Si è dunque conclusa la stagione 2018-19. Una stagione appassionante che ci ha regalato emozioni dall’inizio alla fine. Ha vinto la squadra più spettacolare? A nostro modesto parere, no. Ha vinto la squadra che ha meritato di più? Sì. Punto.

Il Berna si è dimostrata essere una macchina da guerra implacabile. Gli Orsi hanno letteralmente dominato la Regular Season. Poi hanno fatto fatica, ma sono riusciti a spuntarla, contro il Ginevra Servette nei quarti di finale. In seguito hanno fatto ancor più fatica, ma sono comunque riusciti a spuntarla, contro il Bienne nelle semifinali. Ed infine, dopo aver perso la prima partita di finale, non hanno lasciato scampo ai Tori dimostrandosi senza pietà.

Poi certo, non abbiamo mai nascosto di non essere particolarmente amanti del sistema di gioco a tratti fin troppo “speculativo” del Berna.

Però la realtà è che nessuno si è dimostrato più forte.

Non si è dimostrato più forte lo Zugo. Ossìa la squadra che probabilmente ha messo in mostra l’hockey più bello durante tutta la stagione. Ai Tori è mancato il guizzo finale, come troppe volte nel passato. Pur se hanno disputato una stagione straordinaria.

Non si è dimostrato più forte il Bienne. Ossìa la squadra migliore per rapporto “qualità-prezzo” della lega. I Seeländers stanno lavorando ottimamente da anni… ma non sono riusciti a spuntarla contro il Berna nonostante la situazione ad un certo punto favorevolissima.

Non si è dimostrato più forte il Losanna. Ossìa una squadra che sta investendo tantissimo. I Leoni Vodesi hanno vissuto un’ottima stagione e per la prima volta nella storia hanno raggiunto le semifinali. Ma non erano ancora abbastanza maturi per fare quel passo in più.

Non si è dimostrato più forte il Ginevra Servette. Ossìa quella squadra che, indipendentemente da tutto, nessuno vuole affrontare nei playoff. Le Aquile hanno dato molto filo da torcere agli Orsi… ma per finire, hanno dovuto alzare bandiera bianca in maniera fin anche eroica.

Non si è dimostrato più forte il Lugano. Ossìa quella squadra che ci si attendeva potesse fare quel “click” durante i playoff… ma i Bianconeri hanno fatto “crack” contro lo Zugo e sono stati gli unici a non vincere nemmeno una partita nella post season.

Non si è dimostrato più forte il Langnau. Ossìa una delle più belle sorprese di questa stagione. I Tigrotti sono stati encomiabili ed hanno regalato un sogno di stagione ai loro tifosi… ma non hanno certamente l’esperienza per poter ambìre attualmente al titolo.

Non si è dimostrato più forte l’Ambrì-Piotta. Ossìa, con il Langnau, la più bella sorpresa di questa stagione. I Leventinesi stanno crescendo moltissimo dentro e fuori dal ghiaccio… ma attualmente, difficilmente potrebbero mettere in difficoltà le principali favorite nei giochi per il titolo. Manca evidentemente un pò di esperienza.

Non si è certamente dimostrato più forte lo Zurigo. Ossìa, la vera delusione di questa stagione. I Lions avevano tutto, ma proprio tutto – sulla carta – per giocarsi la finale con il Berna. Ma non hanno nemmeno raggiunto i playoff.

Non si è dimostrato più forte il Friborgo Gottéron. Ossìa, la squadra che sperava di fare i playoff ma non li ha fatti. I Dragoni non sono stati in tutto e per tutto catastrofici… ma sono stati troppo “schizofrenici” per sperare di far meglio.

Non si sono poi dimostrate di sicuro più forti le due finaliste dei playout. Ossìa, Davos e Rapperswil. Stambecchi e Lakers hanno vissuto tutta la stagione sul fondo della classifica… e non sono mai stati in alcun modo una minaccia per il Berna. E nemmeno per le altre squadre che si sono qualificate per i playoff.

Quindi, per riassumere. Ha vinto la squadra che ha meritato? Sì. Punto.

Le altre squadre non avevano…

KARI JALONEN

Un allenatore che magari non fa giocare “hockey champagne” ai suoi Orsi. Ma che di certo sa cosa vuol dire vincere. È riuscito a vincere due titoli in tre anni alla guida del Berna. Noi forse non siamo grandi estimatori del suo sistema di gioco… ma è un allenatore vincente. Che poi alla sirena finale di Gara-5 della finale… ha pure mostrato di essere emozionato. Insomma, è umano pure lui dopo tutto 🙂

LEONARDO GENONI

Un portiere che ha vinto 5 titoli in carriera, di cui 2 con la maglia del Berna. Non sempre durante la Regular Season è al massimo della sua forma… ma poi quando iniziano i playoff, non c’è in Svizzera un portiere migliore di lui. Insomma, il buon Leonardo, dall’alto della sua esperienza, non perde mai la calma ed è granitico 🙂

TRISTAN SCHERWEY

Un giocatore che è energia allo stato puro. Quando iniziano i playoff, Tristan Scherwey diventa un Orso affamato! Tira fuori gli artigli e porta in pista una dosa incredibile di energia. Inoltre, è pure in grado di mettere a referto punti pesantissimi. Per non farsi mancare nulla poi, al termine dell’ultima partita della stagione quasi distrugge, causa il suo entusiasmo, Leonardo Genoni. Ma lui è fatto così, prendere o lasciare 🙂 Il Berna… prende. E gli ha rinnovato il contratto fino al termine della stagione 2026-27.

SIMON MOSER

Il Capitano, semplicemente. Ogni stagione dimostra di essere sempre più un giocatore chiave. Un giocatore che fa davvero la differenza. Simon Moser mette a referto punti ed è una persona molto rispettata. Qualunque allenatore vorrebbe un giocatore così nelle sue squadre.

Dobbiamo continuare? No. Potremmo continuare fino all’infinito. Potremmo citare il grandioso Gaëtan Haas, vero protagonista. Potremmo citare Mark Arcobello, l’uomo sempre al posto giusto al momento giusto. Potremmo citare Daniele Grassi, sottotono in stagione ma poi fantastico nei playoff fino all’infortunio. André Heim, una delle rivelazioni di questa staione di National League.  E via dicendo… Ed allora vogliamo nominare un’ultima persona (o entità) artefice di questa ennesima stagione di successo.

LA SOCIETÀ

Il Berna è davanti a tutti. Pianifica il futuro con grande anticipo. Il club svolge un lavoro davvero eccezionale. Investe molto, vero. Ma sono tutti investimenti oculati. Non vengono comprati unicamente i migliori giocatori ma anche – se non soprattutto – quelli funzionali al progetto. Il progetto è quello di costruire una macchina da guerra capace di vincere. Che è poi quello che vogliono i tifosi.

Insomma, alla luce di quanto scritto, ci riponiamo la domanda. Ha vinto la squadra che meritava di vincere? Sì, punto.

Poi certo, il bello dell’hockey su ghiaccio è che la prossima stagione ci potrà essere qualcun altro capace di vincere il titolo e dunque spodestare il Berna dal suo trono. Del resto, ci sono parecchie squadre in LNA che hanno il potenziale per farlo. Ed ogni stagione è una storia a sé. Basta vedere cosa è successo agli ZSC Lions in questa stagione.

Ma il dato di fatto è che gli Orsi hanno vinto 3 titoli negli ultimi 4 anni. Punto.

Complimenti, Campioni Svizzeri 2019!

E noi, non vediamo l’ora che comincia la prossima stagione che già si preannuncia emozionante!

Advertisement