Ci siamo quasi… mancano una decina di partite al termine della Regular Season e questa settimana c’è l’ultima (mini) pausa dedicata alla Nazionale. Crediamo sia l’occasione giusta per dare una breve occhiata a come stanno le 12 squadre di National League e cercare di capire quali sono i punti di forza ed i punti deboli. Cercare di capire quante possibilità ci sono di fare i playoffs e quali sono i giocatori chiave da quì al termine della stagione.

HC Lugano

Raggiungere una finale e perderla come successo la scorsa stagione rischia di essere una pericolosa arma a doppio taglio. Se ne stanno probabilmente accorgendo a Lugano dove si sta vivendo una stagione al di sotto delle aspettative per innumerevoli ragioni.

Ora… due premesse sono d’obbligo. La prima? Niente ancora è perduto. La classifica è talmente corta che il Lugano può ancora raggiungere i suoi obiettivi stagionali che erano una posizione tra le prime 4/5 di Regular Season per poi dire la sua nei playoffs. La seconda? Non c’è più tempo da perdere. Le cose devono iniziare ad andare bene sin da subìto.

I Bianconeri tuttavia hanno una grande risorsa a nostro parere. Ossìa, i margini di miglioramento. Questa squadra, pur se tutto è sembrato andare a ramengo, è ancora a soli 7 punti dal terzo posto in classifica. Considerato poi che il Lugano ha immensi margini di miglioramento, c’è ancora la possibilità di raddrizzare questa stagione che sembra malandata e cercare di andare fino in fondo!

I PUNTI DI FORZA

I margini di miglioramento

Cominciamo proprio dai margini di miglioramento. Il Lugano è attualmente sotto la riga, vero. Ed è una delusione. Ma i margini di miglioramento di questa squadra sono tantissimi! Il momento “clou” della stagione sta per arrivare… se a Lugano si riuscirà a trovare una certa quadratura del cerchio, e dunque a migliorare, ci si potrà ancora divertire parecchio.

Il carattere

Il Lugano ha carattere da vendere. La squadra da il meglio di sé quando si trova con le spalle al muro e questo è un qualcosa che promette molto bene in vista della fase finale della stagione. Del resto non è una novità che i Bianconeri hanno carattere… lo hanno dimostrato già la scorsa stagione. Insomma, è una sorta di marchio di fabbrica ormai.

La precisione sotto porta

Il Lugano ha una precisione sotto porta invidiabile. Ha una percentuale realizzativa del 10.3% che è inferiore unicamente a quella dello Zugo in LNA. Questo significa che i giocatori hanno sufficiente fiducia nei propri mezzi per buttare quel dannato disco in fondo al sacco. Del resto, i Bianconeri hanno il terzo miglior attacco del campionato… segnare insomma, non sembra essere un grande problema. Se poi alcune bocche da fuoco torneranno ad essere efficaci… ancora meglio!

I PUNTI DEBOLI

I pensieri (negativi)…

In un modo o nell’altro, il Lugano farà i playoffs. Ne siamo convinti. La speranza tuttavia, è che nessuno all’interno della squadra o della società pensi la stessa cosa. Sarebbe un pensiero pericolosissimo. La situazione è delicata in termini di risultati e serve una svolta immediata. Non si può in alcun modo pensare – nemmeno inconsciamente – che… in un modo o nell’altro arriveremo ai giochi per il titolo.

Il gioco

Indipendentemente dai risultati, spesso e volentieri le prestazioni del Lugano sono poco positive. Questo è un problema. Specie nei momenti complicati infatti, poter contare su un gioco ben organizzato ed efficace aiuta parecchio e permette di evitare di incappare in serie negative che sono deleterie per la classifica ma soprattutto per il morale.

L’incostanza

Il Lugano non è costante. Non lo è tra una partita e l’altra ma non lo è nemmeno sull’arco dei 60 minuti di gioco. A volte l’impressione è che i Bianconeri vivano di “folate” dovute alle emozioni. Senza dimenticare che a fare da contr’altare ad un rendimento casalingo comunque buono nell’insieme… c’è un rendimento esterno (migliorato ultimamente) da far rabbrividire. Questo, a nostro parere, è un problema in tutto e per tutto mentale.

Le situazioni speciali

Il Lugano fatica ad essere efficace in superiorità ed inferiorità numerica. Anche in questo caso, sembra esserci molta poca costanza. A volte il power-play dei Bianconeri è macchinoso a vedersi, senza dimenticare che spesso la squadra fatica ad entrare nel terzo offensivo con fluidità e questo impedisce di piazzarsi velocemente ed in maniera precisa. In inferiorità numerica invece, la cosa un po’ ci sorprende… di certo nessuno dei giocatori si tira indietro, ma la mancanza di fiducia attuale certamente ha un impatto sul rendimento poco positivo in inferiorità numerica.

POSSIBILITÀ DI FARE I PLAYOFFS

75%

È probabile che in un modo o nell’altro il Lugano farà i playoffs. Foss’anche solo per l’esperienza accumulata negli ultimi anni che dovrebbe permettere di fare la differenza nei momenti chiave. E poi chissà… noi restiamo convinti che questa squadra può ancora andare fino in fondo.

IL TOP SCORER

Gregory Hofmann – 37 punti (23G, 14A)

I GIOCATORI CHIAVE

Elvis Merzlikins

Ogni squadra deve avere un ottimo portiere per ottenere buoni risultati. Il Lugano ancora di più. Ed in tal senso, si possono dormire sonni tranquilli. Elvis Merzlikins non ha ancora raggiunto i livelli straordinari della scorsa stagione anche a causa di una influenza che lo ha certamente debilitato… ma Elvis c’è.

Gregory Hofmann

Gregory Hofmann sta disputando una stagione straordinaria ed è una vera e propria macchinetta da gol. La speranza è che possa continuare ad esserlo fino alla fine… Gregory è nel pieno della maturità ed è in tutto e per tutto un giocatore capace di fare la differenza. Anche se a volte, un po’ di individualismo e la sua foga, lo portano a commettere errori evitabili.

Maxim Lapierre

Il Lugano ha bisogno del miglior Maxim Lapierre per avere successo. Certamente Maxim sta facendo il solito grandissimo lavoro nello spogliatoio… questo è quello che pensiamo considerando la sua incredibile personalità. La speranza ora è che anche le sue prestazioni sul ghiaccio miglioreranno. Non sappiamo cosa succede, forse i problemi fisici non sono stati ancora del tutto assorbiti. Ma di certo se il Lugano vuole vincere, ha bisogno del suo guerriero al meglio!

LE PREVISIONI METEO DI LUGANO

Variabile. A tratti momenti di sole alternati a neve e rovesci temporaleschi.

Apriamo una parentesi… Detto onestamente, ci piacerebbe che questo sia il tempo a Lugano. Basta sole! Chiusa parentesi.

Il tempo è in tutto e per tutto variabile, metaforicamente, a Lugano. Il sole si alterna alle nuvole, ai rovesci ed ai temporali. Questa squadra sembra capace di tutto e del contrario di tutto. Capace di vincere il titolo così come di mancare i playoffs. Arrivasse una bella fascia di alta pressione…

Buona fortuna per il finale di stagione!

Advertisement