Bienne ed Ambrì-Piotta sono due tra le squadre che stanno lavorando meglio in LNA. I Seeländers stanno facendo costanti progressi da anni, dentro e fuori dal ghiaccio, mentre i Biancoblù hanno imboccato da due stagioni una via che sta dando risultati eccellenti, anche in questo caso sia dentro che fuori dal ghiaccio.

È chiaro tuttavia che il Bienne parte leggermente favorito. Questo perché disputa i playoffs per il terzo anno consecutivo e la scorsa stagione ha raggiunto la semifinale. Inoltre i risultati stagionali nelle sfide tra queste due squadre sembrano parlare chiaro come tutti sappiamo e vedremo tra poco…

Nessuna speranza dunque per i boys di Luca Cereda? Ma ci mancherebbe, anzi! Considerando quanto visto in stagione fino ad ora, i Leventinesi hanno le loro carte da giocare per continuare a raccogliere i frutti del grande lavoro!

EHC BIENNE vs HC AMBRÌ-PIOTTA

23/02/19 HC Ambrì-Piotta – EHC Bienne 1 : 3  (0 : 1) (0 : 1) (1 : 1)
12/01/19 EHC Bienne – HC Ambrì-Piotta 3 : 0  (0 : 0) (1 : 0) (2 : 0)
30/10/18 EHC Bienne – HC Ambrì-Piotta 6 : 0  (3 : 0) (2 : 0) (1 : 0)
25/09/18 HC Ambrì-Piotta – EHC Bienne 1 : 5  (1 : 2) (0 : 2) (0 : 1)

 

Se guardiamo ai risultati stagionali tra Bienne ed Ambrì-Piotta… sembra proprio che per i Leventinesi non ci sarà nulla da fare. I Seeländers hanno vinto 4 volte su 4 segnando 17 reti e subendone solamente 2…

I 3 TOP SCORERS NEGLI SCONTRI DIRETTI

5 puntiDamien Brunner (3G, 2A)

4 puntiToni Rajala (2G, 5A), Damien Riat (2G, 2A), Dominik Diem (1G, 3A), Jason Fuchs (1G, 3A)

1 puntoMatt D’Agostini (1G, 0A), Dominik Kubalik (1G, 0A), Isacco Dotti (0G, 1A), Marco Müller (0G, 1A), Michael Fora (0G, 1A)

LA VOSTRA OPINIONE

Negli scorsi giorni abbiamo lanciato un sondaggio sulla nostra pagina facebook chiedendovi chi avrebbe vinto questa serie. Eccovi il risultato…

EHC BIENNE 44% – HC AMBRÌ-PIOTTA 56%

Questo sondaggio è stato piuttosto equilibrato ma ad ogni modo buona parte di voi crede che l’Ambrì-Piotta potrà proseguire questa sua brillante stagione almeno fino alle semifinali!


I PUNTI DI FORZA

Il sistema di gioco

Il sistema di gioco di Antti Törmänen permette di dominare gli avversari. È un sistema molto organizzato ma l’allenatore Finlandese lascia pure certe libertà ai giocatori. Insomma, il Bienne gioca bene ma sa pure essere imprevedibile!

La profondità della rosa

Il Bienne può contare su 4 linee molto forti. Anche la quarta linea – forse la più forte 4a linea dell’intero campionato – riesce a garantire quantità e pure qualità. Se si parla di profondità della rosa, i Seeländers sono messi davvero bene.

Il portiere

Jonas Hiller è un portiere realmente capace di fare la differenza. Quando è in giornata si rivela essere un vero e proprio muro davanti alla porta… e pure quando è meno in forma, riesce a garantire un rendimento quanto meno discreto. Senza dimenticare che è molto esperto.

I PUNTI DEBOLI

Alti e bassi

Il Bienne a modo suo ha vissuto di alti e bassi. Quando le cose vanno male, i Seeländers sembrano volere strafare e cercano troppo le iniziative personali… questo li porta a commettere troppi errori individuali che favoriscono gli avversari.

Il power-play

Il Bienne riesce spesso ad entrare nel terzo offensivo e riesce pure a far girare abbastanza bene il disco durante le situazioni di superiorità numerica. Tuttavia, manca dannatamente di concretezza e non per niente ha solamente l’8° power-play della lega.

