HC FRIBORGO GOTTÉRON – Analisi stagione 2018-19


C’è un “Avanti” ed “Dopo” Cristo che, per i credenti, ha cambiato la storia. Se parliamo di Friborgo Gottéron e della sua stagione 2018-19, c’è un “Avanti 17 Novembre” ed un “Dopo 17 Novembre”.

Il 17 Novembre 2018, il Friborgo Gottéron ospitava il Langnau e si impose per 10-3. Nonostante la partita fosse più equilibrata di quando il 10-3 possa suggerire, si era trattato comunque di una bella iniezione di fiducia. Specie alla luce del fatto che i Dragoni, prima di quella partita contro i Tigrotti, erano reduci da 11 vittorie in 15 partite.

Ed invece, con il senno di poi – sarà un caso o no – quella vittoria è stata l’inizio della fine. I boys di Mark French hanno perso ben 6 delle 7 partite successive. E di fatto, hanno dato il “la” ad una seconda parte di campionato fatta di pochi alti e troppi bassi. Ad una seconda parte di campionato che non è stata abbastanza buona per raggiungere i playoff.

Nell’insieme, non tutto è stato negativo a Friborgo questa stagione. Dopo tutto, la squadra ha conquistato solamente 3 punti in meno della stagione precedente.  Ma la realtà, l’unica purtroppo, è che i Dragoni hanno concluso la Regular Season ad 1 punto dai playoff… e per un punto, sono stati costretti a giocare – nell’indifferenza generale – un inutilissimo girone di piazzamento.

Il tutto, in una stagione che doveva essere la conferma dei progressi mostrati la stagione scorsa. Noi avevamo molte aspettative sul Friborgo Gottéron… la truppa di Mark French era già solida durante la stagione 2017-18 e si era pure rinforzata. Insomma, siamo ed eravamo convinti che questa squadra poteva realmente diventare un’outsider nei giochi per il titolo.

Però… un pò l’equilibrio generale della National League… ed un pò alcuni troppi errori… hanno impedito al Gottéron di regalare ai tifosi una stagione migliore.

Capita. L’importante, è sapersi subìto rialzare.


LA REGULAR SEASON

Il Gottéron ha iniziato malissimo la Regular Season perdendo le prime tre partite consecutivamente. Invece poi fino a metà Novembre, ossìa fino a quell’infausta vittoria 10-3 contro il Langnau, l’andamento è stato ottimo. I Dragoni ad un certo punto erano pure al 3° posto in classifica. Sembrava insomma andare tutto bene. Sbagliato… nella seconda parte di stagione è iniziata una discesa che per finire è costata l’accesso ai playoff.

GIRONE PIAZZAMENTO

Non avrà nessun vero valore… ma per tirare le somme, il Friborgo Gottéron è la squadra che ha conquistato più punti nel girone di piazzamento ed ha dunque concluso “ufficialmente” la stagione al 9° posto in classifica. 4 vittorie e 2 sconfitte, di cui 1 dopo rigori. Quanto meno la squadra ha reagito durante questo post season giocato nell’indefferenza generale.


L’ANALISI

Vediamo ora alcune cose che secondo noi hanno funzionato in questa stagione ed a fare da contr’altare alcune cose che invece non hanno funzionato.

COSA HA FUNZIONATO

Avanti 17.11.18

Diciamo la verità, per i primi due mesi di campionato il Friborgo Gottéron è stato un piacere da guardare. Se escludiamo le prime tre partite infatti, i Dragoni sono stati in grado di vincere e pure di fornire prestazioni convincenti. Sembrava insomma che tutto stesse andando per il verso giusto per poter vivere una stagione importante.

Ingaggi

Di certo gli ingaggi non erano un problema per il Friborgo Gottéron che ha concluso la Regular Season con la più alta percentuale di efficacia di ingaggi vinti di tutta la National League (55.71%)! Tra i giocatori che si sono presentati più spesso all’ingaggio, solamente Laurent Meunier ha avuto un’efficacia leggermente inferiore al 50.0%.

Il gioco a 5 contro 5

Il Friborgo Gottéron è stata una delle migliori squadre della lega per gol fatti e gol subìti a 5 contro 5. Di fatto, solamente Lugano e Zugo hanno avuto un rendimento migliore. È giusto dire che, specie difensivamente, il Friborgo Gottéron è stata una squadra molto solida quando le squadre giocavano a parità numerica.

