8a Settimana – 12.11.2018 – 18.11.2018

Vediamo quali sono i nostri TOP & FLOP della prima settimana!

Oddio… questa settimana era dura scegliere la squadra TOP ed abbiamo dovuto attendere fino a Domenica sera. Due squadre infatti, avrebbero meritato questo “titolo”. Ma potevamo sceglierne una sola. Pertanto, considerate le prestazioni offerte ed il valore di esse, ne abbiamo scelta una. Ossia…


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

Il Friborgo Gottéron è in grandissima forma e non smette di stupìre! Questa settimana ha dapprima dominato e battuto il Davos per 6-1 e poi ha stravinto per 10-3 contro la rivelazione Langnau. Grazie a queste due partite i Dragoni hanno così portato a 5 il loro numero di vittorie consecutive e complessivamente hanno vinto 12 delle ultime 16 partite giocate.

Numeri impressionanti. Una media punti in queste ultime 16 partite di 2.18 che li proietterebbe virtualmente in testa alla classifica di National League. E non è un caso…

Mark French ha saputo costruire un gruppo molto solito, affamato come non mai e che gioca pure bene in quanto è stato in grado di dare un ruolo ben definito ad ogni componente della rosa. Inoltre, l’allenatore Canadese ha ben in mano il gruppo… Prendiamo la partita di Sabato contro il Langnau per esempio. Fino a metà partita, la sfida era sul 3-3 ed i Tigrotti a tratti si stavano facendo preferire.

Ebbene, Mark ha chiamato un time-out e da quel momento in poi la partita è diventata in tutto e per tutto a senso unico e si è conclusa sul 10-3!

È davvero un piacere di questi tempi guardare il Gottéron giocare. Non solo per gli ottimi risultati ottenuti, ma soprattutto perché la squadra gioca bene. Gioca un hockey magari non sempre spettacolare ma molto intenso e piacevole.

Di fatto, i tifosi hanno l’acquolina in bocca.

Il Friborgo Gottéron ha proseguito sulla scìa dell’ottimo lavoro fatto la scorsa stagione ed ora si può definire una Squadra vera. Una squadra con la S maiuscola!

Una squadra che certamente non è tra le favorite per il titolo. Ma anche una squadra che, se sarà capace di tenere i piedi ben saldati a terra, potrebbe migliorare il risultato ottenuto la scorsa stagione. E considerando che i Dragoni appena due anni or sono sembravano allo sbando più completo… sarebbe un gran successo.

In attesa della nuova pista, ça va sans dire… ed in attesa che, ora della stagione 2020-21, questa squadra possa davvero lottare per il titolo. Dopo tutto, la strada tracciata sembra quella giusta….

Ottimo lavoro, Gottéron!

LE TRE STELLE DELLA SETTIMANA

Ville Peltonen (Allenatore, Losanna HC)

Il Losanna è passato dall’essere il “flop” del campionato al “top” nel giro di poche settimane. Questa settimana i Leoni Vodesi hanno dapprima dominato e battuto per 6-1 il Rapperswil in casa, poi sono andati a vincere per 1-0 a Davos – invero senza convincere troppo – ed infine hanno pure battuto il Berna in casa!

Ville Peltonen è passato dall’essere in discussione ad essere l’allenatore giusto al posto giusto. Ed in tal senso, bisogna anche riconoscere che il club ha imparato dagli errori del passato ed ha resistito alla tentazione di allontanarlo a metà Ottobre quando la squadra era reduce da 6 sconfitte consecutive.

Ora la squadra gioca bene, vince e diverte pure il suo pubblico. Ville Peltonen ha grandi meriti. Foss’anche solo perché non si è fatto prendere dal panico dopo un inizio di campionato sotto le aspettative ma anzi, ha saputo raddrizzare la situazione con le sue forze. Questo è sintomo di intelligenza e capacità di gestione del gruppo. Insomma, come dicevamo, l’allenatore giusto al posto giusto.

Maxim Noreau (ZSC Lions)

Gli ZSC Lions convincono solamente a tratti… eppure hanno una buona media punti e questa settimana hanno vinto 2 partite su 2. Dapprima hanno battuto in rimonta lo Zugo per 3-2 dopo tempi supplementari ed in seguìto hanno fornito una solida prestazione ad Ambrì dove si sono imposti per 5-2.

Molti singoli non sono ancora al loro meglio ma questo non vale per Maxim Noreau!

Il difensore Canadese ex-Berna infatti, è in ottima forma e si dimostra uno dei migliori difensori offensivi del campionato. Inoltre, non bastasse questo, si dimostra spesso e volentieri decisivo.

Prendiamo questa settimana per esempio. Contro lo Zugo ha segnato il gol decisivo durante i tempi supplementari. Contro l’Ambrì-Piotta poi, ha messo a segno una doppietta segnando pure il gol vittoria. Insomma, un difensore completo e decisivo. Che si può volere di più?

