SVIZZERA – NORVEGIA 4-1

Bratislava, 14 maggio 2019


Il nostro resoconto, le statistiche ed il riflessi filmati!


La Svizzera si è imposta per 4-1 contro la Norvegia ed ha dunque conquistato la quarta vittoria consecutiva.

“Non c’è due senza tre”, dicevamo ieri sera… ed il quarto (di finale), a questo punto vien da sé!

Percorso netto dunque per i nostri ragazzi che ora possono affrontare le tre sfide contro le “grandi” con la massima calma e fiducia possibile. Un pò perché, come detto, a questo punto la qualificazione ai quarti di finale è cosa fatta. Ed un pò anche perché fino ad ora hanno fornito prestazioni a modo loro eccellenti.

Contro l’Italia è stato un dominio totale. Contro la Lettonia, si è visto il carattere e la determinazione. Contro l’Austria ci è voluta pazienza. E contro la Norvegia?

Contro la Norvegia è stata una partita strana ed invero non troppo spettacolare. I boys di Patrick Fischer tornavano in pista a meno di 24 ore dalla sfida contro l’Austria e contro un avversario che il giorno prima aveva riposato. Eppure inizialmente sono stati eccellenti nelle fasi iniziali, e non per niente hanno trovato il gol del vantaggio con Andres Ambühl dopo 5 minuti e 30 secondi di gioco.

Poi però la Norvegia – che giocava praticamente una partita da “dentro o fuori” – ha reagito e nel primo periodo ha saputo mettere in difficoltà la nostra Nazionale. C’era di che preoccuparsi? Mica troppo… perché i Rossocrociati sanno essere solidi come una roccia in difesa. Inoltre, dopo la prima pausa, sono tornati ad aumentare il loro livello di gioco. Anche favoriti da un inizio di periodo centrale di ottimo livello che ha portato alla rete del 2-0 segnata da Nico Hischier!

Nonostante le buone occasioni tuttavia, il punteggio non è cambiato. E così i Norvegesi nel terzo tempo sono tornati in pista determinati a dar fondo a tutte le loro forze per cercare di rientrare in partita… In vano. Perché a 11 minuti dal termine Gregory Hofmann ha segnato la rete del 3-0 che di fatto ha chiuso la partita, e perché a quattro minuti dal termine, Andres Ambühl ci ha portato avanti di 4 reti!

E poco importa se nel finale, Tobias Lindstrom ha segnato il gol della bandiera per la Norvegia. Piuttosto, è un peccato unicamente per il mancato shutout di Leonardo Genoni.

Ottimo affare dunque, davvero un ottimo affare. La Svizzera “doveva” vincere queste prime quattro partite del torneo contro le così dette “piccole” e lo ha fatto. Messa così tuttavia, sembra che quello che i nostri boys hanno saputo fare non è stato altro che “normale amministrazione”. Ed invece non è così.

Perché vincere, indipendentemente da tutto, è sempre difficile. Farlo quattro volte consecutive, lo è ancora di più. E farlo quando molti lo danno per scontato… beh, lo è ancora di più. Specie per la nostra Svizzera, che spesso e volentieri nel recente passato ha dimostrato di far fatica contro le squadre di livello, con tutto il rispetto, inferiore.

Ed allora, avanti così. A testa alta e con molta fiducia. Consci che quello che andava fatto è stato fatto. Ma altrettanto consci che ora viene il difficile. E pure consci che ancora nulla è stato conquistato.

Ma ragazzi… il bello arriva adesso. Complimenti!

HOPP SUISSE!


STATISTICHE PARTITA


RIFLESSI FILMATI

Advertisement