Il rendimento in trasferta

I boys di Mark French hanno avuto un ottimo rendimento in trasferta. Solamente Zugo, Berna e Langnau Tigers hanno avuto un rendimento migliore fuori casa. Non male, anzi, bene. Questo ad ogni modo è sintomo di personalità e capacità di saper resistere alla pressione degli avversari.

COSA NON HA FUNZIONATO

Dopo 17.11.18

È sbagliato dire che il Friborgo Gottéron dopo il 17 Novembre è stato scarso… ma la realtà è che – sarà un caso o no – tutto quello che prima andava bene, dopo ha iniziato andare male. Quei dischi che prima entravano, poi andavano a finire sul palo. Quella partite vinte con un gol di scarso, sono diventate sconfitte con un gol di scarso. Mettetela come volete, ma qualcosa dopo quel 17 Novembre è cambiato. In negativo, ça va sans dire.

Situazioni speciali

Il Friborgo Gottéron è stata la squadra con la peggior percentuale di riuscita in power-play e la squadra con la più bassa percentuale di riuscita in inferiorità numerica di tutta la lega. Questi sono i fatti. Punto. In superiorità numerica, i Dragoni sono stati troppo macchinosi. In inferiorità numerica invece, sono stati troppo vulnerabili. Ed è strano… la scorsa stagione infatti, i boys di Mark French erano tra i migliori “penalty killer” dell’intera National League!

Il rendimento casalingo

Il Gottéron ha avuto il 4° miglior esterno della National League. Allo stesso tempo tuttavia, ha pure avuto il 10° rendimento casalingo. Solamente Davos e Rapperswil hanno conquistato meno punti davanti ai loro tifosi. La BCF Arena doveva essere un fortino per conquistare quei punti extra per fare i playoff… ma la realtà è che, specie nella seconda parte di campionato (8 sconfitte nelle ultime 13 partite casalinghe), giocare davanti ai propri tifosi è stata una sofferenza.

Il Rapperswil

Nonostante tutto, al Gottéron sarebbe bastata una vittoria in più per accedere ai giochi per il titolo. Ed allora vengono in mente le ultime due partite della Regular Season contro il Rapperswil fanalino di coda… A fine gennaio, partita chiave, il Friborgo ha perso 3-0 a Rapperswil. Nella prima decade di febbraio poi, altra partita chiave, il Friborgo ha addirittura perso 1-4 in casa. Tutte le partite sono importanti. Ma queste due, erano da vincere e basta.

Gioco fisico

A volte abbiamo avuto l’impressione che troppi pochi giocatori ci mettessero la giusta dose di gioco fisico. Non stiamo dicendo che i boys di French avrebbero dovuto cominciare a distribuire bastonate a destra ed a manca… e nemmeno che avrebbero dovuto aggredire gli avversari… ma un pò più di gioco fisico, non avrebbe guastato.


LE 3 STELLE DELLA STAGIONE

Julien Sprunger

Finalmente Julien Sprunger ha potuto vivere una stagione senza infortuni. Ha giocato 50 partite su 50 in Regular Season… quasi roba da non crederci! E di fatto, nella stragrande maggioranza di queste 50 partite, ha fornito ottime prestazioni. È stato il trascinatore sul ghiaccio, ha iscritto il suo nome sul tabellino dei marcatori 38 volte (20 gol, 18 assists) e di fatto non ha mai mollato!

Jonas Holos

Jonas Holos, contrariamente a Julien Sprunger, non è quel giocatore che mette molti punti a referto. Ma di fatto, impedisce agli avversari di farlo. Il difensore Norvegese è l’immagine perfetta del difensore difensivo solido. Se parliamo di difensori difensivi, Jonas di certo è stato tra i migliori di tutta la National League!

Reto Berra

Reto Berra non sarà riuscito a portare il Gottéron ai playoff… ma di certo non è colpa sua. Anzi, spesso e volentieri le sue prestazioni sono stato quanto meno buone. La prossima stagione ci attendiamo che possa pure aumentare il livello delle sue prestazioni. Insomma, il portiere a Friborgo non è un problema.

L’APPLAUSO

Laurent Meunier

Laurent Meunier ha giocato la sua ultima stagione da professionista… e così come in tutta la sua carriera, ha sempre dato tutto, ma proprio tutto. Si è pure tolto la soddisfazione di segnare un gol durante il girone di piazzamento. Purtroppo non ha potuto giocare gli ultimi playoff della sua carriera. Peccato, se lo sarebbe meritato.

