les Vernets.

LE INCOGNITE

Le partenze

In una sola estate, il Ginevra Servette ha perso, tra gli altri, Daniel Vukovic, Goran Bezina, Kevin Romy (ritirato), Cody Almond e Johan Fransson. Senza dimenticare Chris McSorley, che è sempre parte del club ma non è più in panchina. Tutti questi sono giocatori (o allenatori…) non solo di qualità e carisma ma anche personaggi che portavano molta esperienza e che oltretutto sapevano esattamente cosa voleva dire vestire la maglia granata. Sono partenze pesanti, che innegabilmente sono difficili da digerire. In un certo senso, a Ginevra si ricominciano molte cose da zero.

La difesa

I portieri non sono certo un problema… Gauthier Descloux e Robert Mayer garantiscono affidabilità. Ma la difesa del Ginevra Servette, sulla carta, non pare essere così solida. Se parliamo di gioco offensivo, il reparto arretrato delle Aquile è probabile che darà un grande contributo… ma sarà importante avere un sistema di gioco nell’insieme solido che possa sopperire alle lacune tecniche quando si parla di gioco puramente difensivo.

La mancanza di esperienza

Considerate anche tutte le partenze di elementi esperti, il Ginevra Servette ha una squadra molto giovane… di fatto, la seconda più giovane della National League dopo il Davos. Questo è un bene in quanto i giovani portano aria fresca ed ambizioni… inoltre, il nuovo allenatore Patrick Emond ha dimostrato di saper lavorare benissimo con i giovani. Tuttavia, è anche un potenziale problema… in quanto nei momenti chiave della stagione, l’esperienza gioca spesso e volentieri un ruolo chiave.

I GIOCATORI CHIAVE

Tanner Richard

Tanner Richard è uno dei centri più forti e completi della National League… è eccellente agli ingaggi, segna e fa segnare, ed inoltre porta molto agonismo ed è un vero e proprio leader sul ghiaccio. Tanner sarebbe un giocatore chiave in qualsiasi squadra della lega, ed il Ginevra Servette è “fortunato” a poterlo avere nella sua rosa.

Eric Fehr

Eric Fehr ha giocato oltre 700 partite di NHL ed è un attaccante difensivo di grandissimo valore. Anche lui ottimo agli ingaggi, è esperto ed è uno di quei giocatori che magari spesso non finisce sul tabellino dei marcatori… ma è anche quel tipo di giocatore che impedisce agli avversari di segnare. Inoltre, da quanto ci hanno detto da Minnesota, è un leader nello spogliatoio. Considerata anche la probabile debolezza delle Aquile in difesa… un giocatore come Eric Fehr sarà fondamentale. Può diventare uno dei giocatori più preziosi di tutta la lega!

Henrik Tömmernes

Henrik Tömmernes non necessita ormai più di presentazioni… quando si parla di difensori stranieri in Svizzera, non c’è in giro di meglio. Il difensore offensivo Svedese inoltre si appresta ad iniziare la sua terza stagione a Ginevra, ergo si è perfettamente adattato all’hockey Svizzero e certamente inizia a capire cosa significa vestire la maglia delle Aquile. Anche questa stagione, giocherà un ruolo chiave nel Ginevra Servette.

LA POTENZIALE SORPRESA

Simon Le Coultre

Non si è parlato moltissimo, per lo meno in Ticino, dell’arrivo di Simon Le Coultre a Ginevra… a torto, perché questo giovane difensore offensivo – che oltre oceano è migliorato parecchio anche nel gioco difensivo – può davvero stupire tutti. Ha fame di successo ed ha molta voglia di migliorarsi. Davvero un bel colpo di mercato!

L’OBIETTIVO

Considerati tutti i cambiamenti e le partenze anche pesanti… al momento attuale è veramente difficile dire quanto lontano potrà andare il Ginevra Servette. Sulla carta, la squadra pare meno forte della scorsa stagione, foss’anche solo perché tutti i nuovi arrivi dovranno adattarsi alla nuova realtà. Ma di fatto, le Aquile – come quasi sempre – sono una bruttissima gatta da pelare per tutti e non saremmo sorpresi se riusciranno a disputare un’ottima stagione. Poi, come al solito, se riusciranno a qualificarsi per i playoff nessuno vorrà avere a che fare con loro…


Il nostro pronostico

6° – 10°


LA CITAZIONE

“L’esperto in tutto altro non era che un debuttante!”

Helen Hayes

È innegabile che il Ginevra Servette, rispetto alle scorse stagioni, è meno esperto. Pur se non mancano ragazzi esperti nello spogliatoio. Ad ogni modo, è bene mai dimenticare che anche i giocatori con “esperienza” altro non erano che “debuttanti”… e chissà che questo non sia davvero l’inizio di una nuova era a Les Vernets. Una nuova era di successo!

IL MERCATO

Di seguìto, il link all’articolo che abbiamo pubblicato in merito ai trasferimenti del Ginevra Servette in vista della stagione 2019-20. Da parte nostra per contro… è tutto. Non possiamo far altro che augurare alle Aquile ed ai loro tifosi tutto il meglio per la stagione che comincerà venerdì 13 settembre 2019!

Ginevra Servette HC – Una breve analisi dei trasferimenti in vista della stagione 2019-20!

Advertisement