Carl Klingberg (EV Zugo)

Lo Zugo ancora non convince appieno in termini di prestazioni. Ma considerati tutti i problemi avuti, l’allenatore Dan Tangnes ha dimostrato la grande capacità di fare di necessità virtù. E tutto sommato, la squadra sta ottenendo buoni risultati come dimostra l’attuale posizione di classifica.

C’è poi un giocatore di cui spesso e volentieri si parla poco se non per il fatto che è il Top Scorer della squadra. E stiamo pensando a Carl Klingberg…

A volte magari lo si vede poco ma il suo contributo è spesso e volentieri decisivo. Non è uno scorer ma è quel tipo di giocatore che, per intelligenza e qualità, ogni allenatore vorrebbe nella sua squadra. Questa settimana poi, ha pure messo a referto ben 5 punti in 3 partite (2 gol)… insomma, è in grandissima forma!

LA MENZIONE SPECIALE PER… IL TRAGUARDO

Julien Sprunger (HC Friborgo Gottéron)

Julien Sprunger è una delle anime del Friborgo da anni ormai… e durante l’ultima partita contro il Langnau ha raggiunto quota 600 punti in National League… giù il cappello!

Quando è in forma, e quando il fisico gli da tregua, è uno dei giocatori più devastanti di tutta la lega. Ed il traguardo raggiunto lo dimostra. Questa stagione per il momento – tocchiamo ferro – è integro e sano… e la speranza dei tifosi è che lo possa rimanere a lungo.

Perché vincere e convincere è difficile. Ma farlo con Julien Sprunger dalla tua parte, è “leggermente” più semplice perché è uno di quei pochi giocatori davvero in grado di fare la differenza!

LA MENZIONE SPECIALE PER… IL CORAGGIO

Arno Del Curto (Allenatore, HC Davos)

Arno, Arno, Arno… caro Arno. Che ci combini?! Ci stai facendo impazzire. Il tuo Davos è capace di tutto ed il contrario di tutto. E tu, a volte, sei sembrato quasi sfiduciato. Eppure lo hai sempre detto in questi mesi: ci vuole pazienza.

Ebbene questa settimana, dopo la netta sconfitta rimediata a Friborgo, i tuoi Stambecchi hanno dapprima disputato una solida partita contro il Losanna nonostante la sconfitta per 0-1. Ma poi soprattutto, hanno vinto con merito a Bienne dopo essere andati sotto 0-2 nel punteggio.

Da notare che durante queste ultime due partite, l’allenatore ha rinunciato ad Enzo Corvi. Forse in pochi avrebbero avuto il coraggio di farlo. Vuoi vedere che alla fine, ha ancora ragione lui ed a partire dalla prossima stagione il Davos tornerà ad essere competitivo? Con lui in panchina, ça va sans dire…

LA SORPRESA

Casey Wellmann (SC Rapperswil-Jona Lakers)

Il Rapperswil sta dannatamente faticando, inutile nasconderlo. Eppure questa settimana i Lakers, dopo essere stati sconfitti nettamente a Losanna martedì, hanno fornito un’ottima prestazione contro il Bienne ed hanno perso a Zugo nonostante un primo periodo quanto meno discreto.

Di certo, i boys di Tomlinson si stanno dimostrando più efficaci in fase offensiva. Ed in tal senso, crediamo che il rientro di Casey Wellmann sia stato manna dal cielo.

Casey era chiamato a fare la differenza. Purtroppo però, un infortunio lo ha tolto immediatamente dai giochi. Da quando è tornato tuttavia, i Lakers si sono rivelati più efficaci sotto porta. Un caso? No, noi crediamo di no.

LA DELUSIONE

Ginevra Servette HC

Inizialmente il Ginevra Servette questa stagione era una brutta gatta da pelare. Specialmente tra le mura amiche. E specialmente perché erano tornati a mettere in mostra la giusta attitudine.

Ultimamente tuttavia, le Aquile sono atterrate…

Questa settimana hanno subìto 3 sconfitte su 3… segnando la miseria di 2 gol e subendone ben 16!

Insomma, è evidente che la squadra sta vivendo un momento difficile. Come dimostra pure il fatto che ha perso ben 6 delle ultime 7 partite. E per questo, è la nostra delusione settimanale.

Tuttavia, noi siamo convinti che questa squadra ha le capacità per risalire e magari pure fare i playoffs. Insomma, si può fare meglio di così.

Forza e coraggio!

LE ASSURDITÀ

Di stranieri e calendario…

Lo scorso 14 Novembre si votava per portare da 4 a 6 il numero di giocatori stranieri… ed il cambiamento non è stato accettato.

Tuttavia, ci chiediamo se non vi fossero problematiche più importanti su cui votare.

In primis, sullo stabilire delle finestre di mercato. In segundis, per rendere il calendario meno assurdo.

Advertisement