Advertisement

Dunque dunque, ci risiamo. L’assurdo calendario di National League. Ne abbiamo già parlato.

Prendiamo l’esempio di questa settimana. Il Ginevra Servette ospita il Sabato sera alle 19:45 il Lugano e poi giocherà a Davos la Domenica pomeriggio alle ore 15:45.

Non dimentichiamo che per il Ginevra Servette, quella di Davos è la trasferta più lunga in assoluto.

Facciamo due calcoli veloci…

Se tutto va bene, le Aquile finiranno la partita di Sabato sera contro il Lugano verso le ore 22:00. Il tempo delle interviste, doccia, un po’ di defaticamento… e sarà ben presto quasi mezzanotte ora che i giocatori potranno lasciare la pista.

Advertisement

In altre parole, dopo sole 15 ore e 45 minuti dovranno giocare un’altra partita. A Davos!

Avevamo pubblicato un articolo nella prima metà di Ottobre dove indicavamo i chilometri percorsi dalle squadre in stagione. In quell’articolo, avevamo indicato che la trasferta più lunga per il Ginevra Servette era quella di Davos.

Stando a viamichelin.com le Aquile impiegano 4 ore e 45 minuti – percorrendo 427km – per raggiungere Davos.

Oltre 100’000 km a stagione… ma quanto viaggiano le squadre di National League?!

Quindi, trasferta esclusa, ai boys di McSorley restano unicamente 11 ore di tempo tra una partita e l’altra per: mangiare alcune volte, riprendersi, riscaldarsi per la prossima partita… e magari, ci sarà anche un po’ di tempo per dormire!

È vero che stiamo parlando di adulti vaccinati… e di sportivi professionisti soprattutto. Ma a noi tutto questo pare semplicemente assurdo. E non fateci paragoni con la NHL. Quì siamo in Svizzera.

Il riposo è fondamentale per un atleta professionista moderno. L’hockey su ghiaccio è uno sport molto intenso e fisico… ci chiediamo come sia possibile avvallare un calendario che prevede che il Ginevra Servette gioca il Sabato sera in casa e la Domenica pomeriggio a Davos!

Questo, a nostro parere, significa:

maggior rischio d’infortuni

minor lucidità mentale (fondamentale in uno sport come l’hockey su ghiaccio!)

minor spettacolo

E tutto questo, per cosa? Per far giocare una partita di Domenica pomeriggio? Lo troviamo raccapricciante.

Noi personalmente non sappiamo come si organizza il Ginevra Servette in questa circostanza. Viaggerà immediatamente dopo la partita, magari con una trappa intramezza, andando a dormire ad orari assurdi? Oppure viaggerà domattina, partendo da Ginevra verso le 09:00, rinunciando ad ore di sonno preziose?

Quindi torniamo a ripeterlo, bisognerebbe giocare tutta la stagione come durante i playoffs. Ossìa, partite di Martedì – Giovedì – Sabato. O se proprio non si può rinunciare alle partite della Domenica pomeriggio – che attirano troppo spesso giovanissimi con la testa attaccata unicamente al telefono – si potrebbe giocare Martedì – Venerdì – Domenica. Almeno un giorno di pausa tra una partita e l’altra dovrebbe essere la regola.

Lo avevamo già scritto nel seguente articolo pubblicato lo scorso 6 Dicembre dal titolo:

National League – Qualche parola sull’assurdo calendario..

Però ci teniamo sempre a ripeterlo.

Senza dimenticare che pure il Lugano questo fine settimana si è trovato in una situazione simile. Giovando dapprima il Venerdì sera in casa un derby con l’Ambrì-Piotta per poi recarsi proprio a Ginevra (trasferta più lontana) il giorno successivo.

P.S. non dimenticate mai che, quello che state leggendo, è un blog gestito da due persone appassionate di sport. Non siamo esperti, nemmeno pretendiamo di esserlo. E comunque, ogni nostra opinione è “opinabile” e ad ogni modo puramente personale.

Damiano Cansani, Barbara Kurdziel

Advertisement