Lo Zugo si è imposto a Rapperswil per 5-1 nella finale di Coppa Svizzera ed è dunque tornato a sollevare un trofeo dopo 7’063 giorni!

Dal Canadese Sean Simpson al Norvegese Dan Tangnes. Dal Capitano di allora André Rötheli a quello attuale Raphael Diaz. Da quel 5-2 dell’11 aprile 1998 a Davos al 5-1 di questo 3 febbraio 2019 a Rapperswil. Dal gol vittoria segnato 7’063 giorni or sono da Misko Antisin al gol vittoria segnato questa Domenica da Dennis Everberg!

Ci sarà chi avrà il coraggio di dire che questa vittoria altro non è che un “cioccolatino”… ma ragazzi, vincere aiuta a vincere! Ed in tal senso lo Zugo avrà certamente fatto il pieno di fiducia grazie alla vittoria ottenuta in questa finale di Coppa Svizzera.

Una vittoria meritata e praticamente già sigillata nei primi 17 minuti e 53 secondi di gioco. Ossìa il tempo necessario a Lino Martschini, Dennis Everberg e Dominic Lammer per portare i Tori sullo 0-3.

La partita è stata poi tutto sommato equilibrata… il Rapperswil ha provato a riaprirla poco dopo la mezz’ora quando Kevin Clark è riuscito ad accorciare le distanze. Ma questa era la giornata dello Zugo, che nella fase finale della partita ha fissato il punteggio sull’1-5 finale grazie a Reto Suri e Yannick-Lennart Albrecht a porta vuota.

Detto francamente, il Rapperswil è stato punito sin troppo severamente. La prestazione dei boys di Jeff Tomlinson, specie dopo essere andati sotto di 3 reti, è stata molto generosa. I Lakers, che erano chiaramente gli sfavoriti per questa finale, non hanno lasciato nulla d’intentato e sono comunque usciti dalla pista a testa alta.

Così come i suoi tifosi… che ancora dopo la fine hanno incitato i loro beniamini ora chiamati a salvare la categoria in LNA.

Ma questa è stata la giornata dello Zugo e dei suoi tifosi! I quali sono finalmente tornati ad assaporare il dolce gusto del successo. Con la speranza che questa vittoria possa essere la prima di una lunga serie.

Una vittoria attesa da tantissimo tempo. Come abbiamo detto, da 7’063 giorni. Sembra passata un’eternità da quando André Rötheli aveva sollevato il trofeo di Campioni Svizzeri a Davos… da quando i leader della squadra erano i vari Ronnie Rüeger, Dino Kessler, Patrick Sutter, Misko Antisin, Wes Walz, Bill McDougall, Chris Lindberg… e molti altri.

Oggi i protagonisti sono stati altri. Senza voler sminuire nessuno, pensiamo a Dan Tangnes. Allenatore ai più – noi inclusi – sconosciuto prima di questa stagione. Ma allenatore che ci ha messo ben poco a farsi un nome… e ad aiutare la squadra a riconquistare un trofeo dopo oltre 20 anni di attesa!

Questo è un successo che premia il duro lavoro svolto dal club in questi ultimi anni. Questo è un successo che mette fine ad una sorta di “maledizione”. Questo è un successo che va degnamente festeggiato!

Ed il primo che osa dire che… “tanto è solo la Coppa Svizzera”… vada a riguardarsi le scene di giubilo dei giocatori e dei tifosi dello Zugo.

Complimenti, Tori!

Advertisement