Gli ingaggi

Gli ingaggi sono potenzialmente cruciali nell’hockey su ghiaccio, specie nei momenti chiave delle partite. Ebbene in tal senso il Bienne è messo piuttosto male… di fatto i Seeländers hanno la più bassa efficacia agli ingaggi di tutta la National League!

IL GIOCATORE CHIAVE

Beat Forster

Toni Rajala è “on fire”… quante volte lo abbiamo scritto questa stagione? Tante volte. Ed è la verità. Tuttavia a nostro parere un giocatore come Beat Forster – esperto e vincente – giocherà un ruolo chiave. In termini di qualità, solidità e pure gioco fisico!

PERCHÉ SI QUALIFICHERÀ PER LE SEMI-FINALI

Perché il Bienne è forte, molto forte! Gioca un ottimo hockey ed è più esperto dell’Ambrì-Piotta. I Seeländers hanno tutto non solo per qualificarsi per la semifinale ma anche per fare un passo in più rispetto alla scorsa stagione…

I PUNTI DI FORZA

Il sistema di gioco

Luca Cereda lo ripete allo sfinimento ma… se lavoriamo, lavoriamo e ancora lavoriamo, i risultati sono la conseguenza. Ed è la realtà. Quando i Leventinesi seguono il loro sistema di gioco alla lettera per continuità sui 60 minuti di gioco, possono battere davvero chiunque. Anche il Bienne, evidentemente. E non dimentichiamoci che il grande entusiasmo che si respira ad Ambrì può davvero aiutare a fare miracoli.

La prima linea

L’Ambrì-Piotta deve giocare di squadra se vuole avere una possibilità di avere la meglio sui Seeländers. La prima linea tuttavia, quella formata da Kubalik-Zwerger-Müller, è davvero inarrestabile ed è capace di cambiare il corso di una partita da sola!

Il power-play

L’Ambrì-Piotta ha avuto un’ottima efficenza in power-play praticamente durante tutta la stagione ed è uno dei motivi del successo. Magari non sempre il disco gira che è una meraviglia… ma i boys di Luca Cereda sono trementamente efficaci quando giocano in superiorità numerica!

I PUNTI DEBOLI

Mancanza esperienza

Durante i playoffs l’esperienza fa molto spesso e volentieri la differenza. In tal senso, è inutile negare che l’Ambrì-Piotta – 1 partecipazione ai playoffs nelle ultime 12 stagioni – è meno esperto del Bienne. Molti dei giocatori di Luca Cereda faranno i playoffs per la prima volta.

Il fattore “x”

Non sappiamo come definirlo ed allora lo abbiamo chiamato “fattore x”. L’Ambrì-Piotta sa giocare fisico ma… ma a nostro modesto parere sembra mancare qualche agitatore che, tramite una bagarre ad esempio, può cambiare il momentum di una partita. Siamo curiosi di capire chi, tra i giocatori, saprà svolgere questo ruolo in maniera intelligente.

Le partite ravvicinate

Il sistema di gioco dell’Ambrì-Piotta è efficace e pure bello da vedere. Se seguito alla lettera però, è dannatamente dispendioso fisicamente… questo rischia di essere un grande handicap considerando che da sabato via si giocherà praticamente ogni due giorni.

IL GIOCATORE CHIAVE

Michael Ngoy

Michael Ngoy è molto solido difensivamente ma soprattutto ha esperienza. Di fatto, qualsiasi giocatore dell’Ambrì-Piotta con esperienza giocherà un ruolo chiave dentro e fuori dal ghiaccio in questa serie.

PERCHÉ SI QUALIFICHERÀ PER LE SEMI-FINALI

Perché tutto ora ricomincia da zero e paradossalmente, aver perso tutte le partite contro il Bienne in Regular Seaeson può pure trasformarsi in un vantaggio… inoltre, l’Ambrì-Piotta ora non ha nulla da perdere. Ha vissuto una stagione straordinaria e può mettere una – o più… – ciliegine sulla torta.


STATISTICHE COMPARATIVE






PRONTI… PARTENZA… VIA!

C’è tantissimo entusiasmo a Bienne… ce n’è forse ancora di più ad Ambrì. Queste due squadre sono fantastiche realtà nella National League e saranno capaci di regalarsi una serie appassionante. I Seeländers partono con il favore del pronostico… ma come sempre, specialmente nei playoffs, tutto può succedere.

Buona fortuna, Seeländers e Biancoblù!

Advertisement