Ci siamo quasi… mancano una decina di partite al termine della Regular Season e questa settimana c’è l’ultima (mini) pausa dedicata alla Nazionale. Crediamo sia l’occasione giusta per dare una breve occhiata a come stanno le 12 squadre di National League e cercare di capire quali sono i punti di forza ed i punti deboli. Cercare di capire quante possibilità ci sono di fare i playoffs e quali sono i giocatori chiave da quì al termine della stagione.

HC Ambrì-Piotta

L’Ambrì-Piotta è attualmente al 7° posto in classifica a 10 partite dal termine della Regular Season. Crediamo che chiunque avrebbe firmato per questa situazione in Leventina… Mai come oggi, dalla stagione 2013-14, c’è la concreta possibilità di tornare a giocare i playoffs.

Il bello è che non è frutto del caso, ma del durissimo lavoro… e questa è la cosa più importante perché significa che si può pure guardare al futuro prossimo con relativo ottimismo.

Tra i tifosi ed i giocatori si respira un entusiasmo contagioso che il “pompiere” Luca Cereda deve cercare a tratti di smorzare. Non per cattiveria o mancanza di ambizioni, anzi! Ma è giusto tenere tutti con i piedi per terra. I playoffs sono infatti così vicini eppure ancora così lontani… non vorremmo che un eventuale mancata qualificazione, sia per forza da considerare una delusione.

Ad Ambrì è giusto sognare e cercare di ottenere il massimo. Del resto, quando si pratica uno sport lo si fa per vincere… nessuno scende in pista con l’idea di perdere. Però questo è un sogno da vivere senza troppe pressioni. Perché questa stagione, comunque vada, sarà comunque un successo!

I PUNTI DI FORZA

L’ambiente

Era da molto tempo che non si respirava un ambiente simile ad Ambrì. I giocatori sembrano davvero un gruppo unito che si diverte a stare e giocare insieme. I tifosi sono in estasi e si riconoscono nella squadra. Le scenette dei vari Jiri Novotny – che pure da infortunato è sceso in pista dopo l’ultima partita per la geyser dance – e Dominic Zwerger altro non sono che la conseguenza di un entusiasmo e di una positività contagiosa.

Il gioco

Luca Cereda lo predica da quando è diventato allenatore dell’Ambrì-Piotta: “solo con il duro lavoro e seguendo il sistema di gioco alla lettera possiamo ottenere soddisfazioni”. Ma quanto ha ragione?! L’Ambrì-Piotta gioca un hockey su ghiaccio molto bello da vedere che gli permette di ottenere risultati molto positivi. Ogni giocatore ha un suo ruolo ben definito ed inoltre… tutti fanno tutto. Le “star” non si tirano indietro se c’è da bloccare un tiro mentre i “lavoratori” non esitano a prendersi le loro responsabilità. È davvero un bel vedere!

Il power-play

L’Ambrì-Piotta è molto efficace in power-play e spesso e volentieri fa girare il disco che è una meraviglia. Non sempre questo porta a reti… ma quasi sempre porta a crearsi ottime occasioni per segnare. Certo, ci sono stati degli alti e bassi, ma complessivamente il rendimento in superiorità numerica è ottimo.

La costanza

Se escludiamo un breve periodo tra fine Ottobre ed inizio Novembre quando sono arrivate 5 sconfitte consecutive (di cui 1 dopo supplementare ed 1 dopo rigori), l’Ambrì-Piotta non ha mai perso più di 3 partite consecutive. E di fatto, è successo una volta sola che ha perso 3 partite consecutive e sempre in Ottobre nella prima fase della stagione. Insomma, la squadra ottiene risultati positivi con continuità e non si abbatte dopo le sconfitte.

I PUNTI DEBOLI

La difesa

L’Ambrì-Piotta ha la quarta peggior difesa di National League. Solamente Ginevra Servette, Rapperswil e Davos hanno subìto più reti in LNA. Intendiamoci, non che i Leventinesi non sappiano essere solidi… molte volte hanno fornito prestazioni difensive davvero ottime. Tuttavia in tal senso, e se parliamo di difesa, manca un po’ di continuità.

