Advertisement

Ci siamo quasi… mancano una decina di partite al termine della Regular Season e questa settimana c’è l’ultima (mini) pausa dedicata alla Nazionale. Crediamo sia l’occasione giusta per dare una breve occhiata a come stanno le 12 squadre di National League e cercare di capire quali sono i punti di forza ed i punti deboli. Cercare di capire quante possibilità ci sono di fare i playoffs e quali sono i giocatori chiave da quì al termine della stagione.

EV Zugo

Lo Zugo è tornato a sollevare un trofeo dopo oltre 20 anni… si è imposto Domenica scorsa a Rapperswil nella finale di Coppa Svizzera ed ha dunque messo fine ad un digiuno di “trofei” che durava ormai da oltre 20 anni, dal 1998.

C’è chi dirà che si è trattato “solamente” della Coppa Svizzera… sbagliato! I Tori hanno rotto il ghiaccio ed è stato fondamentale foss’anche solo dal punto di vista mentale sia per tutti i giocatori che per la società.

Una società che lavora bene da anni ma ciò nonostante – per un motivo o per l’altro – non è mai riuscita a portare a Zugo un trofeo. Per quanto visto fino a questo momento in campionato, e considerando anche come la squadra verrà rinforzata, viene da pensare che la vittoria in Coppa Svizzera possa essere solamente la prima di una serie…

I PUNTI DI FORZA

Advertisement

Il gioco

Lo Zugo propone un gioco davvero interessante ed intelligente. I Tori sono ben orgranizzati e pure i difensori sono spesso coinvolti nella zona offensiva. Inoltre, l’impressione è che quando lo Zugo aumenta il suo livello di gioco in alcuni momenti delle partite… per gli avversari è davvero difficile contrastarlo.

Le situazioni speciali

Il power-play dello Zugo è ottimo e molto organizzato. Certo, poter contare su giocatori come Raphael Diaz aiuta parecchio ma non è solo questo il punto… la realtà è che il power-play dei Tori è molto efficace e non per niente sono la miglior squadra in tal senso della National League (22.0%). Che dire invece delle situazioni di inferiorità numerica? Anche in questo caso i Tori sono molto organizzati. Di fatto sono la seconda miglior squadra in box-play (87.3%) è il secondo migliore della lega dietro al Berna (87.6%).

L’attacco

Lo Zugo ha il miglior attacco del campionato e già questo dice tutto. La potenza offensiva dei Tori è impressionante… inoltre il nuovo sistema di gioco voluto da Dan Tangnes, fa sì che spesso anche i difensori si prendano le proprie responsabilità nel terzo offensivo. Insomma, lo Zugo è una macchinetta da gol…

La Coppa Svizzera

Lo Zugo, vincendo la Coppa Svizzera, ha finalmente rotto il ghiaccio! Vincere trofei aumenta la fiducia nei giocatori ma soprattutto permette di costruire una mentalità vincente. La mentalità vincente non è qualcosa che si può comprare al mercato… eppure, è forse il fattore chiave per fare la differenza nei momenti topici della stagione!

Il rendimento in trasferta

Lo Zugo è in assoluto la miglior squadra della LNA in trasferta. Ha giocato 20 partite fuori casa, ne ha vinte 13 e ne ha perse solamente 7 (di cui 4 dopo tempi supplementari). Insomma, lontano dalla Bossard Arena, i Tori solamente 3 volte non hanno fatto punti. Impressionante. Questo è segnale di grande sicurezza nei propri mezzi e personalità.

I PUNTI DEBOLI

Gli ingaggi

Avere una buona efficacia agli ingaggi è molto importante. Ti permette di evitare inutili sprechi di energia per dover recuperare il disco. In tal senso, lo Zugo non è messo bene… anzi, è la seconda peggior squadra di LNA (47.2%). Solamente il Bienne ha fatto peggio (45.6%). Tra i “Tori” che si presentano più spesso all’ingaggio, solamente Garrett Roe (51.8%) ha una percentuale di efficacia superiore al 50.0%. Questo è un fattore da migliorare perché può rivelarsi determinante in certe fasi delle partite.

La storia recente…

Lo Zugo è arrivato alcune volte così vicino, eppure così lontano, dalla conquista del titolo Svizzero. Non è solamente sfortuna… la realtà è che i Tori non diventano Campioni Svizzeri dal 1998 e non è un caso. A partire da quel momento solamente 4 squadre hanno saputo andare fino in fondo e fare poi anche l’ultimo passo: Berna, Zurigo, Lugano, Davos. A Zugo insomma, sembra mancare sempre qualcosa. Che quel qualcosa che mancava fosse un allenatore come Dan Tangnes?! La Coppa Svizzera sembra dirci di sì. Per il resto, si vedrà…

POSSIBILITÀ DI FARE I PLAYOFFS

100%

Lo Zugo non è ancora in verde sul txt ma è già certo di fare i playoffs e di terminare la Regular Season al primo o al secondo posto. Ottimo, in questo modo c’è ancora qualche settimana per prepararsi mentalmente per il periodo più importante dell’anno.

IL TOP SCORER

Lino Martschini – 36 punti (18G, 18A)

I GIOCATORI CHIAVE

Raphael Diaz

Raphael Diaz è tornato in Svizzera per aiutare lo Zugo a cercare di vincere. Ha immense qualità ed è pronto ad aiutare la squadra in tutto e per tutto. Certamente giocherà un ruolo chiave da quì al termine del campionato.

Tobias Stephan

Vuole lasciare lo Zugo con un titolo in tasca, questo è certo. Tobias Stephan è un portiere eccezionale capace di fare la differenza. Non sta certo a noi sottolineare quanto è importante avere un portiere affidabile e che trasmette fiducia ai compagni nei playoffs.

Johan Morant

Ci sono tanti giocatori di classe nello Zugo. Nei playoffs però poi, contano anche le emozioni. Ed è quì che Johan Morant entra in gioco… È solido difensivamente ed è capace di portare emozioni nelle partite. È uno di quegli “agitatori” capaci di cambiare i momentum delle partite.

LE PREVISIONI METEO DI ZUGO

Vasta zona di alta pressione. Soleggiato con temperature superiori alle norme stagionali.

Splende il sole, metaforicamente parlando, a Zugo! I Tori stanno vivendo una stagione straordinaria e sono pronti per affrontare i playoffs da protagonisti. Il nuovo allenatore Dan Tangnes – sconosciuto ai più prima di questa stagione – si sta rivelando essere l’uomo giusto al posto giusto anche pensando al progetto EVZ Academy.

Spesso in questa stagione si è parlato di Zugo soprattutto per il mercato in vista della prossima stagione. Peccato. Ora però, è ora di focalizzarsi al 100% su questa. Per il futuro, ci sarà tempo di parlarne in futuro.

Buona fortuna per il finale di stagione!

Advertisement