Advertisement

Vediamo tuttavia quali sono i nostri TOP & FLOP della settimana!


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

Lo Young Boys è andato ad imporsi con autorevolezza per 3-1 contro il Basilea al Sankt-Jakob Park ed ha dimostrato ancora una volta – caso mai fosse necessario – che attualmente è in assoluto la squadra Svizzera di punta!

Insomma, è stata una vittoria molto simbolica.

La truppa di Gerardo Seoane ha vinto le ultime 5 partite… ha vinto 14 partite su 16 in stagione… ha di gran lunga il miglior attacco e la miglior difesa della Super League… insomma, in tutto e per tutto una schiacciasassi.

Advertisement

Lo Young Boys semplicemente non lascia scampo agli avversari, li demolisce con lo sguardo sin dal calcio d’inizio ed inoltre gioca pure un calcio fatto di intensità molto divertente da vedere!

Ormai il campionato è finito.

I Gialloneri hanno 18 punti di vantaggio sulla più diretta inseguitrice Thun… la quale, ha solamente 12 punti di vantaggio sul Neuchâtel Xamax fanalino di coda… bastano insomma queste cifre per far capire quando stanno dominando questo campionato in tutto e per tutto.

Lo Young Boys era già forte la scorsa stagione. Il successo poi, ha incrementato la fiducia nei propri mezzi dei giocatori e di tutta la società. Ed ora siamo di fronte ad un gruppo formato da belve feroci, fisicamente e tecnicamente impressionanti, che non vogliono lasciare agli avversari nemmeno le briciole.

Allo Stade de Suisse finalmente si è instaurata quella mentalità vincente che si cercava da anni ed anni… ed ora la domanda è solamente una:

E chi lo ferma più questo Young Boys?!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Raphaël Nuzzolo (Neuchâtel Xamax FCS)

Raphaël Nuzzolo… abbiamo ormai terminato gli aggettivi per definire questo giocatore impressionante che, a 35 anni, sta vivendo forse la stagione più brillante di tutta la sua carriera!

È il faro del Neuchâtel Xamax. Ogni qualsiasi occasione offensiva passa dai suoi piedi. Non per niente, ha segnato 10 dei 23 gol della neo-promossa. E se a ciò aggiungiamo il fatto che ha pure servito 8 assists, vuol dire che Raphaël Nuzzolo ha messo il piede nel 78.2% delle reti!

Insomma, l’attaccante Rossocrociato non smette di stupìre…

Il suo carisma, la sua qualità, le sue doti da trascinatore e la sua capacità di essere decisivo, lo rendono attualmente l’attaccante più pericoloso di tutta la Super League.

Mica poco… Bravo, Raphaël!

Ludovic Magnin (Allenatore, FC Zurigo)

Lo Zurigo ha fornito una prestazione sublime contro il Grasshopper nel derby della Limmat vinto per 2-0… di fatto, il risultato finale avrebbe potuto (e dovuto) essere molto più largo.

Per questa grandissima prestazione, premiamo in maniera simbolica l’allenatore Ludovic Magnin!

Quando lo Zurigo gioca bene… e che diamine, gioca davvero bene ed è una delle squadre più devastanti della Super League! Lo ha dimostrato questa Domenica dominando il Grasshopper dall’inizio alla fine. Lo ha dimostrato altre volte in stagione.

Insomma, Ludovic Magnin sta facendo davvero un ottimo lavoro. Se poi riuscirà poi anche a rendere la sua squadra più continua… allora in riva alla Limmat – sponda Zurigo, ovviamente – si può davvero sognare!

Pajtim Kasami (FC Sion)

Il Sion ha ottenuto una cruciale terza vittoria consecutiva ed è ora al 5° posto in classifica…

La partita di Sabato sera contro il Lucerna era equilibrata e difficile da sbloccare. Ci voleva insomma il colpo del fuoriclasse per far pendere l’ago della bilancia… ed ecco che alla parola “fuoriclasse” entra in gioco il nome di Pajtim Kasami!

Il suo gol da solo valeva il prezzo del biglietto… Pajtim, ad una decina di minuti dal termine di una partita bloccata sullo 0-0, ha deciso di mostrare al mondo che – potenzialmente – la Super League non è il suo posto…

Dribbling stupendo, tiro dalla distanza e fantastico gol vittoria!

Pajtim Kasami è fondamentale per il Sion. Ultimamente poi, sta pure trovando una certa continuità di rendimento… insomma, se continua così, prima o dopo avrà di nuovo l’occasione di tentare l’avvenura all’estero!

LA MENZIONE SPECIALE

Heinz Lindner (Grasshopper Club Zurigo)

A volte proviamo pena per Heinz Lindner… il quale viene lasciato spesso e volentieri solo al suo destivo a fungere da sorta di punch-ball.

Prendiamo l’ultima partita contro lo Zurigo.

Il Grasshopper ha faticato dannatamente a cavare un ragno dal buco. Heinz Lindner tuttavia, portiere delle Cavallette, ce l’ha messa tutta per tenere la sua squadra in partita fino alla fine! Ha fornito una prestazione straordinaria. Che però non è servita a nulla.

Suvvia, salvate il soldato… Heinz!

LA DELUSIONE

Grasshopper Club Zurigo

Un derby va giocato anche con le emozioni. Thorsten Fink ci prova a motivare le Cavallette… ma quest’ultima, fanno una dannata fatica a fare anche solamente un saltello.

La prestazione del Grasshopper nel derby contro lo Zurigo è stata in tutto e per tutto da encefalogramma piatto. Una tristezza.

È vero che lo Zurigo ha fornito una prestazione straordinaria… ma ragazzi, un po’ di “quella roba” dai!

Il Grasshopper rimane al 9° posto in classifica e niente fa pensare che possa risalire la china molto presto. Le prestazioni infatti sono molto deludenti… ed è un peccato, perché questa squadra di tanto in tanto ha saputo dimostrare di avere qualità.

Però quando l’encefalogramma è piatto c’è poco da fare. Quando la squadra sembra giocare svogliata c’è poco da fare.

Difficile capire dove sta il problema. Di certo, è nella testa dei giocatori.

Ed allora tieni duro fino alla pausa, caro Grasshopper… poi torna a far vedere che vali il posto in Super League.

Forza e coraggio!

Advertisement