LA MENZIONE SPECIALE

Philipp Furrer

Philipp Furrer ha giocato solamente 25 partite questa stagione causa infortuni. E la realtà è che nelle rimanenti 25 partite è mancato moltissimo al Friborgo Gottéron. Purtroppo la sua assenza a nostro parere ha giocato un ruolo chiave nel fatto che i Dragoni hanno mancato i playoff.


LA STAGIONE IN NUMERI – LE STATISTICHE

GOL FATTI & GOL SUBÌTI

Complessivamente e tendenzialmente, in Regular Season il Gottéron ha subìto molte – troppe – reti nella prima metà delle partite. Questo significa che spesso i Dragoni erano costretti ad inseguire i loro avversari e questa non è mai una buona cosa… Interessante notare poi la tendenza nella seconda metà delle partite. Il Gottéron, con il carattere, ha diverse volte recuperato l’avversario. In altre occasioni invece, ha pagato nel finale la stanchezza come si può vedere dal picco di gol subiti negli ultimi 10 minuti di gioco.

TIRI & TIRI SUBÌTI

Il Gottéron ha tirato più dei suoi avversari durante la Regular Season ed ha tirato meno dei suoi avversari nel girone di piazzamento. Interessante tuttavia dare uno sguardo al grafico dei tiri per periodo di gioco durante la Regular Season… il Friborgo Gottéron, tendenzialmente, ha tirato più dei suoi avversari con l’andare della partita.

PERCENTUALE REALIZZATIVA & PERCENTUALE PARATE

Il Friborgo ha avuto una percentuale realizzativa decente durante la Regular Season ed ottima durante l’inutile girone di piazzamento. La percentuale di parate dei portieri complessiva invece, è stata buona durante la Regular Season ed ottima nel girone di piazzamento.

POWER-PLAY & PENALTY-KILLING

Ecco uno dei più grandi problemi – anzi, forse il più grande – del Gottéron. Peggior power-play e peggior box-play della lega durante la Regular Season. Nell’inutile girone di piazzamento poi, il power-play è diventato molto efficace. Troppo tardi.

INDICE CORSI

(via nlicedata.com)

Se parliamo di possesso del disco – indice Corsi – non si può certamente dire che il Friborgo Gottéron è stato dominato dagli avversari. Anzi, di fatto i boys di Mark French hanno fatto registrare un ottimo possesso del disco in percentuale.


LA NOSTRA CONCLUSIONE

Eravamo e siamo tutt’ora convinti che il Friborgo Gottéron poteva davvero fare una bella stagione. Ed è pure giusto dire che alla fine i playoff sono stati mancati per un soffio in questo campionato mai così equilibrato… tuttavia la sola ed unica realtà è che sono state altre 8 squadre a prendere parte ai giochi per il titolo e questo fa molto male.

Cos’è mancato dunque per avere sucesso? In realtà poco… l’hockey è uno sport fatto di dettagli ed i dettagli sono stati sfavorevoli al Friborgo. A volte giustamente altre volte ingiustamente. Alcuni giocatori poi – senza fare nomi – potevano certamente dare un contributo maggiore.

La scorsa stagione i Dragoni erano cresciuti parecchio e noi abbiamo visto di buon occhio il prolungamento di contratto con Mark French, un allenatore che riteniamo altamente valido nonostante in questa stagione non è riuscito a dare stabilità alla squadra durante le situazioni speciali.

La scorsa stagione doveva essere la base per tornare ad essere grandi. Ed invece, così non è stato. Anche se, per onestà intellettuale, è giusto dire che in fondo questa stagione i Dragoni hanno conquistato solamente 3 punti in meno rispetto alla stagione precedente.

Insomma, una stagione negativa nell’insieme certamente sì. Ma catastrofica? No, questo pensiamo proprio di no. Anzi, sarà una bella lezione per il futuro.

Futuro che secondo noi non è così cupo. Il Friborgo Gottéron ha una buona base su cui ripartire. Se azzeccano gli stranieri giusti, potranno essere un’outsider la prossima stagione. Sperando evidentemente che non ci sarà più un 17 Novembre…

Buone vacanze, Friborgo Gottéron!

Advertisement