Advertisement

10a Settimana – 26.11.2018 – 02.11.2018

Vediamo quali sono i nostri TOP & FLOP della prima settimana!


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

L’Ambrì-Piotta ha concluso la sua settimana da sogno battendo dapprima il Rapperswil in trasferta per 5-2 e poi sconfiggendo tra le mura amiche il Friborgo Gottéron per 2-1. Queste due vittorie, hanno portato a 4 il numero di successi consecutivi della banda di Luca Cereda!

Una banda che sta facendo letteralmente emozionare i tifosi. Per mille e più motivi…

L’Ambrì-Piotta, per i suoi obiettivi, è stata costruita alla perfezione. Ogni giocatore ha un suo ruolo ben definito e si sente utile alla causa. Senza dimenticare che tutti, ma proprio tutti, escono dal ghiaccio al termine della partita con la maglietta bagnata di sudore. Quest’ultimo fattore, è quello che fa innamorare ancora di più il tifoso!

Advertisement

Ogni giocatore inoltre, non si limita al suo compitino… anche i giocatori più dotati tecnicamente infatti, non lesinano impegno e spirito di sacrificio in fase difensiva. Mentre anche i giocatori meno dotati tecnicamente non esitano a prendersi le loro responsabilità!

I Leventinesi stanno anche mostrando una notevole maturità, che gli permette di adattarsi sempre all’avversario senza snaturare la propria anima. Giocano un hockey “semplice” e diretto, ma bello da vedere e che mette in difficoltà gli avversari.

Insomma, che bella squadra!

Ora è chiaramente il momento di tenere i piedi per terra. Il gioco voluto da Luca Cereda è bello ed efficace, ma richiede uno sforzo – sia fisico che mentale – non indifferente. Questo alla lunga rischia di costar caro… senza dimenticare che in una lega tanto equilibrata, basta perdere alcune partite per passare dal paradiso all’inferno.

Ma l’Ambrì-Piotta sta crescendo di partita in partita ed ultimamente ha pure dimostrato anche di saper fare di necessità virtù… in altre parole, ha dimostrato di saper conquistare punti anche quando le giornate sono “negative” ed ha dimostrato di saper resistere senza panicare nei momenti di difficoltà.

Ed allora avanti così, Ambrì-Piotta. Insegui il tuo sogno!

Ma soprattutto, prosegui nel tuo processo di crescita senza forzare i tempi. I tempi duri arriveranno, ma in questo momento ti stai costruendo una corazza che ti verrà molto utile!

Ottimo lavoro, Ambrì-Piotta… Sia dentro che fuori dal ghiaccio. In tutti i sensi (tifosi inclusi, ovviamente)!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Damien Brunner (EHC Bienne)

Damien Brunner è potenzialmente il miglior attaccante Svizzero ed il più devastante in circolazione… niente di nuovo. C’era chi storceva il naso per il suo approdo a Bienne, per diversi motivi. Ma l’unico problema era trovagli la giusta collocazione all’interno della squadra.

Ebbene, Antti Törmänen è riuscito a farlo! Damien Brunner sta giocando una stagione eccezionale ed è reduce da un fine settimana fenomenale. Di fatto, è “infuocato”, proprio come le fiamme disegnate sul retro della sua maglia da TOP Scorer!

Dapprima ha fatto versare lacrime amare ai suoi ex tifosi del Lugano segnando una magica e decisiva tripletta (ed i gol avrebbero potuto anche essere di più). In seguìto, si è ripetuto il Sabato sera in casa contro gli ZSC Lions segnando il gol vittoria!

Per tutti gli amanti dell’hockey su ghiaccio, è un piacere vedere finalmente un Damien Brunner felice e sorridente.  A Bienne se lo godono… e gongolano!

Zach Boychuck (SC Berna)

Zach Boychuck è arrivato recentemente a Berna in provenienza dal Severstal Cherepovets… ed in quattro partite, ha già fatto capire di essere l’uomo giusto al posto giusto! Prendiamo quest’ultimo fine settimana per esempio.

Gli Orsi hanno vissuto un week-end molto positivo, dapprima hanno dominato e vinto a Zurigo per 4-1 ed in seguìto hanno vinto con lo stesso risultato finale in casa contro il Davos. Ebbene, in entrambe le partite Zach Boychuck si è rivelato cruciale!

All’Hallenstadion ha segnato l’importantissimo gol d’apertura. Alla PostFinance Arena contro il Davos poi, è stato il vero trascinatore grazie ad una prestazione fenomenale abbellita da 1 gol e 2 assists.

Kari Jalonen lo ha inserito in linea con Mark Arcobello e Simon Moser… e di fatto, sembra riuscire a completare alla perfezione un terzetto offensivo che rischia di essere tra i più devastanti della National League!

Insomma, il Berna sembra aver trovato il pezzo “mancante” per diventare ancora più forte di quanto già non lo sia… e per gli avversari, rischiano di essere dolori.