Il gioco fisico

Questa non è una debolezza quanto piuttosto qualcosa che ci gira per la testa… L’Ambrì-Piotta gioca in maniera anche dura, determinata e molto corretta. Il che è ottimo. Tuttavia abbiamo un dubbio in vista del finale della stagione e degli eventuali playoffs… a volte durante i giochi per il titolo infatti, un “agitatore” – non necessariamente cattivo – è in grado di cambiare il momentum di una partita da solo. In tal senso, siamo curiosi di vedere se ci saranno giocatori in grado di ricoprire anche questo ruolo.

La dipendenza dal “trio delle meraviglie”

È innegabile che l’Ambrì-Piotta, offensivamente, dipende molto dal trio delle meraviglie formato da Müller, Kubalik e Zwerger. Non che loro siano gli unici in grado di fare la differenza… ma se non segnano loro, il disco fatica ad entrare in porta. Insomma, per questo finale di stagione sarebbe importante scoprire qualche altra “bocca da fuoco”.

La mancanza d’esperienza

Ci sono 8 squadre che stanno lottando per l’accesso ai playoffs per 6 posti a disposizione. Di queste otto squadre, l’Ambrì-Piotta è – con il Langnau – la squadra con meno esperienza playoffs. Il che potrebbe essere un handicap di non poco conto in questa caldissima fase finale della stagione.

POSSIBILITÀ DI FARE I PLAYOFFS

60%

Ci siamo, è il momento chiave della stagione. La classifica è tiratissima e tutto può ancora succedere. Da questo momento in poi verranno fuori, presumibilmente, i veri valori delle squadre. Sarà in grado l’Ambrì-Piotta di fare l’ultimo passo? Il tempo ce lo dirà. Di certo queste prossime settimane saranno una vera prova del nove. Un test, una prova, che l’Ambrì può superare!

IL TOP SCORER

Dominik Kubalik – 48 punti (20G, 28A)

I GIOCATORI CHIAVE

Dominik Kubalik

Dominik Kubalik è un fuoriclasse impressionante. L’Ambrì-Piotta ha davvero bisogno di lui e deve goderselo fin che può. L’attaccante Ceco sarebbe verosimilmente il Top Scorer in qualsiasi delle 12 squadre di National League… sarebbe dunque un giocatore chiave per qualsiasi squadra.

Luca Cereda (Allenatore)

C’è entusiasmo e pure lui a volte ha esultato e fatto capire di avere fiducia nei propri mezzi ed in quelli dei suoi giocatori. Luca Cereda comunque ha pure dimostrato di saper essere un “pompiere” provetto… insomma, sta facendo l’equilibrista su una corda di sano entusiasmo, realismo e pragmatismo. Lui, con il suo staff, sono un tassello molto importante del puzzle per trasformare questa stagione da ottima a fantastica.

Fabio Hofer

Dicevamo in precedenza che l’Ambrì-Piotta ha bisogno di reti da parte di altri giocatori… ecco, Fabio Hofer può essere uno di quelli. Dopo un inizio macchinoso si è adattato al livello della National League ed è cresciuto davvero parecchio! A volte sembra ancora essere un po’ troppo “arruffone” quando deve concludere in porta e questo mette a rischio i denti degli avversari… ma è davvero un bel giocatore ed una bella scoperta. Sta dando una grande mano alla squadra.

LE PREVISIONI METEO DI AMBRÌ

Tempo sereno, qualche debole nevicata ad intermittenza

Splende il sole, metaforicamente parlando, ad Ambrì! Di tanto in tanto arriva anche qualche fiocco di neve… il che comunque, in questo periodo dell’anno, rende il paesaggio affascinante. Nessun temporale all’orizzonte comunque… l’Ambrì-Piotta può continuare ad inseguire il suo sogno senza troppa pressione. Quel che sarà, sarà. C’è comunque la possibilità di trasformare questa stagione da ottima a fantastica.

Buona fortuna per il finale di stagione!

Advertisement