Il Lugano non starà avendo la stagione della vita. Di certo i risultati fino ad ora sono stati inferiori alle aspettative.

Tuttavia c’è un giocatore di 35 anni che sta vivendo una stagione eccezionale. Stiamo parlando di Raffaele Sannitz, giocatore che – fatta eccezione per il tentativo in Nord America ed una breve parentesi in prestito a Kloten – fa ormai parte dell’inventario della Resega.

Per raccontare l’esplosione in tutti i sensi di questo guerriero, vale la pena fare un piccolo salto indietro alla stagione 2012-13. Raffaele Sannitz è sempre stato un giocatore prezioso… anche se di certo non uno “sniper” e di certo neppure uno di quei giocatori che fanno punti a raffica. Tuttavia a Lugano, forse per il fatto che dai “Ticinesi” ci si aspetta sempre molto e le pressioni sono parecchie, faceva fatica ad esprimere il suo potenziale.

E così, proprio durante la stagione 2012-13, il Lugano ha deciso di prestarlo a Kloten dove ha collezionato 37 presenze e messo a referto 13 punti.

A partire dalla stagione successiva, Raffaele era tutto un altro giocatore. È tornato a Lugano – dove è stato nominato assistente capitano – ed ha iniziato a fornire prestazioni vieppiù convincenti. Specie nei playoffs, dove spesso e volentieri si trasforma in una vera e propria “bestia” inarrestabile!

Certo, il buon Raffaele non si è trasformato in uno sniper. Ma finalmente ha iniziato a far capire perché il Lugano nel passato aveva puntato forte su di lui. Prodotto del settore giovanile.

Poi, a partire dai playoffs della scorsa stagione, una trasformazione radicale.

Raffaele Sannitz, ha iniziato pure a segnare punti con impressionante regolarità. Negli scorsi playoffs, ha messo a referto 15 punti in 18 partite. E questa stagione fino ad ora, ha messo a referto 24 punti in 27 partite! Numeri impressionanti, che gli permettono attualmente di essere il secondo miglior marcatore della squadra dietro a Gregory Hofmann!

Vale la pena a questo punto sottolineare come il record di punti in Regular Season in LNA di Raffaele Sannitz risale alla stagione 2006-07, quando mise a referto 26 punti in 38 partite.

In altre parole, Raffaele si trova attualmente a soli 2 punti dal suo record di punti in Regular Season in LNA. Il tutto, all’età di 35 anni!

Insoma che dire, Raffaele Sannitz è come ogni buon vino che si rispecchi. Migliora con il tempo!

Vogliamo dunque prendere l’occasione per dedicargli questo articolo. Mostrarvi le statistiche della sua carriera… e scoprire qualche curiosità.

Evidentemente i numeri della sua carriera, sono destinati ad aumentare. Questo perché il buon Raffaele Sannitz si è ampiamente meritato un prolungamento del contratto che lo porterà quasi certamente a chiudere la carriera con la maglia che più gli sta a cuore. Quella del Lugano.

I NUMERI DELLA CARRIERA DI RAFFAELE SANNITZ A LUGANO (aggiornati al 27 Dicembre 2018)

682 presenze in Regular Season – 83 gol, 166 assists, 249 punti

139 presenze nei playoffs – 29 gol, 35 assists, 64 punti

17 presenze in Europa – 4 gol, 2 assists, 6 punti

7 presenze Coppa Spengler – 1 gol, 0 assist, 1 punto

6 presenze in Coppa Svizzera – 2 gol, 1 assist, 3 punti

ALCUNE CURIOSITÀ

Raffaele Sannitz ha fatto il suo esordio con la maglia del Lugano durante la stagione 1999-00 mentre il suo primo gol con la maglia Bianconera risale alla stagione 2000-01 in un Lugano vs La Chaux-de-Fonds.

Di seguìto, la rosa completa dell’HC Lugano di quelle due stagioni.

ROSA HC LUGANO STAGIONE 1999-00

ROSA HC LUGANO STAGIONE 2000-01

Nella stagione 2004-05, Raffaele Sannitz ha tentato l’avventura in Nord America. Ha giocato prevalentemente con i Syracuse Crunch (53 presenze, 9 punti). Alcuni giocatori allora suoi compagni di squadra sono tutt’ora in attività. Più precisamente, 9 di essi… ossìa Joakim Lindström (Skelleftea AIK, SHL Svezia), Nathan Robinson (Saale Bulls Halle, Div. 3, Germania), Greg Mauldin ex giocatore anche del Friborgo Gottéron (Stavanger Oilers, Norvegia), Aaron Johnson (Sheffield Steelers, EIHL Gran Bretagna), Matthias Trattnig (EC Salzburg, EBEL), Alexander Svitov (AK Bars Kazan, KHL), Yevgeni Nurislamov (LNAH, Nord America) ed André Lakos (Graz 99ers, EBEL).

Al suo rientro a Lugano, Raffaele Sannitz ha coronato per la seconda volta il sogno di una vita. Ma questa volta da assoluto protagonista. Era la stagione 2005-06… ed il Lugano si laureò campione Svizzero! Raffaele mise a referto 15 punti in 33 partite di Regular Season… ma soprattutto, ben 12 punti in 17 partite di playoffs! Incluso il gol vittoria che è valso il titolo! Era il 13 Aprile 2006 e si giocava gara-5 della finale tra Lugano e Davos. I Bianconeri si portarono in vantaggio con Petteri Nummelin ma il Davos pareggiò con Peter Guggisberg. Raffaele Sannitz segnò poi il gol vittoria mentre nel finale Ville Peltonen segnò a porta vuota il definitivo 3-1.

A voi, il video di quell’evento!

Beh, che dire. La speranza dei tifosi del Lugano è quella che un giorno, non troppo lontano, si possa tornare a vivere certe emozioni. E festeggiare di nuovo.

Con Raffaele Sannitz, ovviamente. Magari in qualità di Capitano! Sarebbe il coronamento perfetto di una storia d’amore. Già, perché Raffaele Sannitz ed il Lugano sono una coppia perfetta. Una coppia che nel passato ha avuto qualche problemino… ma una coppia che con il tempo ha rafforzato il proprio legame.

Insomma, proprio una di quelle storie come piacciono a noi! Una di quelle storie che, rimanendo in tema, ci piace scoprire davanti ad un bel bicchiere di vino rosso.

Che come ben tutti sappiamo, è un vino che migliora con il tempo. Proprio come Raffaele Sannitz!

Advertisement