EV Zugo – Losanna HC 4-1

Lo Zugo si è imposto per 4-1 nella serie di semifinale contro il Losanna. Non è stata una passeggiata di piacere per i ragazzi di Dan Tangnes. Ma è giusto dire che i Tori, sull’arco delle 5 partite, si sono dimostrati in tutto e per tutto la squadra migliore. E questo pur se il Losanna non ha fornito vere e proprie controprestazioni…


I RISULTATI DELLA SERIE

EV Zugo – Losanna HC 3-1

Losanna HC – EV Zugo 5-4 (OT)

EV Zugo – Losanna HC 5-0

Losanna HC – EV Zugo 0-2

EV Zugo – Losanna HC 5-2


IL TOP SCORER DELLA SERIE

8 punti – Lino Martschini (2G, 6A)


LA STELLA DELLA SERIE

Garrett Roe (EV Zugo)

Garrett Roe ha messo a referto 7 punti in 5 partite (3 gol, 4 assists). Ma non è certamente solo per questo che Garrett Roe è a nostro parere la stella della serie. La realtà è che l’attaccante Americano ha fatto letteralmente impazzire il Losanna! Ogni qual volta era sul ghiaccio, c’era la sensazione che qualcosa di pericoloso sarebbe potuto accadere in zona offensiva… un giocatore davvero impressionante che, inoltre, porta tante emozioni e tanta energia sul ghiaccio!

LA MENZIONE SPECIALE

Lino Martschini (EV Zugo)

Alla faccia di chi dice che Lino Martschini non è un giocatore dei playoff… l’attaccante “tascabile” dello Zugo sta giocando i migliori playoff della sua carriera! Mette a referto punti, tanti, e non per niente è stato il miglior marcatore della serie. Ma soprattutto, sembra che Dan Tangnes gli abbia trovato il ruolo perfetto per farlo rendere al meglio!


I TRE FATTORI CHIAVE DELLA SERIE

La forza dello Zugo

Si può tanto analizzare… si può tanto discutere… ma la realtà è che lo Zugo si è dimostrato più forte. Punto. I Tori stanno giocando dei playoff straordinari e le loro prestazioni sono nella maggior parte dei casi divine. Sono solidi in difesa, disciplinati in zona neutra e organizzati oltre che imprevedibili in zona offensiva. Senza dimenticare che hanno talento, tantissimo talento.

Situazioni speciali

Le situazioni speciali sono spesso e volentieri decisive nell’hockey su ghiaccio. Soprattutto durante i playoff. In tal senso, i Tori si sono dimostrati superiori sia in superiorità numerica che in inferiorità numerica. Sarà un caso – ma fors’anche no – che in 4 partite su 5… lo Zugo ha trovato la prima rete della partita proprio in power-play.

Emozioni

L’hockey su ghiaccio è uno sport fantastico. È uno sport fatto di tattica, di velocità, di disciplina… e di emozioni. Già, emozioni! Lo Zugo ne ha messe in pista molte di più e questo ha fatto la differenza. Troppo spesso il Losanna è parso giocare senza la giusta aggressività. Lo Zugo si è adattato, ma siamo sicuri che i Tori hanno nelle corde la possibilità di giocare in maniera molto più fisica se sarà necessario.

IL MOMENTO CHIAVE DELLA SERIE

Gara-3

Il Losanna aveva vinto gara-2 dopo supplementare grazie ad una prestazione quasi perfetta nei primi due periodi di gioco. Però, già nel terzo periodo e nel tempo supplementare, lo Zugo si era dimostrato la squadra superiore. Ciò nonostante, ad imporsi sono stati i Leoni Vodesi e poteva essere un brutto colpo psicologico per lo Zugo. Ed invece i Tori in gara-3 davanti ai propri tifosi hanno fornito la prestazione praticamente perfetta… si sono imposti per 5-0 ed hanno fatto capire al Losanna che non ci sarebbe stato niente da fare.


STATISTICHE

Gol Fatti & Gol Subìti

Lo Zugo ha segnato più del doppio rispetto al Losanna e questo dato già da solo dice molto. Interessante poi dare uno sguardo al grafico della distribuzione delle reti… I Leoni Vodesi non hanno mai segnato un gol nei primi periodi di gioco e di fatto sono praticamente sempre stati costretti a rincorrere i Tori nel punteggio.

Tiri & Tiri Subìti

Lo Zugo ha tirato molto più del Losanna. Inoltre, basta guardare al grafico sulla distribuzione dei tiri per periodo di gioco per capire che i Tori hanno tendenzialmente deciso le partite a loro favore già dopo 40 minuti e potevano poi rilassarsi nei terzi periodi.

Percentuale Realizzativa & Parate

I Tori sono stati molto più efficaci sotto porta. Inoltre, Tobias Stephan è cresciuto parecchio con l’andare della serie e addirittura non ha subìto reti per più di 120 minuti consecutivi… mica poco. Queste sono cose che fanno la differenza.

Power-play & Box-play

Come abbiamo già avuto modo di dire, lo Zugo si è dimostrato migliore in power-play e pure molto più efficace in inferiorità numerica. Le situazioni speciali sono cruciali nell’hockey su ghiaccio, specialmente nei playoff. E pure in tal senso, i Tori sono stati eccellenti.

LA NOSTRA CONCLUSIONE

Per quanto visto fino ad ora in questi playoff, lo Zugo è davvero la squadra più forte in circolazione! I Tori sono stati impressionanti nei quarti di finale contro il Lugano e lo sono stati ancora di più nella semifinale contro il Losanna. Dan Tangnes ha costruito davvero una bellissima squadra. Erano anni che non si vedeva uno Zugo così forte. I tifosi sono in estasi a giusta ragione… e la squadra è pronta per affrontare la finale e per fare di tutto per tornare a conquistare il titolo dopo oltre 20 anni di attesa!

Il Losanna ha disputato una buona stagione complessivamente. Non ha però saputo alzare il suo livello di gioco nei playoff e questo è costato caro. Le prestazioni dei Leoni Vodesi sono bastate per avere la meglio sul Langnau ma, detto onestamente, contro lo Zugo non c’è stata storia. Inoltre, a noi personalmente ha un pò deluso la mancanza di emozioni dei giocatori che hanno giocato in maniera sin troppo disciplinata. Non dimentichiamo per finire che il Losanna è parso non avere un piano-b nel suo sistema di gioco… e questo è stato un pò un limite.

Advertisement