Advertisement

Il Rapperswil è stato dannatamente sfortunato con gli stranieri questa stagione. Pronti, partenza… e Matt Gilroy e Casey Wellmann si sono praticamente subìto infortunati. Dovevano essere due dei pilastri della squadra ma sono stati forzati a mancare la prima cruciale parte della stagione.

Poi, verso la fine di Ottobre, un certo “Danny Kristo” è arrivato… forse non saprà camminare sulle acque, però ha dimostrato immediatamente di essere l’uomo giusto nel posto giusto. Il suo arrivo, insieme ai rientri di Casey Wellmann e Matt Gilroy, magari non ha dato una svolta epocale. Ma di certo ha reso la squadra, specie offensivamente, ben più competitiva.

Basti pensare che prima del suo arrivo i Lakers avevano segnato in media 1.1 gol a partita. Dopo il suo arrivo invece, la media reti è passata a 1.9. E soprattutto, a 2.1 nelle ultime 19 partite.

Niente di trascendentale, sia chiaro. Il Rapperswil continua ad avere di gran lunga il peggior attacco della National League. Però… in vista della finale di playout, giocatori come Danny Kristo possono dare una grande mano.

Ma chi è Danny Kristo? Appurato che non si tratta di Gesù…

Advertisement

È un giocatore davvero forte. È un attaccante dotato di ottimo pattinaggio. Danny, inoltre, è capace di andare a punti con regolarità, ha un’ottima visione di gioco e sotto porta è piuttosto preciso. A Rapperswil inoltre, ha dato l’impressione pure di essere un leader sul ghiaccio, uno di quei giocatori capaci di fare la differenza e trascinare i compagni.

È nato il 18 giugno 1990 a Eden Prairie (MN, USA). Eden Prairie è un sobborgo sud-occidentale di Minneapolis che, tra l’altro, ha dato i natali pure a Nick Leddy, 27enne difensore che ha collezionato ad oggi circa 700 partite di NHL con le maglie di Chicago Blackhawks e New York Islanders.

Non ancora maggiorenne, ha giocato per la US National U18 Team (US National Development Program) dove è stato pure compagno di squadra di Drew Shore (ex Kloten e ZSC Lions) e Sam Lofquist (ex Bienne).

Tra il 2009 ed il 2013 ha giocato nell’Università North Dakota dove durante l’ultima stagione è stato il Top Scorer della squadra con 52 punti in 42 partite.

Danny è stato draftato nel 2008 dai Montreal Canadiens in 56a posizione assoluta. Era l’anno durante il quale la prima scelta al draft fù Steven Stamkos (Tampa Bay Lightings) e durante il quale fù draftato pure – in 14a posizione assoluta – Zach Boychuck che è attualmente in forza al Berna.

Nel 2008, lo Svizzero draftato per primo fù Roman Josi… in 38a posizione.

Kristo tuttavia non ha mai giocato per i Montreal Canadiens. Di fatto, non ha mai giocato in NHL ma tra il 2013 ed il 2017 ha collezionato quasi 300 presenze in AHL con le maglie di Hamilton Bulldogs, Hartford Wolf Pack, Chicago Wolves, Wilkes-Barre/Scranton Penguins e Charlotte Checkers.

Da notare che durante la stagione 2015-16, ai Chicago Wolves, Danny Kristo è stato compagno di squadra di Petteri Lindbohm, il quale è attualmente sotto conratto a Losanna. Mentre nel 2017 è stato compagno di squadra per alcune partite ai Charlotte Checkers di Andrew Miller. Quest’ultimo, attualmente al Friborgo Gottéron.

Viste ormai le possibilità di esordire in NHL ridotte, Danny Kristo ha deciso di attraversare l’oceano alla vigilia della stagione 2017-18, giocata poi con la Dinamo Riga in KHL. Anche in questo caso, ha giocato con un altro giocatore che stiamo imparando a conoscere questa stagione in National League… ossìa, Anssi Salmela del Bienne.

Da notare che durante la sua stagione alla Dinamo Riga, ha pure partecipato alla Coppa Spengler del 2017. Durante la quale, mise a segno 2 reti. Entrambe contro l’HPK.

Dopo solamente un anno passato in Lettonia, Kristo si trasferisce alla vigilia di questa stagione in Svezia dove firma con il Brynäs… dove è rimasto tuttavia solamente 10 partite prima di trasferirsi al Rapperswil. Chissà, magari consigliato da Nicklas Danielsson (2 stagioni al Rapperswil tra il 2013 ed il 2015) che è attualmente sotto contratto con lo stesso Brynäs.

A Rapperswil poi, abbiamo avuto subìto modo di conoscerlo tutti. Un giocatore molto importante che come detto… magari non saprà camminare sull’acqua, ma di certo può aiutare il Rapperswil a salvarsi!

STATISTICHE

VIDEO

Advertisement