Durante questa seconda pausa internazionale vogliamo fare una breve analisi di tutte le squadre di Naitonal League. Parliamo oggi del…

SC BERNA

Il Berna è in vetta alla classifica di National League anche se ha una partita in più rispetto alla diretta concorrente Zugo. Ma poco importa… Gli Orsi infatti, complessivamente, si sono dimostrati fino ad ora la squadra più completa e forte. Di fatto, sono una macchina quasi perfetta!

Già, quasi.

Perché quasi? Beh, a nostro parere per la cronica mancanza di un “piano b” che possa permettere di ottenere il massimo anche quando il periodo è negativo (anche se le cose stanno miglioranto secondo noi). Inoltre perché, specialmente in trasferta, a volte il Berna attraversa un po’ troppi alti e bassi.

Intendiamoci, questi sarebbero dettagli se stessimo parlando di una qualsiasi delle altre 11 squadre di National League… ma siccome stiamo parlando del Berna, cerchiamo di essere più “severi”.

Senza dimenticare tuttavia che questa squadra ha tutto – ma davvero tutto – per tornare a vincere il titolo dopo un anno di “pausa”. Gli Orsi hanno una rosa completa e di qualità. Hanno un sistema di gioco che, quando tutto va bene, li rende quasi imbattibili. Inoltre, hanno pure fame… Insomma, ad oggi a nostro parere, sono i favoriti numero uno per il titolo!

LE PROSPETTIVE PER IL FUTURO

Per quanto visto fino ad oggi, e considerando che ci sono pure margini di miglioramento, crediamo che il Berna sia la favorita numero uno per la conquista del titolo! Non abbiamo ancora visto squadre al loro livello. Tuttavia, questo non vuol dire che sarà facile… anzi, sarà tremendamente difficile! L’hockey su ghiaccio è uno sport fatto di piccoli dettagli che possono fare la differenza, inoltre dai playoffs come quasi sempre inizierà una “nuova” stagione. Il Berna sta facendo di tutto per essere una macchina perfetta pronta a schiacciare gli avversari come fossero noccioline… ed ha buone probabilità di riuscirci. La guardia tuttavia non va mai abbassata. La scorsa stagione lo ha insegnato.

SOTTO L’ALBERO VORREI…

Mancano pochi giorni a Natale… vediamo quale potrebbe essere la lettera del Berna per Babbo Natale…

Caro Babbo Natale, sotto il mio albero vorrei… un piano b!

Tatticamente, crediamo che Kari Jalonen sia il miglior allenatore in National League e tra i migliori in Europa. L’allenatore Finlandese ha in mente una chiara idea di hockey e riesce pure a trasmetterla perfettamente ai suoi giocatori. Tuttavia, con tutto il rispetto, continuiamo a credere che ogni tanto bisognerebbe anche “uscire dagli schemi”… specialmente nei periodi negativi e specialmente durante i playoffs, quando le partite diventano delle vere e proprie battaglie. Se il Berna riuscirà ad avere anche un “piano b” in termini tattici e fisici, diventerà praticamente imbattibile.

Per finire, vi presentiamo un breve.. TOP & FLOP in versione speciale per il Berna.

TOP

Simon Moser

Andrew Ebbett è fenomenale… Mark Arcobello è l’intelligenza fatta giocatore, è quel tipo di giocatore che magari a volte vedi poco ma che è sempre al posto giusto nel momento giusto…

Ci teniamo tuttavia a sottolineare la grande stagione che sta disputando Simon Moser, il quale è l’anima del Berna e non per niente sta giocando la sua seconda stagione da Capitano. A nostro parere, è l’attaccante Svizzero più completo in circolazione. Lo dimostra partita dopo partita… lo dimostra ormai da diversi anni con impressionante regolarità e continuità!

LA MENZIONE SPECIALE

Zach Boychuk

Zach Boychuk è arrivato da poco a Berna ed ha immediatamente lasciato il segno!

Sembra essere quel “pezzo” che agli Orsi mancava per diventare ancora più devastanti. Si trova a meraviglia nella nuova realtà… ci ha messo un niente ad adattarsi alla National League ed è quel tipo di giocatore che a nostro parere riesce pure ad alzare il livello di chiunque è allineato con lui.

Ottimo innesto!

LA DELUSIONE

Il rendimento in trasferta

Si certo, stiamo cercando il pelo nell’uovo quì. Ma… il rendimento in trasferta può migliorare.

Quando il Berna gioca in casa è molto più devastante rispetto a quando gioca in trasferta. Di fatto, fuori casa, spesso il Berna è sembrata una squadra “quasi” normale. Per il momento questi sono “dettagli”… ma come detto, quando parliamo degli Orsi, il nostro termine di paragone è la perfezione. Pertanto, ci attendiamo miglioramenti in tal senso.

LA CITAZIONE…

“Il nome davanti è molto più importante del nome sulla schiena!”

Il Berna è pieno di campioni… eppure sembra non esserci nessuno che gioca per il nome stampato sulla schiena! Kari Jalonen è riuscito a creare una squadra dove il singolo è importante ma non fondamentale. Dove tutti sanno di essere importanti ma nessuno è indispensabile.

Buona fortuna per il prosieguo della stagione, Orsi!  

Advertisement