Jim Slater (HC Friborgo Gottéron)

Jim Slater è un giocatore capace di tutto ed il contrario di tutto. Con tutto il rispetto, è uno di quei giocatori che possono trascinare la squadra per conto loro verso le vittorie grazie al carisma ma pure uno di quei giocatori che magari, per un certo periodo, vedi poco. Ma è anche uno di quei giocatori che, nei momenti complicati, brilla.

Questa settimana, ha brillato!

Il Friborgo Gottéron era reduce da 3 sconfitte consecutive ed era dunque in un momento relativamente complicato. Non crediamo sia un caso che le buone prestazioni offerte contro Losanna e Ambrì-Piotta (nonostante la sconfitta) siano coincise con il suo rendimento a buoni livelli.

I Dragoni sono un’ottima squadra, lo hanno dimostrato. Ma hanno bisogno anche che i loro stranieri rendano al meglio. Jim Slater è stato un po’ in ombra durante l’inizio della stagione… ma in queste ultime due partite ha alzato il suo livello di gioco. Ed il Gottéron ne ha tratto grande beneficio, specie dal punto di vista dell’attitudine. Senza dimenticare che in due partite 1 gol e 2 assist.

LA MENZIONE SPECIALE PER… RIPRENDITI PRESTO!

Carl Klingberg (EV Zugo)

Venerdì sera a Langnau Carl Klingberg ha dapprima segnato un gol ed in seguìto è stato purtroppo vittima di un brutto contrasto alla balaustra che lo ha costretto a lasciare la pista in barella.

Si è temuto il peggio, ma fortunatamente la sua mobilità non è in pericolo.

Da parte nostra i migliori auguri per una pronta ripresa. Speriamo di rivederti presto sul ghiacco, Carl Klingberg, riprenditi!

LA MENZIONE SPECIALE PER… BELL’ACQUISTO!

Tyler Moy (Losanna HC)

Tyler Moy è uno Svizzero-Americano che è arrivato recentemente a Losanna… Ha 23 anni e noi personalmente non lo conoscevamo.

Beh, abbiamo imparato a conoscerlo molto presto!

Tyler ha giocato 7 partite per il Losanna ed ha messo a referto 6 punti (4 gol, 2 assists). È una vera macchinetta da tiro! In media con la maglia dei Leoni Vodesi ha tirato 4.0 volte a partita… Insomma, benvenuto in Svizzera!

LA SORPRESA

Tim Ulmann (ZSC Lions)

Tim Ulmann ha vissuto la sua serata da sogno!

Il 31enne attaccante Svizzero si divide tra LNA e LNB da ormai diversi anni…  Negli ultimi 10 anni, e fino a Sabato sera, aveva collezionato 388 presenze in LNB (172 punti) e 86 presenze in LNA (5 punti, 1 gol, 4 assists).

Sabato sera però ha avuto la sua serata memorabile nel corso della sua 87a presenza in LNA!

Gli ZSC Lions hanno perso a Bienne, ma Tim ha segnato 2 reti! Nel giro di 60 minuti, ha dunque segnato di più rispetto alle precedenti 86 presenze! La sua ultima rete in LNA risaliva alla stagione 2010-11… quell’anno, sempre con la maglia degli ZSC, segnò la sua prima rete in carriera ad Ambrì, il 15 Gennaio 2011, ed anche in quel caso lo Zurigo perse (3-2).

LA DELUSIONE

HC Lugano

Il Lugano questa settimana aveva una sola partita in programma. Quella contro il Bienne di Venerdì sera alla Cornèr Arena.

Per il fatto che la partita fosse in programma tra le mura amiche, e per il fatto che era l’unica della settimana, ci si attendeva che i Bianconeri “spaccassero le montagne”. Ed invece hanno “steccato”… La loro prestazione è stata deludente per intensità e qualità.

Ed ora i vice-Campioni Svizzeri sono al 10° posto in classifica…

La classifica è cortissima, non è il caso di panicare. Il Berna primo in classifica è solamente 12 punti avanti ed ha giocato una partita in più… pertanto il Lugano è potenzialmente e 9 punti dalla vetta. Inoltre, questa squadra è una squadra da playoffs e siamo certi che il meglio lo daranno proprio quando inizieranno i giochi per il titolo.

Insomma, calma e sangue freddo. Di certo il Lugano ha ancora moltissimo da dire e da dare. Senza dimenticare che proprio nei momenti difficili ha dimostrato di saper “far gruppo” e risorgere da quasi morto…

Tuttavia, dopo simili prestazioni viene da pensare che prima bisogna qualificarsi per questi maledetti playoffs! E soprattutto, a noi viene da pensare che il Lugano è la nostra delusione della settimana.

Forza, (ri) alzati e cammina! Lo hai già fatto tante volte, lo farai ancora.

LA DELUSIONE 2

Il calendario

Il Ginevra Servette ha giocato il Venerdì sera a Davos ed il Sabato sera in casa… c’è forse bisogno di aggiungere altro?! Per ora no. Approfondiremo il calendario assurdo.

Advertisement